Incidenti aerei: da quello del Grande Torino alla tragedia del Chapecoens Molte stragi in volo hanno coinvolto squadre di calcio - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

30-11-2016

Incidenti aerei: da quello del Grande Torino alla tragedia del Chapecoens

Molte stragi in volo hanno coinvolto squadre di calcio


Responsive image

L’incidente aereo nei cieli della Colombia ha riportato alla mente le innumerevoli disgrazie che, dall’invenzione dell’apparecchio volante, hanno causato la morte di molte persone. Questa grande tragedia nel mondo del calcio è accaduta proprio ieri 29 novembre 2016, in cui 76 persone hanno perso la vita a Medellim in Colombia. Tra di loro, la stragrande maggioranza dei giocatori della squadra rivelazione sudamericana del Chapecoens. Nell'excursus storico si parte dall’incidente aereo di Monaco di Baviera, avvenuto il 6 febbraio 1958, quando il volo 609 della British European Airways si schiantò al suo terzo tentativo di decollo da una pista colma di neve mista a fango. A bordo vi era la squadra del Manchester United, i cosiddetti Busby Babes: in tutto morirono 23 dei 44 passeggeri.

 

Di incidenti aerei in cui sono state coinvolte squadre di calcio, se ne contano di svariati, alcuni con un numero molto elevato di vittime. Si ricorda quello di Santiago del Cile il 3 aprile 1961, in cui morirono 24 persone e che interessò la squadra dei Green Cross. L’11 agosto 1979 a Dniprodzerzyns’k, in Ucraina, ci furono ben 178 vittime, tra cui i giocatori della squadra del Paxtakor. L’8 dicembre 1987 l’Alianz Lima a Callao in Perù perse molti giocatori in un incidente, come anche la Nazionale di calcio dello Zambia il 27 aprile 1993 a Libreville nel Gabon. Ma mai quanto il Colourful nel Suriname nel 1989, in cui furono coinvolte 176 vittime. Cronologicamente primo è stato l'incidente aereo che è considerato la prima grande tragedia nel mondo del calcio internazionale: la scomparsa dei giocatori del Grande Torino il 4 maggio 1949, schiantatisi con il velivolo contro un fianco della collina dove sorge la basilica di Superga, di ritorno da una partita amichevole disputata in Portogallo con la squadra del Benfica.

 

In Italia, oltre alla strage del Grande Torino, si ricordano altri incidenti aerei.  Il primo per vittime è quello all’aeroporto di Linate-Malpensa dell’8 ottobre 2001, che provocò ben 118 vittime nello scalo milanese. L’incidente fu causato dalla collisione di due velivoli trovatisi sulla stessa pista nello stesso momento anche a causa della poca visibilità, per l’eccessiva nebbia. Il secondo per numero di morti, ma parecchio antecedente, è stato quello del volo Alitalia AZ 112 schiantatosi in fase di atterraggio contro la Montagna Longa, nei pressi dell’aeroporto di  Palermo- Punta Raisi, il 5 maggio 1972. Rimasero uccise 115 persone, cioè tutti i presenti a bordo del velivolo, 108 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio. Terzo per numeri di vittime in questo macabro elenco di incidenti aerei è il disastro di Punta Raisi del 23 dicembre 1978, che fu il secondo che interessò lo scalo palermitano. L’incidente del volo Alitalia 112 fece 108 vittime e fu attribuito a un errore dei piloti, mentre eseguivano le procedure per un atterraggio notturno. Ultimo di numero, ma non di importanza, è la strage di Ustica, avvenuta la sera di venerdì 27 giugno 1980, quando un aereo di linea della compagnia aerea italiana Italvia, decollato dall’aeroporto di Bologna e diretto allo scalo di Palermo, si aprì letteralmente in volo e cadde nelle acque tirreniche tra le isole di Ustica e Ponza. Nella disgrazia persero la vita tutti gli 81 occupanti dell’aereo. 

di Pierluigi Liguori
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Strage di Superga: 68 anni fa, una delle tragedie sportive più grandi della storia
Oggi si ricorda la favola del Grande Torino

SPORT | 04-05-2017

Responsive image

Serie A: il ricordo del Grande Torino tristemente scomparso nella tragedia di Superga
Sono passati 67 anni da quel 4 maggio 1949, quando l’aereo Fiat G.212 si schiantò contro il muraglione del terrapieno posteriore della Basilica di Superga

SPORT | 04-05-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia