Catania: donna muore di parto insieme ai suoi due gemelli La vittima era incinta di 5 settimane. Indaga la magistratura - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

19-10-2016

Catania: donna muore di parto insieme ai suoi due gemelli

La vittima era incinta di 5 settimane. Indaga la magistratura


Responsive image

Tragedia a Catania. Una donna di 32 anni è morta insieme ai due gemellini che portava in grembo, un maschio e una femmina, all’ospedale Cannizzaro dopo alcuni giorni di ricovero. L’episodio risale allo scorso 2 ottobre ma la notizia è giunta ai mezzi d’informazione solo ora, dopo la denuncia avanzata alla Procura di Catania da parte dei familiari della vittima. I cari della 32enne, infatti, vogliono conoscere le cause della morte della giovane e dei suoi due bambini e capire se ci siano stati degli errori o delle negligenze da parte del personale ospedaliero.

 

La donna, al quinto mese di gravidanza, era giunta in ospedale il 29 settembre a causa di forti dolori e insistenti nausee. Alcuni giorni più tardi, però, la situazione ha subito un repentino peggioramento e la 32enne è stata portata d’urgenza in sala parto. I due bambini che portava in grembo sono nati morti mentre lei, dopo diverse ore di agonia, non è riuscita a sopravvivere. Dopo lo choc iniziale, e ancora affranti dall’immenso dolore, i parenti della vittima hanno deciso di sporgere denuncia alla Procura e pretendono ora di avere delle risposte sulla drammatica morte della giovane; una morte che forse si poteva evitare.

 

L’avvocato dei familiari della 32enne ha rilasciato alcune dichiarazione alla stampa: “Abbiamo chiesto il sequestro della cartella clinica che ha comportato l'immediata disposizione dell'autopsia da parte del pm. La famiglia di Valentina vuole giustizia”. Il pm Fabio Saponara, infatti, ha già disposto l’esame autoptico sui corpi di madre e figli per poter avere in mano elementi utili che possano chiarire cause e responsabilità di questa drammatica vicenda. Parallelamente, la magistratura ha già aperto un’inchiesta in attesa di entrare in possesso di maggiori informazioni.

 

Quest'ultimo episodio si va purtroppo ad aggiungere alla lista di drammatiche morti avvenute in sala parto. A inizio 2016, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin decise di inviare degli ispettori all’Ospedale civile di Brescia per far luce sulla morte della giovane Giavanna Lazzari, deceduta insieme alla bambina che portava in grembo il 31 dicembre 2015. La decisione fu presa in seguito al verificarsi di numerosi decessi che interessarono donne in gravidanza. 

di Chiara Ciripicchio
 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia