CasaPound, i comunisti e il 'bel culo': lezioni di politica con Nina Moric Facebook è la lavagna perfetta per spiegare un'ideologia - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

31-05-2017

CasaPound, i comunisti e il 'bel culo': lezioni di politica con Nina Moric

Facebook è la lavagna perfetta per spiegare un'ideologia


Responsive image

Nina Moric sta con CasaPound. «Collaborerò con loro nelle attività sociali e mi occuperò di aspetti legati alla comunicazione», dichiarava lo scorso 17 marzo al Corriere.it. E da lì, per lei, astenersi dal commentare la politica quotidiana, italiana ed estera, è diventato sempre più impossibile: l’ultimo mese di post su Facebook lo dimostra ampiamente.

La modella croata, sulla sua pagina Facebook, il 15 maggio scorso sentenziava: «L’Italia è una Repubblica fondata sul parere di Nina Moric». Tanto per farvi capire l’ideologia. Appena due giorni prima lamentava l’assenza del suo nome nella lista periodicamente stilata da Daniele Baroncelli sulla crescita di popolarità dei politici italiani su Facebook: «Perché io, che sarei al 13esimo posto, e soprattutto al primo posto per crescita settimanale su Facebook per la 14esima settimana consecutiva, non sono in questa lista?». Perché qualcuno non annovera la neo adepta di CasaPound tra i politici, evidentemente. Ma Nina non demorde, e ce la mette tutta per dimostrare la sua verve politica.

 

Contro i comunisti. 13 maggio, Nina Moric su Facebook: «Una volta si diceva “lui è il mio fidanzato”, oggi si dice “compagno”. Attenzione: sono i comunisti che ci stanno manipolando». 7 maggio: «A Milano un migrante di 30 anni si è impiccato alla stazione Centrale. Questa è la prova che le ONG finanziate da Soros, dal Pd, da Fi, Fdi e in passato pare anche da M5s portano persone qui dalle coste libiche raccontando favole. Io mi stringo a tutti i cari del profugo suicida. Le uniche morti per cui non piangerò sono quelle di voi europeisti, buonisti, ipocriti e comunisti».

Quello che conta in politica. La neo attivista di CasaPound sa bene che per fare politica quello che conta davvero è avere «un bel culo»: «Il vantaggio non dovreste sottovalutarlo: se un giorno per assurdo sparassi una cazzata, potrei sempre postare una foto in intimo, e magicamente nessuno se ne ricorderebbe» (4 maggio). E ci tiene a difendere i suoi ideali: «A volte, quando leggo le vostre critiche ai miei ideali, immagino che dall'altro lato ci sia un docente universitario, un economo, uno statista, un filosofo. Poi apro il profilo Facebook e niente: “Lavora presso me stesso"».

 

Nina Moric è consapevole della sua evoluzione a esempio politico di un’intera generazione. «La mia evoluzione a maître à penser sta dando i primi frutti. Mi arrivano a casa mediamente 3 libri al giorno manco fossi una casa editrice. E le mutande e i reggiseni ho iniziato ad andarmeli a comprare manco fossi una persona qualunque», si è sfogata il 16 maggio su Facebook.

La neo affiliata a CasaPound sa quali armi usare nelle battaglie politiche.  Il 18 maggio, su Facebook, ha scritto: «Dovremmo decidere tutte insieme di non darla più ai grillini». E, restando in tema, il 24 maggio, in occasione della visita in Italia di Donald Trump, ha sentenziato: «Melania non gli dà la mano, figuriamoci la patata». Ancora sbirciando nella politica estera, il 25 maggio: «Nell'Italia che vorrei, Nina Moric come Theresa May».

 

Contro gli animalisti. 20 maggio: «Oggi vedo gli animalisti protestare persino contro lo shampoo testato sugli animali. Io vorrei capire chi è il genio che sostiene che un topo con i capelli voluminosi è un topo triste». Così il 26 maggio: «Il Partito Animalista della Brambilla è una costola di Forza Italia, la Lega ha fra i propri elettori una folta presenza di cacciatori veneti. A Parma, dove fra 2 settimane si elegge il Sindaco, tutti insieme candidano Laura Cavandoli. E ancora avete il coraggio di chiedermi perché ho scelto CasaPound?».

 

L’ultimo sermone politico risale alla mattinata di oggi 31 maggio. Nina Moric ha capito una cosa della politica: «Ho fatto 20 anni di moda e 3 mesi di politica e c'è una cosa che posso già affermare con certezza: la moda è una cosa seria, mentre la politica è una barzelletta». Dopo una serie di confronti tra i due campi, la nuova attivista di CasaPound ha asserito: «Acquistare un capo sbagliato vi porterà nel peggiore dei casi davanti a Enzo Miccio, i voti sbagliati invece portano conseguenze come recessione, disoccupazione, povertà. La politica, lo ammetto, non mi piace, ma proprio per questo sogno di cambiarla». Con Casapound. Ieri 30 maggio, a Un giorno da pecora, su Radio1, Nina Moric ha chiarito che si candiderà con il partito in alcune liste, ma mai come premier. E ha detto di non essere scoraggiata dalla soglia di sbarramento del 5% della nuova legge elettorale: «CasaPound può superare questa percentuale tranquillamente». Staremo a vedere.

 

Foto da pagina ufficiale di Facebook di Nina Moric

di Vittoria Montesano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Elezioni X Municipio: i big a sostegno dei candidati
Meloni incontra Picca, Marsella risponde con Nina Moric, Raggi ‘va a cena’ con Di Pillo

MUNICIPIO POLITICA | 18-10-2017

Responsive image

Elezioni X Municipio, Nina Moric arriva a Ostia per sostenere Luca Marsella (CasaPound)
Venerdì 20 ottobre al ristorante Il Lago nel Parco, la showgirl presenzierà all’evento firmato CasaPound. Sono attesi 300 ospiti

MUNICIPIO POLITICA | 17-10-2017

Responsive image

Migranti, Nina Moric vs Virginia Raggi: 'Può copiare CasaPound, ma io sono più figa'
Intanto oggi sono arrivate nuove dichiarazioni della sindaca di Roma, che ha corretto il tiro rispetto a quelle dei giorni scorsi

POLITICA | 15-06-2017

Responsive image

Nina Moric è l'esempio di come non usare Facebook per far parlare di sé
La modella si era nascosta, non era scomparsa

CRONACA | 14-08-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia