Congiuntivo e non solo. Da Celentano a Jovanotti, quando l'errore grammaticale è nelle canzoni Questione di metrica o di barbarie linguistica? - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CULTURA

 

23-01-2017

Congiuntivo e non solo. Da Celentano a Jovanotti, quando l'errore grammaticale è nelle canzoni

Questione di metrica o di barbarie linguistica?


Responsive image

«Nulla apre gli occhi della memoria come una canzone», dice Stephen King. Se poi per scrivere canzoni si aprissero anche le pagine di una buona grammatica dell’italiano, non sarebbe male. Non sono poche, infatti, le canzoni italiane che, vuoi per motivi di metrica, vuoi per torpore linguistico dell’autore, contengono errori grammaticali al loro interno.

Un esempio ve lo avevamo già segnalato lo scorso anno nel presentarvi i testi delle canzoni in gara a Sanremo 2016. Lorenzo Fragola, cantando Infinite volte, osò dire, provocando in noi un brivido di molesto disturbo: «Sento come se hai paura». Alla faccia del ripasso del congiuntivo che, quel giorno di dodici anni fa, la maestra assegnò alla classe di Fragola, allora in quarta elementare.

 

E non diamo la colpa “ai giovani d’oggi che non sanno parlare”. Di congiuntivi sbagliati, come se non ci fosse un domani della lingua italiana, ne troviamo finanche in Celentano. Che in Una carezza in un pugno ha il coraggio di cantare: «Ma non vorrei che tu, a mezzanotte e tre, stai già pensando a un altro uomo». Ma noi pensiamo già a un altro errore grammaticale, e ricordiamo Vivo per lei di Bocelli e Giorgia, che di certo non vivono per salvare dalla morte il condizionale quando cantano: «Ci fosse un’altra vita, la vivo per lei».

 

Torniamo sul palco di Sanremo, e andiamo al 2014. Arisa presenta Controvento. Che è anche contro-grammatica. Ancora in disonore del congiuntivo, la trentacinquenne di Genova toppa ben due modi verbali su tre verbi: «Brucia nelle vene come se il mondo è contro te e tu non sai il perché».

Lasciamo il girone fertile del congiuntivo sbagliato e torniamo nel limbo degli errori grammaticali in genere. Incontriamo Nino Buonocore, che in Scrivimi canta: «A me basta di sapere che mi pensi anche un minuto». E l’unica cosa a cui ci fa pensare e ripensare è perché abbia infilato quel di tra basta e sapere. Ci imbattiamo poi in Jovanotti, e nel suo Ragazzo fortunato, che è molto meno fortunato in fatto di grammatica, quando annuncia: «Sono fortunato perché non c’è niente che ho bisogno». Magari, di un ripasso dell’uso dei pronomi relativi, sì.

di Vittoria Montesano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Le parole del Festival di Sanremo: nei brani stravince il tema dell'amore
Tra le canzoni in gara presenti anche testi umoristici e introspettivi

CULTURA | 07-02-2018

Responsive image

Il politichese è morto. Cosa pensa la Crusca del congiuntivo di Di Maio e della lingua dei politici
L'Accademia della Crusca definisce gli usi linguistici della classe dirigente 'volgari e di pessimo esempio'

POLITICA | 19-01-2017

Responsive image

So this is Christmas, ed è tempo di canzoni di Natale
Profonde o banali, ecco le colonne sonore delle nostre feste

CULTURA | 15-12-2016

Responsive image

Sanremo Giovani 2017, belle facce e brutte canzoni
Rime improbabili per esprimere concetti ancor più improbabili

CULTURA | 13-12-2016

Responsive image

Responsive image

Sesso. Più facile farlo che cantarlo
Le canzoni italiane 'fanno cilecca' quando ne parlano

CULTURA | 07-12-2016

Responsive image

Freddie Mercury, 25 anni fa la morte del genio dei Queen. 5 curiosità per 5 canzoni
Dallo scandalo dell’omosessualità nella cornice anni ‘80 alla confessione di essere affetto da HIV: il mito di Freddie Mercury

CULTURA | 24-11-2016

Responsive image

Rino Gaetano, l'eroe a tempo perso in cerca di stelle al neon
Il cantante moriva all'età di 30 anni il 2 giugno 1981

CULTURA | 02-06-2016



POLITICA

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato

Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

CRONACA

Responsive image

Racconto di una bella avventura che termina tra ricordi e riflessioni

Due anni di Pontilenews, di mare, di Ostia, di giornalismo



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image