Roma. Raggi, guerra ai centurioni: 'Atteggiamenti aggressivi e inadeguatezza storica' Ordinanza del Comune: ‘Considerati lesivi del decoro della città e della sicurezza di turisti e cittadini’ - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

15-07-2017

Roma. Raggi, guerra ai centurioni: 'Atteggiamenti aggressivi e inadeguatezza storica'

Ordinanza del Comune: ‘Considerati lesivi del decoro della città e della sicurezza di turisti e cittadini’


Responsive image

La sindaca Virginia Raggi ha firmato ieri, 14 luglio, l’ordinanza anti-centurioni, che sarà in vigore fino a ottobre 2017, e che vieta l’attività dei figuranti a Roma. La pena per i trasgressori: multe di 400 euro. Il provvedimento, come si legge nel testo dell’ordinanza, è stato preso per garantire la fruibilità e la vivibilità da parte dei turisti e della cittadinanza dei beni culturali, assicurando il decoro e la sicurezza nelle aree interessate al fenomeno.

Non è la prima volta che si cerca di affrontare la questione dei cosiddetti “centurioni”, ovvero quei personaggi travestiti da antichi romani che si rendono disponibili a farsi fotografare davanti ai principali siti storici romani. Il compenso in teoria è facoltativo, diciamo una libera offerta. Spesso, però, proprio libera non è: sono stati documentati diversi casi in cui questi signori pretendevano di essere pagati, stabilendo anche la cifra. Diversi programmi, come La Gabbia di La7, hanno documentato con alcuni servizi gli atteggiamenti intimidatori e spesso violenti dei finti centurioni romani. Nel 2015 il giornalista rumeno Christian Sabbagh ha pubblicato su una tv rumena un reportage completo di video in cui ha documentato le minacce e le pressioni subite in prima persona da un gruppo di figuranti che “lavoravano” davanti al Colosseo.  

 

Raggi ha detto basta a questi «comportamenti rilevati lesivi della sicurezza urbana». Il 27 aprile era stata sospesa un’altra ordinanza contro l’attività dei centurioni, emessa dalla sindaca il 1 dicembre, per decisione del Tar. Il Tribunale ha appoggiato il ricorso di un gruppo di centurioni, non riconoscendo il caso di “emergenza” che avrebbe giustificato il divieto. Alcuni di loro avevano richiesto più volte il diritto ad essere riconosciuti come artisti di strada e che la loro attività fosse regolamentata. Per ora l’ordinanza non lascia spiragli e vieta «qualsiasi attività che preveda la disponibilità ad essere ritratto come soggetto in abbigliamento storico ( ad esempio come centurioni) in fotografie e/o filmati, anche senza richiesta di corrispettivo in denaro».

 

L’ordinanza anti-centurioni richiama quanto stabilito dal decreto legge n.14 del 20 febbraio 2017, convertito nella legge n. 48 del 18 aprile 2017, in base al quale il sindaco può adottare provvedimenti per porre fine a situazioni di grave incuria o degrado del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana. Contro l’attività dei centurioni la sindaca Raggi e il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, che ha richiesto un intervento dell’amministrazione di Roma Capitale, pongono anche l’inadeguatezza della ricostruzione storica che questi figuranti propongono, lesiva del patrimonio culturale di Roma e priva di fondamento storico. Inoltre la loro attività, sempre secondo l’ordinanza, influirebbe negativamente sulla circolazione stradale, impedendo la godibilità dei monumenti ai turisti e ai cittadini. Nel documento sono descritti precisamente le vie e i siti ai quali l’ordinanza si riferisce precisamente, ma si parla di tutto il territorio incluso nel perimetro riconosciuto come sito dell’Unesco, in sostanza il Centro Storico della città. 

 

La sindaca Raggi, sul suo profilo Facebook, ha commentato l’ordinanza: «Vogliamo rilanciare e valorizzare la nostra meravigliosa città, in tutte le sue componenti. Per farlo è necessario ristabilire decoro e sicurezza, affinché chiunque si trovi a proprio agio e non venga disturbato mentre passeggia o visita qualche luogo d’interesse». 

di Sara Iacono

 





Responsive image
Responsive image


POLITICA

Responsive image

Governo o non Governo, questo è il problema: secondo tentativo per la Casellati

Proseguono le consultazioni. Entro venerdì la Presidente del Senato dovrà...

ESTERI

Responsive image

Cosa succede in Medio Oriente? Caos e guerre: il mondo resta a guardare.

Ci siamo chiesti a cosa è dovuto questo silenzio.

CULTURA

Responsive image

Quei prepotenti del Mep che tappezzano i muri di poesie

A noi è capitato di trovarli a Siena, ma i poeti urbani sono dappertutto



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale

I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a...

MUNICIPIO DEL MARE

Alla conferenza stampa di questa mattina presente anche Giuliana Di Pillo


Responsive image