Realtà virtuale, con PlayStation VR l'utente entra nel videogioco Il visore progettato da Sony sbarca in Italia. Ecco come funziona - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SCIENZE E TECNOLOGIA

 

13-10-2016

Realtà virtuale, con PlayStation VR l'utente entra nel videogioco

Il visore progettato da Sony sbarca in Italia. Ecco come funziona


Responsive image

Immaginiamo di guardare uno schermo largo 5 metri (225 pollici), con un campo visivo ampio tanto quanto i nostri occhi, di circa 100 gradi, in risoluzione Full HD (1920×1080 pixel). Più o meno questa è la sensazione che darà indossare il visore per la realtà virtuale progettato e sviluppato da Sony, il PlayStation VR. Un casco con il quale l’utente potrà entrare direttamente nel videogioco su schermo, rendendo il tutto più immediato. Ma come funziona?

 

Il giocatore si collegherà ai suoi mondi virtuali e muovendo la testa sposterà l’inquadratura. Ma per poter funzionare, il VR dovrà essere collegato a una PlayStation4 e sarà necessaria anche la PlayStation Camera, accessorio indispensabile per il tracciamento della testa e di buona parte dei nostri movimenti. Per interagire con i giochi, troviamo PlayStation Move, i due joypad (i controller per videogiochi) che riproducono sullo schermo i nostri movimenti.

 

Inoltre, rispetto agli antagonisti del settore presenti sul mercato, come i due visori VR  Oculus Rift e HTC Vive, che presentano prezzi inaccessibili, PlayStation VR  è una delle alternative più economiche e alla portata di tutti. Il prezzo è di 399 euro (più le 60 euro necessarie per la PlayStation Camera per una cifra totale di 459 euro). Ma solamente alcuni giochi sono compatibili con il VR a marchio Sony. La lista è comunque ricca: dalle versioni speciali di bestseller (Star Wars Battlefront), passando per delle vecchie glorie del videogioco (Rez Infinite), fino alle nuove proposte, come Until Dawn: Rush of BloodEagle Flight, EVE: Valkyrie, RIGS: Mechanized Combat League, VR Worlds eWayward Sky.

 

Tuttavia, mentre in Giappone è già scoppiata la mania per PlayStation VR,  in Occidente il pubblico è ancora incerto se prendere o meno il visore di Sony. La realtà virtuale alletta, ma lo scetticismo si lega principalmente a qualche difetto che il visore presenta: la nausea dopo un uso intensivo e troppi cavi da utilizzare per connette il dispositivo alla console e al televisore.

di Giulia Bordini
 







Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

‘Jesus Vr – The Story of Christ’. Un salto virtuale di 2000 anni
Alla Mostra di Venezia sarà presentata il primo lungometraggio in Realtà virtuale girato interamente in Italia

CULTURA | 22-08-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia