Mp3, i ricordi non smetteranno di suonare C’è chi parla della sua morte, chi dice si apra una nuova epoca - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SCIENZE E TECNOLOGIA

 

17-05-2017

Mp3, i ricordi non smetteranno di suonare

C’è chi parla della sua morte, chi dice si apra una nuova epoca


Responsive image

Il 23 aprile la Fraunhofer Institute for Integrated Circuits, che ha contribuito fortemente allo sviluppo del formato Mp3 con Technicolor, avvertiva con un comunicato ufficiale che «negli Usa è cessato il programma sulle licenze e software legati all’Mp3». Questo non sancisce la fine dell’utilizzo del codec. Stabilisce bensì che non sarà più necessario pagare il contributo per le licenze all’azienda. «Oggi ci sono dei formati molto più efficienti sul mercato», si legge ancora nel comunicato. Già Spotify, Apple Music e Tidal utilizzano da qualche anno i codec OGG, AAC (già adottato da diversi servizi tra cui YouTube) e FLAC. Formati meno conosciuti ma comunque di alta qualità.

 

L’Mp3 è un formato audio compresso sviluppato circa 25 anni fa per la diffusione della musica digitale sul web. La minore qualità della musica si sposa con la comodità. Il lettore Mp3, "portatile" persino durante il jogging, è stato spesso sfoggiato negli ultimi anni in diverse forme e cromature. Negli anni 2000, diventato il metodo di riferimento per il commercio dell’industria musicale, l’Mp3 ha guadagnato un’ampia fetta di torta nella panoramica delle vendite nel settore musicale degli USA, determinando un autentico distacco dal supporto materiale dal quale fino a quel momento la musica era stata strettamente dipendente. 

 

Ma facciamo un passo indietro nella storia della musica. Non tutti forse ricorderanno il compact disc, inventato nel 1982 da James Russel, inizialmente troppo costoso per competere con walkman o autoradio. O le musicassette, create dalla Phillips nel 1963. Scatoline in plastica con nastro magnetico, hanno affascinato più di una generazione. In questi supporti si ascoltava di tutto: dalle fiabe della nonna, alle registrazioni audio di poesie e canzoncine imparate tra i primi banchi di scuola. Come dimenticare l’innovativo metodo della bic infilata nei forellini della cassetta per mandare all’inizio la registrazione.

Mp3 sì, Mp3 No, alta qualità o meno, i nuovi formati non avranno mai il fascino senza epoca dei vinili. Ebbene sì, sembra che negli ultimi anni con il ritorno della moda anni ‘80 siano tornati nelle case dei più fortunati, o appassionati anche questi supporti. Forse poco pratici da portare con noi, ma in grado di ritagliare alla musica quel momento da protagonista che meritava

di Noemi Loene

 





Responsive image
Responsive image


POLITICA

Responsive image

Cappato e gli 'atti di disobbedienza civile': ora vende semi di cannabis online

L'esponente dei Radicali lo annuncia sulla sua pagina Facebook

ESTERI

Responsive image

Regno Unito: 5 volte vittima di terrorismo in 12 anni

Dal 2005 al 2017, la Gran Bretagna ha dovuto affrontare cinque attentati terroristici,...

CULTURA

Responsive image

Strage di Capaci, 25 anni dopo. Insieme si può fare di più

25 anni fa Giovanni Falcone veniva assassinato da Cosa Nostra. Tante iniziative oggi in...



SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

#WhatsAppDown, per fortuna c'è Twitter

L'importante è condividere


Responsive image

SPORT

Responsive image

Addio a Nicky Hayden. Il pilota americano perde la sua gara più importante

Coinvolto in un incidente stradale, è deceduto all’ospedale di Cesena


Responsive image