Frase shock del viceministro israeliano Kara: 'il terremoto in Italia è una punizione divina' La causa l'astensione italiana nel voto Unesco sulla Città Vecchia di Gerusalemme - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

29-10-2016

Frase shock del viceministro israeliano Kara: 'il terremoto in Italia è una punizione divina'

La causa l'astensione italiana nel voto Unesco sulla Città Vecchia di Gerusalemme


Responsive image

C’è sdegno e amaro in bocca per le parole pronunciate dal vice ministro israeliano, Ayoub Kara, per il quale il terremoto in Italia è avvenuto per punizione divina in seguito all'astensione italiana all'Unesco nel voto sulla Città Vecchia di Gerusalemme. "Passare attraverso un terremoto non è stata la più piacevole delle esperienze, ma abbiamo avuto fiducia che la Santa Sede ci avrebbe tenuto al riparo. Sono certo che il terremoto sia avvenuto a causa della decisione Unesco che il Papa ha fortemente disapprovato. Ha anche detto che la Terrasanta è legata alla Nazione di Israele". Ha detto Kara, che quando c'è stata la scossa mercoledì 26 ottobre, era in missione in Vaticano. Ma Israele precisa che le parole attribuite al vice ministro Kara “non rappresentano assolutamente la posizione dello Stato di Israele e del ministero degli Esteri”. 

 

Proprio oggi, 29 ottobre, infatti il portavoce del ministero degli affari esteri israeliano Emmanuel Nahshon, si è dissociato dalle dichiarazioni di Kara: "Condanniamo le parole del viceministro Ayoub Kara. Sono inappropriate e non dovevano essere pronunciate. Il viceministro si è scusato per questo e ci associamo a queste scuse". Nahshon informa, inoltre, che anche il premier Benyamin Netanyahu affronterà l'argomento direttamente con Kara al più presto possibile.

 

Si ricorda che proprio qualche giorno fa, il comitato del patrimonio mondiale dell’Unesco ha approvato una risoluzione che nega il legame millenario tra gli ebrei e i luoghi sacri di Gerusalemme.  La risoluzione infatti critica la gestione israeliana della Città Vecchia, che negherebbe ai musulmani il diritto alla preghiera. Ma la diatriba con l'Unesco riguarderebbe un affronto simbolico a Israele: nella risoluzione viene usato solo il nome islamico per riferirsi al complesso della moschea di Al-Aqsa, ignorando completamente il termine ebraico Monte del Tempio. Israele aveva chiesto ed esortato un intervento da parte della Santa Sede contro la Risoluzione dell’Unesco giudicandola “un affronto per i cristiani e per gli ebrei”. L’Italia da parte sua alle votazioni si era astenuta, decisione criticata dall'Unione delle Comunità ebraiche italiane (Ucei).

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Terremoto del Friuli-Venezia Giulia: 42 anni fa la regione cadeva per rialzarsi più forte di prima
La ricostruzione dopo il sisma del Friuli a confronto con quella dell'Irpinia

CRONACA | 06-05-2018

Responsive image

Terremoto Marche, presidente Ingv: «Possibile che la sequenza attivata nel 2016 duri ancora un anno»
Diverse le scosse di assestamento che hanno seguito il terremoto

CRONACA | 10-04-2018

Responsive image

Terremoto dell’Irpinia: quando l’arte fa tornare a vivere
Sono passati 37 anni da quel tragico 23 novembre

CULTURA | 23-11-2017

Responsive image

Messico, la terra trema ancora. Oltre 200 morti per il terremoto di magnitudo 7.1
Succede nel giorno dell'anniversario del terremoto che nel 1985 causò almeno 5mila morti

ESTERI | 20-09-2017

Responsive image

Responsive image

Catastrofe in Messico. Dopo il terremoto allerta tsunami
Magnitudo superiore a 8. L'epicentro del sisma sarebbe al largo della costa sud occidentale del Paese

ESTERI | 08-09-2017

Responsive image

Terremoto Ischia: quando la storia non insegna
Il 28 luglio 1883 un terremoto causò più di 2mila morti sull’isola di Ischia

CRONACA | 23-08-2017

Responsive image

Il Centro Italia trema ancora: scossa di magnitudo 4.2 nella notte
Epicentro tra le province di Rieti, L’Aquila e Teramo

CRONACA | 22-07-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia