'La mia casa è il Bataclan' riapre lo storico locale: siamo pronti a ripartire per Parigi? La Francia ricorda gli attacchi del 13 novembre dopo un anno di sangue e crisi del turismo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

12-11-2016

'La mia casa è il Bataclan' riapre lo storico locale: siamo pronti a ripartire per Parigi?

La Francia ricorda gli attacchi del 13 novembre dopo un anno di sangue e crisi del turismo


Responsive image

Un anno fa, il 13 novembre, la Strage di Parigi: la serie di attentati terroristici che inorridirono il mondo intero, causando la morte, brutale, di 130 persone. Oggi la Francia si prepara a ricordare, per stringersi attorno ai familiari delle vittime, ai sopravvissuti, a quei 413 feriti che non potranno dimenticare mai. Si prepara ad andare avanti, dopo la scia di sangue versato - dopo la mattanza di Nizza, dopo Charlie Hebdo, dopo l'attacco al supermercato Kosher - senza abbassare la guardia, in un'era di allerta continua che attanaglia tutta l'Europa. E alla vigilia della strage, si ritorna al Bataclan - rimasto chiuso per un anno e che rimarrà chiuso anche domani in segno di lutto - per il concerto di Sting. Un tutto esaurito il cui incasso sarà devoluto a due associazioni che si occupano di fornire assistenza ai sopravvissuti della strage.

 

Ma il Bataclan, il teatro degli orrori della strage, non è l'unico luogo del massacro. Tre diversi commandi terroristi attaccarono il cuore di Parigi la sera del 13 novembre. La prima esplosione alle 21:20 allo Stade de France a Sant-Denis, dove era in corso una partita amichevole tra Francia e Germania, tra gli spalti anche il presidente Francois Hollande: un terrorista, respinto all'ingresso da una guardia giurata, si fece esplodere all'esterno dello stadio. Poco dopo, tre uomini armati aprirono il fuoco nel decimo arrondissement, causando la morte di 15 persone e ferendone altre 19. Questione di attimi ed esplosero colpi d'arma da fuoco nell'undicesimo arrondissement, contro il Cafè Bonne Biere e il ristorante Casa Nostra. Il bilancio fu di 5 morti e 19 feriti. Nello stesso quartiere, i killer colpirono nella hall del ristorante La Belle Equipe, uccidendo 19 persone, mentre un kamikaze si fece esplodere davanti al ristorante Comptoir Voltair, ferendo 16 persone. Alle 21:40 uno dei commandi assassini si fermò davanti al Bataclan: tre uomini armati di fucili fecero irruzione all'interno del locale e aprirono il fuoco contro la folla presente al concentro degli Eagles of Death Metal. Gli spettatori del Bataclan furono presi in ostaggio dai terroristi, alcuni fuggirono, altri rimasero nascosti. In 93 vennero uccisi. Tra le vittime anche l'italiana Valeria Solesin, ricercatrice in demografia alla Sorbona.

 

Indelebili le immagini della città assediata dall'orrore e, nonostante la voglia di ricominciare, la nuova strategia del terrore messa in atto dall'Isis ha cambiato la storia di Francia per sempre, influendo negativamente anche sul turismo. Come riportato dal sito TrueNumbers, tra maggio e agosto scorsi si è registrato un calo di turisti stranieri dell'8,5%. Un fenomeno analogo a quello verificatosi alla fine del 2015, proprio a seguito degli attentati del 13 novembre. Oggi, dopo una anno, una lunga fila all'ingresso di un Bataclan iper sorvegliato e completamente ristrutturato ci ricorda che la vita va avanti.

 

 

 

 

 

 

 

di Simona Russo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Attentati di Parigi e di Bruxelles: la mente delle stragi ha un volto
Intanto il Governo francese inizia a risarcire le prime vittime degli attentati

ESTERI | 08-11-2016

Responsive image

Euro 2016: scontri tra tifosi a Marsiglia e nuove misure di sicurezza
Create aree per i tifosi ma per gli addetti alla sicurezza sono 10 'Bataclan' all’aperto che aumentano il rischio di azioni terroristiche

SPORT | 10-06-2016

Responsive image

Attentati di Parigi: estradato in Francia Salah Abdeslam
‘Vuole spiegarsi al più presto’ annuncia il suo nuovo legale. Intanto, nuove testimonianze documentano come gli attentati di Parigi fossero prevedibilissimi

ESTERI | 27-04-2016

Responsive image

Arrestato Mohamed Abrini, il super ricercato per gli attentati di Parigi
Abrini potrebbe essere l'uomo col cappello che le telecamere dell'aeroporto di Zaventam filmarono in compagnia dei fratelli El Bakraoui

ESTERI | 08-04-2016

Responsive image

Responsive image

Attentati Bruxelles incompiuti. Il modello era Parigi
Salah Abdeslam e altri terroristi dovevano sparare sulla gente. Intanto sventato attentato a Parigi

ESTERI | 25-03-2016

Responsive image

Attentati di Parigi: dopo Salah, identificato un complice. È caccia al terrorista
Tracce del suo dna anche sul materiale esplosivo utilizzato per gli attacchi del 13 novembre

ESTERI | 22-03-2016

Responsive image

Bruxelles: sparatoria durante un blitz legato all'inchiesta sugli attentati di Parigi
Dopo essere fuggiti sui tetti, gli attentatori si sono asserragliati in un appartamento

ESTERI | 15-03-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia