Ossa e teschi nel Palermitano, spunta un cimitero di mafia a due passi da Corleone I resti rinvenuti potrebbero appartenere a persone di cui in passato si sono perse le tracce - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

05-10-2016

Ossa e teschi nel Palermitano, spunta un cimitero di mafia a due passi da Corleone

I resti rinvenuti potrebbero appartenere a persone di cui in passato si sono perse le tracce


Responsive image

Macabra scoperta da parte della Direzione distrettuale antimafia in contrada Casalotto a Roccamena,  non lontano da Corleone, in provincia di Palermo. In una grotta sotterranea sono stati ritrovati teschi, ossa umane e resti di indumenti di almeno 5 o 6 persone. Massimo riserbo al momento sulla fonte confidenziale che avrebbe fornito le indicazioni alla Procura sulla presenza dei cadaveri nella grotta di Roccamena. Elemento questo che fa ipotizzare che dietro al cimitero, nella zona impervia e difficilmente raggiungibile del Palermitano, possa celarsi la mano della mafia. 

 

Tipico del modus operandi della mafia è infatti l'occultamento del corpo della persona uccisa nella campagne e in luoghi poco frequentati per renderne difficile il ritrovamento. In passato è a volte accaduto che il cadavere venisse gettato in un pilastro di edifici in costruzione e coperto con una colata di calcestruzzo. In altri, invece, la vittima è stata sciolta nell'acido (pratica principalmente usata dai corleonesi di Salvatore  Riina), oppure gettata sul fondo di paludi o acquitrini. Anche nella grotta di Roccamena incombe, dunque, il sospetto della cosiddetta lupara bianca.

 

Anche se ancora non ci sono dati ufficiali che attestino la presenza della mafia nel cimitero sotterraneo di Roccamena, i resti rinvenuti potrebbero, dunque,  appartenere a persone di cui in passato si sono perse le tracce. Solo gli esami scientifici, tra cui il prelievo del Dna, potranno consentire ora una datazione delle ossa e l'eventuale comparazione con i profili genetici degli scomparsi nel palermitano. Nel frattempo sono ancora in corso le operazioni nel cimitero sotterraneo per il recupero dei resti umani che vedono coinvolti gli uomini del soccorso alpino.

di Valeria De Simone
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Operazione antimafia ad Acilia. Maxi sequestro di beni in tutta la Capitale
L’operazione ‘Game Over’ è partita dopo le indagini effettuate nei confronti del gruppo Guarnera e del gruppo Iovine

MUNICIPIO CRONACA | 16-02-2018

Responsive image

Ostia. Roberto Spada resta in carcere. La Cassazione conferma il metodo mafioso
Nei confronti di Spada è stata emessa un’altra misura cautelare

MUNICIPIO CRONACA | 09-02-2018

Responsive image

Ostia, al liceo statale Antonio Labriola un incontro per 'educare alla legalità'
L'appuntamento è per questo pomeriggio

MUNICIPIO CRONACA | 29-01-2018

Responsive image

Banda della Magliana, capitolo non ancora chiuso: arrestato il nuovo boss
Preso dopo una lunga latitanza Fausto Pellegrinetti

CRONACA | 22-01-2018

Responsive image

Responsive image

Mafia a Ostia. Rosy Bindi: ‘Situazione grave’
La presidente della commissione parlamentare antimafia assicura: 'Lo Stato c'è'

MUNICIPIO POLITICA | 06-12-2017

Responsive image

Ostia Antica. Fuoco al circolo Pd, poche ore prima si era tenuta la manifestazione antimafia
Ieri la manifestazione organizzata da Libera e Fnsi

MUNICIPIO CRONACA | 17-11-2017

Responsive image

Ostia, la libertà di stampa si fa corteo e scende in piazza
Raggi, Fnsi, Libera: tutti a manifestare contro le limitazioni violente della libertà di espressione

MUNICIPIO CRONACA | 15-11-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia