‘Parliamone sabato’. Come la Rai gira la frittata per chiudere un programma fallimentare La trasmissione di Paola Perego è stata chiusa. Quali sono i veri motivi - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

21-03-2017

‘Parliamone sabato’. Come la Rai gira la frittata per chiudere un programma fallimentare

La trasmissione di Paola Perego è stata chiusa. Quali sono i veri motivi


Responsive image

Parliamone sabato, anzi non parliamone più. È questo il verdetto che gli indignati rappresentanti della Rai hanno emesso dopo la puntata andata in onda sabato scorso del programma condotto da Paola Perego. Una pagina imbarazzante della storia della televisione italiana che i dirigenti Rai hanno cercato di spazzare via con un colpo di spugna, cancellando il programma e marchiando la conduttrice con la lettera scarlatta della vergogna. Paradossalmente questo è stato il primo (e ultimo) riflesso di notorietà di cui ha goduto Parliamone sabato, un programma ombra che ha occupato per un po’ di tempo il palinsesto della rete ammiraglia in attesa di qualcosa di meglio. Almeno questo è quanto si può leggere tra le righe di una dichiarazione diffusa sui social Rai del direttore generale Antonio Campo Dall’Orto: «(La chiusura di Parliamone sabato ndr.) è anche  una decisione che accelera la revisione del daytime di RaiUno sulla quale peraltro stavamo già lavorando da tempo. Questo al fine di rendere i contenuti Rai sempre più coerenti ai valori che ne ispirano la missione».

 

Diciamo la verità, il 10-12% di share che totalizzava Parliamone sabato era un misero bottino rispetto al concorrente Verissimo (Canale 5)che ne conta il doppio. Un particolare di grande rilievo per la Rai che deve fare i conti con il pubblico che contribuisce in parte al mantenimento del servizio attraverso il canone. Checché ne dicesse Paola Perego che in un’intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni  si diceva orgogliosa del suo programma: «Se dopo 34 anni di lavoro con il mio piccolo programma ho l'opportunità di aiutare le persone questo mi fa stare bene e vado a dormire felice. E chi se ne frega degli ascolti». Ma immaginiamo che le notti della Perego non siano più così felici. Eppure una lancia in favore della sfortunata conduttrice è d’obbligo spezzarla.

 

Non è forse assurdo che il pubblico (vi invitiamo a dare un’occhiata al profilo Facebook della conduttrice) faccia ricadere le colpe del servizio mandato in onda solo sulla Perego? Ricordiamo che in ogni programma c’è un autore, o anche più di uno, che cerca le fonti dalle quali trarre un argomento da presentare in trasmissione. In questo caso non sappiamo cosa sia successo all’autore di turno che ha trovato attendibile un post sulle donne dell’Est pubblicato su Oltreuomo, che per chi non lo sapesse è un sito ironico e irriverente che di certo non si consulta per trovare un parere autorevole su un argomento. Oltre a questo, se il programma avesse avuto un ascolto lodevole, siamo proprio sicuri che la Rai avrebbe buttato il “bambino con l’acqua sporca”? È possibile di no. La storia della televisione ci insegna che molti sono stati i casi che hanno fatto gridare allo scandalo, ma nella maggior parte di questi chi ne ha pagato le conseguenze è stato solo il diretto interessato.

 

Ricordiamo Leopoldo Mastelloni che non ha messo piede nel piccolo schermo per ben 20 anni dopo aver bestemmiato durante il programma Blitz che andava in onda la domenica pomeriggio. Analoga situazione anche per Francesco Baccini, che fu espulso dal reality in onda sulla Rai Music Farm. E che dire del programma Coppie (Canale 5)condotto da Maria De Filippi, dove un partecipante bestemmiò mentre cercava di riconquistare la moglie? In nessuno dei casi il programma è stato chiuso. Certo, tutti casi non prevedibili a differenza di quanto avvenuto a Parliamone sabato, dove si è agito con premeditazione, ma se si fosse voluto trovare una soluzione meno drastica la si sarebbe trovata. Ora diamo un suggerimento alla Rai preso da Oltreuomo per la prossima puntata di Quark: 6 cose da fare quando avete paura che lei sia incinta.   

  

di Clara Pellegrino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Nonostante le polemiche, Insinna e Perego ancora in Rai
L’azienda di viale Mazzini scommette ancora sui due conduttori

CULTURA | 22-06-2017

Responsive image

Caso Rai e donne dell'Est. Il pubblico rincara la dose
Scoppia la polemica per la trasmissione condotta da Paola Perego su Rai1

CRONACA | 20-03-2017

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia