Rai perde colpi. E soprattutto conduttori Di sicuro il nome di Nicola Savino. Possibili Giletti, Clerici, Fazio, Conti, Angela e Bianchi - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

18-05-2017

Rai perde colpi. E soprattutto conduttori

Di sicuro il nome di Nicola Savino. Possibili Giletti, Clerici, Fazio, Conti, Angela e Bianchi


Responsive image

Mamma Rai perde colpi. E soprattutto conduttori. Di sicuro per ora c’è il nome di Nicola Savino, che lascerà la storica tv pubblica per quelli di Mediaset. Dopo quattro edizioni nel programma sportivo di “Quelli del calcio”, nella prossima stagione il conduttore dal baffetto alla francese e con un umorismo sorprendente entrerà a far parte dello staff delle “Iene”. Lì lo attende un contratto biennale che prevede 37 prime serate e un progetto top secret, come rivela il settimanale Oggi. Un'epidemia quella che sta colpendo la Rai che non si arresta. Ma per colpa di chi o di cosa?

 

Sicuramente la minaccia del tetto agli stipendi ha fatto la sua parte e chi può certamente se ne va verso emittenti più remunerative. Già, perché dopo manager e giornalisti la paura del taglio stipendi potrebbe riguardare anche i conduttori che, appunto, emigrano altrove. Si rumoreggia che siano in procinto di salutare la tv pubblica diversi volti noti: Massimo Giletti che nell’ultima puntata dell’Arena ha detto: «Questa puntata lascia aperto un futuro mio personale che, per correttezza, vi dico, non so dove mi porterà il prossimo anno». Si rumoreggia che altri pezzi da novanta della Rai possano lasciare, tra questi la regina dei fornelli Antonella ClericiFabio Fazio e Carlo Conti che, nonostante non abbia mai rilasciato dichiarazioni pubbliche in merito, si dice da tempo che potrebbe passare tra le scuderie di Mediaset. E ancora Alberto Angela, l’idolo della cultura in Rai, e Diego Bianchi, forte della conduzione a Gazebo, che si potrebbe vedere a La7. Dall’altra parte però, c’è da dire che alla vigilia della presentazione dei palinsesti autunnali è prassi che i conduttori “se la tirino” un pochino, lasciando un po’ di suspense sul futuro per alzare le loro quotazioni.

 

Ma attenzione conduttori: un noto detto popolare vi mette in guardia. “Chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa quello che perde, ma non quello che trova”. Già,  perché il 2016 per Mediaset si è chiuso con un buco in rosso di circa 294,5 milioni di euro, il peggiore della storia. 

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Fiumicino, un lungo weekend di eventi per bambini nell'area archeologica del Porto di Traiano
Iniziative gratuite per i più piccoli dal 5 al 7 maggio

MUNICIPIO EVENTI | 04-05-2017

Responsive image

Atac, livello di inglese: non pervenuto
Da “train of hours” sulla Roma-Lido a “Anderground” alla stazione Tiburtina: gli strafalcioni in lingua inglese di Atac

CRONACA | 20-04-2017

Responsive image

San Valentino, perché molti detestano la festa degli innamorati
Dolci, fiori, regali e cene fuori: il 14 febbraio sta per arrivare

CULTURA | 06-02-2017

Responsive image

Canone Rai 2017, ultimo giorno per non pagarlo
Il 31 gennaio scade il termine per presentare la domanda di esenzione. Cosa succede se non si fa in tempo?

CRONACA | 31-01-2017

Responsive image

Responsive image

Grandi ritorni al cinema: i film più attesi del 2017
Da Blade Runner, passando per Trainspotting e Alien, fino a Jumanji

CULTURA | 04-01-2017

Responsive image

Rai, il Natale è Disney
Programmazione e orari dei classici in onda per le feste natalizie

CULTURA | 14-12-2016

Responsive image

Referendum: le tentazioni di Berlusconi
L'ex Cav e Mediaset divisi dal voto

POLITICA | 26-11-2016



POLITICA

Responsive image

Cappato e gli 'atti di disobbedienza civile': ora vende semi di cannabis online

L'esponente dei Radicali lo annuncia sulla sua pagina Facebook

ESTERI

Responsive image

Regno Unito: 5 volte vittima di terrorismo in 12 anni

Dal 2005 al 2017, la Gran Bretagna ha dovuto affrontare cinque attentati terroristici,...

CULTURA

Responsive image

Strage di Capaci, 25 anni dopo. Insieme si può fare di più

25 anni fa Giovanni Falcone veniva assassinato da Cosa Nostra. Tante iniziative oggi in...



SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

#WhatsAppDown, per fortuna c'è Twitter

L'importante è condividere


Responsive image

SPORT

Responsive image

Addio a Nicky Hayden. Il pilota americano perde la sua gara più importante

Coinvolto in un incidente stradale, è deceduto all’ospedale di Cesena


Responsive image