30 anni di Dirty Dancing: tra balli proibiti e maledizioni Il film festeggia il suo trentesimo anno dall’apparizione sul grande schermo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CULTURA

 

11-04-2017

30 anni di Dirty Dancing: tra balli proibiti e maledizioni

Il film festeggia il suo trentesimo anno dall’apparizione sul grande schermo


Responsive image

Trent’anni e non sentirli. Dirty Dancing festeggia il suo trentesimo anno dall’apparizione sul grande schermo, quando un Patrick Swayze quasi sconosciuto e una Jennifer Grey rimasta nell’ombra hanno fatto la loro prima comparsa a passi di mambo e danze sfrenate. Quei balli proibiti sono rimasti nell’immaginario di ogni spettatrice che, sicuramente, si sarà immedesimata in Baby (Jennifer Grey), brutto anatroccolo che si trasforma in cigno e conquista l’affascinante Johnny (Patrick Swayze), il ballerino che anima le serate dell’albergo dove la ragazza alloggia. Ma non è tutto oro ciò che luccica, tanto che intorno alla pellicola si è andata creando negli anni una leggenda dai contorni oscuri che prende le fila dal triste destino che ha segnato coloro che hanno preso parte alla lavorazione della pellicola, tanto da parlare di maledizione.

 

Partiamo dai protagonisti. A dispetto della leggendaria battuta detta da Johnny e che tutte vorremo sentirci dire almeno una volta nella vita «Nessuno può mettere Baby in un angolo», Baby nell’angolo c’è rimasta eccome. Catapultata nell’oblio dell’anonimato, l’attrice Jennifer Grey non ha più interpretato ruoli rilevanti nella storia del cinema. Chi invece ha abbandonato troppo presto il cinema, lasciando nella disperazione migliaia e migliaia di donne che sognavano il ciuffo plastico di Johnny tutte le notti, è il compianto Patrick Swayze. L’attore è morto nel 2009 a causa di un tumore al pancreas con conseguenti metastasi al fegato. Ma già nel 2000 Swayze rischiò la morte a causa di un incidente aereo dal quale uscì miracolosamente indenne.

 

Destino altrettanto sfortunato anche per l’attore Max Cantor che in Dirty Dancing intrepretava il cameriere di cui la ballerina Penny rimaneva incinta. L’attore è morto all’età di 32 anni, stroncato da un’overdose di eroina. Cantor aveva intrapreso anche la strada del giornalismo lavorando nel quotidiano newyorchese The Village Voice, trattando spesso articoli sulla tossicodipendenza. Tragici scherzi del destino che hanno fatto guadagnare al film l'appellativo di maledetto.   

di Clara Pellegrino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Dirty Dancing il musical. Al Gran Teatro di Roma si rivive lo splendore dei “balli proibiti”
Appena conclusesi le tappe romane del musical tratto dal film del 1987 con la coppia Patrick Swayze e Jennifer Grey

CULTURA | 22-12-2015

Responsive image


POLITICA

Responsive image

10 anni di Pd: tra malumori e scissioni, nozze di stagno del partito al Teatro Eliseo

L'evento in diretta dalla pagina Facebook ufficiale del Pd e da quella del segretario...

ESTERI

Responsive image

Usa, dopo Weinstein è il turno di Trump: il presidente indagato per molestie sessuali

«Quando sei una star, le donne te lo lasciano fare». Lo aveva dichiarato il tycoon nel...

CRONACA

Responsive image



SALUTE

Responsive image

In Italia primo caso al mondo di tumore allo stomaco asportato con endoscopia

La paziente è stata in grado di lasciare l'ospedale tre giorni dopo l'intervento

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Falla nel Wi-Fi: connettersi non è più sicuro. Siamo tutti a rischio

A rischio di attacco hacker tutti i dispositivi connessi con reti protette da password


Responsive image

SPORT

Responsive image

Una Lazio eroica batte la Juve e conquista anche 'Osho'

Con il 2 a 1 di sabato, i biancocelesti espugnano il fortino Stadium. Federico Palmaroli,...

MUNICIPIO DEL MARE

Durante il sesto appuntamento con i cittadini, il candidato parlerà di sport e verde


Responsive image