Ignazio Marino, il Pd, il M5s e la mafia: storie di querele per diffamazione L'ex sindaco di Roma è stato rinviato a giudizio e sarà chiamato a difendersi il 24 gennaio 2018 - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

26-01-2017

Ignazio Marino, il Pd, il M5s e la mafia: storie di querele per diffamazione

L'ex sindaco di Roma è stato rinviato a giudizio e sarà chiamato a difendersi il 24 gennaio 2018


Responsive image

Ignazio Marino è stato querelato dal Movimento 5 Stelle per diffamazione. L'ex primo cittadino romano, il 21 gennaio 2015, nel corso di una conferenza stampa, aveva accostato il movimento di Grillo alla mafia rispondendo a una domanda dei giornalisti sui pentastellati, quando questi chiedevano le sue dimissioni dal Campidoglio e il commissariamento del Comune di Roma per infiltrazioni mafiose. Marino dichiarò allora: «Quelle del M5s sono le stesse richieste che facevano il signor Carminati e il signor Buzzi, che ora sono in carcere per associazione mafiosa. Il M5s, sperando di raccogliere maggiore consenso, fa le stesse richieste della mafia, cioè che gli onesti vadano a casa».

 

Marino è stato rinviato a giudizio dal gup Alessandra Boffi e il 24 gennaio 2018 dovrà rispondere davanti al giudice monocratico dell’accusa di diffamazione, malgrado la richiesta di proscioglimento avanzata dalla procura. L’accostamento del M5s alla mafia è stato dunque, fino a questo momento, ritenuto lesivo, andando oltre il diritto di critica politica.

 

All’indomani delle affermazioni di Marino, a dare notizia della querela nei suoi confronti fu il blog di Beppe Grillo: «Le dichiarazioni di ieri di Marino, con cui imputa al M5S comportamenti analoghi alla mafia nonché a Buzzi e Carminati, sono inaccettabili. Quereleremo il sindaco. Nel frattempo gli ricordiamo che anche lui, proprio come l'ex assessore Ozzimo (ora indagato) nonché la consigliera Pd Erica Battaglia, ha ricevuto finanziamento da Buzzi; che più di un esponente della maggioranza e della giunta risulta indagato e coinvolto nell'inchiesta; che il Pd romano è stato commissariato».

 

Dal momento che nessuno mai impara dall’esperienza, a ottobre 2016 la sindaca a Cinque Stelle di Roma Virginia Raggi è stata a sua volta querelata dal Partito Democratico. Così allora il tesoriere del Pd Francesco Bonifazi: «Il Pd ha dato mandato ai suoi legali di querelare il sindaco di Roma Virginia Raggi per le dichiarazioni diffamatorie nelle quali ha accostato il Pd alle vicende di Mafia Capitale. Continua da tempo la pratica dell'insulto e della menzogna da parte degli esponenti del M5s che puntualmente, una volta chiamati a rispondere delle loro affermazioni, ricorrono a tutti i privilegi per non farsi giudicare. Un conto è il dibattito politico, un altro è diffamare. Il Pd non lascerà passare questa pratica votata all'insulto e all'offesa». Intanto, negli stessi giorni, Matteo Renzi accostava a Mafia Capitale l’allora assessore all’Ambiente di Roma Paola Muraro. E fu subito querela per diffamazione anche per lui.

di Vittoria Montesano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato
Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

POLITICA | 31-05-2018

Responsive image

Governo, il secco 'no' di Mattarella fa saltare tutto. Nuove elezioni in vista
Il Presidente della Repubblica ha affidato a Carlo Cottarelli l'incarico di formare un nuovo governo

POLITICA | 28-05-2018

Responsive image

Conte tra M5s-Lega e Quirinale per discutere sul nodo Savona
“Dedicherò l'intera giornata di domani ad elaborare una proposta da sottoporre al presidente della Repubblica": Conte prepara una nuova proposta per il Colle

POLITICA | 25-05-2018

Responsive image

'Il reddito di cittadinanza rende più poveri e nega la dignità umana', parola di premio Nobel
L'economista Muhammad Yunus critica la soluzione alla povertà del M5s

POLITICA | 15-05-2018

Responsive image

Responsive image

Giorgetti e Fraccaro: due nomi per un Premier. Chi la spunterà?
Il primo è un immarcescibile esponente della Lega vicino alle banche; il secondo, del M5s, è un seguace della green economy

POLITICA | 14-05-2018

Responsive image

Governo, accordo M5s-Lega. Oggi l'incontro tra Di Maio e Salvini
Decisivo il comunicato di Berlusconi di ieri sera, ora spetta a Di Maio e a Salvini

POLITICA | 10-05-2018

Responsive image

Consultazioni governo: tutto pronto per dialogo tra M5s e Pd. Centrodestra fuori dai giochi
Al termine dei colloqui con Fico, sembra questa la via migliore per dare una nuova linea politica all’Italia

POLITICA | 27-04-2018



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia