Aereo si schianta: a bordo giocatori brasiliani L'incidente aereo è avvenuto dopo controlli tecnici - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

29-11-2016

Aereo si schianta: a bordo giocatori brasiliani

L'incidente aereo è avvenuto dopo controlli tecnici


Responsive image

Sconcerto e tanta amarezza per quanto accaduto questa mattina intorno alle 4:00 ora italiana – 10:00 ora locale -  quando un aereo che trasportava la squadra brasiliana del Chapecoense si è schiantato nei pressi dell’aeroporto colombiano José Maria Cordoba di Medellin. Sul velivolo si trovavano 81 persone tra cui 48 componenti della squadra e del club, 21 giornalisti e 9 componenti dell'equipaggio. La tragedia è avvenuta alle soglie della partita di andata della finale della Coppa Sudamericana che il Chapecoense doveva disputare contro l’Atletico Nacional domani.

 

Prima dell’incidente l’aereo aveva fatto scalo a Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia, per accertamenti tecnici. Ripreso quota aveva perso i contatti con la torre di controllo, tentando un atterraggio di emergenza proprio nei pressi dell’aeroporto dove si è schiantato. Lo stesso aeroporto internazionale di Medellin ha reso noto che l’aereo, un British Aerospace 146, aveva riscontrato problemi all’impianto elettrico. È presto per dare conferme sul bilancio delle vittime e dei feriti tanto che la stessa associazione calcistica ha comunicato che  non verranno date altre informazioni fino a quando non si avranno notizie certe e attendibili. Dalle prime notizie emerse, ci sarebbero dei sopravvissuti, alcuni in condizioni meno serie come il centrocampista Alan Ruschel e il portiere Danilo che sono stati trasportati all’Hospital de la Ceja in stato di shock e con fratture e ferite alla testa. È andata peggio al giocatore Jackson Follmann che per la gravità delle ferite riportate sarà trasferito in un altro ospedale.

 

Di fronte a tragedie come quella accaduta alla squadra brasiliana non può che tornare alla mente il drammatico episodio di Superga che ha spezzato le vite dell’intera squadra di calcio del Grande Torino. Era il 1949 quando, al ritorno da Lisbona dove la squadra italiana aveva disputato un’amichevole contro il Benfica per raccogliere fondi a favore del calciatore portoghese Francisco Ferreira, il Fiat G.212 dove viaggiavano i calciatori del Torino si è schiantato, alle porte di casa, contro il muro del terrapieno  della basilica di Superga per un tragico e fatale errore del pilota. Un triste capitolo della storia del nostro paese che ogni anno viene ricordato e che, dal 2008, è stato omaggiato con la nascita del Museo del Grande Torino e della leggenda granata.   

di Clara Pellegrino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Piper precipitato in Macedonia, morti 6 italiani
A guidare il velivolo il presidente dell'Aeroclub Treviso. Ancora ignote le cause dell'incidente

ESTERI | 07-09-2016

Responsive image

Paura a Orio al Serio: aereo esce di pista e finisce sulla strada provinciale
Nessun ferito, ma pesanti disagi per il traffico aereo

CRONACA | 05-08-2016

Responsive image

Disastro aereo Metrojet: Sharm el Sheikh off limits per inglesi e olandesi
Incombe il sospetto di un attentato. Regno Unito e Olanda sospendono i voli

CRONACA | 05-11-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia