Bernardeschi-Baggio: destini bianconeri incrociati e tifosi ‘viola’ di rabbia Il passaggio di due grandi talenti dalla Fiorentina alla Juventus, tra rivolte, striscioni e una ‘sciarpa’ - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

22-07-2017

Bernardeschi-Baggio: destini bianconeri incrociati e tifosi ‘viola’ di rabbia

Il passaggio di due grandi talenti dalla Fiorentina alla Juventus, tra rivolte, striscioni e una ‘sciarpa’


Responsive image

18 maggio 1990: Roberto Baggio, giocatore simbolo, fuoriclasse senza tempo, numero 10 della Fiorentina, passa alla Juventus per 25 miliardi di lire, cifra record a quell’epoca.
21 luglio 2017: Federico Bernardeschi, giocatore simbolo, giovane talento di grande prospettiva, numero 10 della Fiorentina, passa alla Juventus per 40 milioni di euro, cifra importante per un 23enne.


In quella calda giornata di 27 anni fa, Firenze scese in piazza, si ribellò, come se Baggio fosse patrimonio di tutti, come se appartenesse a quella città, come se in mezzo alla storia, alla cultura, all’arte presente a Firenze, un artista che dispensasse arte contemporanea, che disegnasse calcio, fosse indispensabile. Non un misero gruppo di tifosi, non gli ultrà più sfegatati, tutti, ma proprio tutti quel pomeriggio non volevano accettare un addio così doloroso e lo dimostrarono in maniera forte, anche violenta, con numerosi scontri con la polizia sotto la sede della Fiorentina. Il Divin Codino, però, durante tutta la sua carriera, ha sempre dimostrato che prima di essere uno straordinario calciatore, è stato un uomo altrettanto grande, tale da essere amato e quasi “venerato” da tutti gli appassionati di calcio italiani, pur avendo cambiato numerose maglie, pur avendo giocato in diversi stadi. Il 7 aprile 1991, Baggio torna all’Artemio Franchi con la maglia numero 10 della Juventus e proprio ai bianconeri viene affidato un penalty: il rigorista prescelto è lui, ma rifiuta, è più forte di lui. Troppa l’emozione, troppo l’amore che aveva avvertito dai tifosi viola. Poco dopo, viene sostituito e dagli spalti del Franchi gli viene lanciata una sciarpetta della Fiorentina. La afferra e la stringe forte al petto, in segno di amore eterno per Firenze e per quella gente che non lo ha mai dimenticato.

 

Analogie, paragoni, destini incrociati. Juventus che accoglie un campione, Fiorentina che vende il suo pezzo più pregiato alla sua più acerrima rivale. Certo, andiamoci piano: Baggio è la storia del calcio italiano, Bernardeschi soltanto un giovane talento che ha ancora tanto da dire e tutto da dimostrare.

 

La lunga trattativa che ha portato Federico Bernardeschi a vestire la maglia bianconera è stata sicuramente altrettanto tormentata. I tifosi viola ancora una volta hanno alzato la voce, non hanno digerito un altro-alto tradimento, hanno espresso il loro dissenso tramite vari striscioni appesi nel ritiro viola di Moena, dove il talento di Massa-Carrara non si è mai presentato. Bernardeschi aveva recentemente dichiarato di apprezzare la destinazione Juventus, parole che i tifosi viola non hanno di certo facilmente digerito e hanno risposto per le rime: “A chi non piacerebbe sputarti in faccia? Bernardeschi gobbo di m….”. Eppure, come per Roby Baggio, anche nel destino di questo talento, che per assonanza l’arte fiorentina la ricorda anche dal cognome (Bernardeschi-Brunelleschi), c’è una sciarpa. Una sciarpa di colore bianconero, che il sindaco di Viareggio gli offrì per posare per una foto: la stessa che il talento dell’under 21 rifiutò in segno di rispetto, illudendo quella gente che si stava affezionando a lui. 

 

di Francesco Margiotta

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Serie A, Roma e Lazio impegnate in due big match
Le due squadre capitoline contro Napoli e Juventus

SPORT | 14-10-2017

Responsive image

Finale Champions: dagli sfottò social alle campane, la notte dell’Italia antijuventina
Dagli interisti ai napoletani: una sconfitta che fa gioire

SPORT | 05-06-2017

Responsive image

Italia-Spagna, in Champions è quasi un classico
Quella di Cardiff sarà l’ottava sfida tra le squadre rappresentanti dei due Paesi

SPORT | 15-05-2017

Responsive image

Monaco–Juve. La Signora a corte, nella meravigliosa cornice di Montecarlo
Grande attesa in vista della simifinale di Champions di questa sera

SPORT | 03-05-2017

Responsive image

Responsive image

Calciopoli, il Tar chiude la porta in faccia alla Juve
Respinto il ricorso per un maxi risarcimento presentato dal club bianconero

SPORT | 06-09-2016

Responsive image

La Lazio non sfata il tabù: è ancora vittoria della Juventus
Decide un gol di Khedira. Momenti di commozione per le vittime del terremoto

SPORT | 27-08-2016



POLITICA

Responsive image

10 anni di Pd: tra malumori e scissioni, nozze di stagno del partito al Teatro Eliseo

L'evento in diretta dalla pagina Facebook ufficiale del Pd e da quella del segretario...

ESTERI

Responsive image

Usa, dopo Weinstein è il turno di Trump: il presidente indagato per molestie sessuali

«Quando sei una star, le donne te lo lasciano fare». Lo aveva dichiarato il tycoon nel...

CRONACA

Responsive image

CULTURA

Responsive image

Fine sì? Fine no?: gli Elio e le Storie Tese si sciolgono, davvero

Il gruppo annuncia la decisione con ironia, in un servizio mandato in onda ieri sera alle...



SALUTE

Responsive image

In Italia primo caso al mondo di tumore allo stomaco asportato con endoscopia

La paziente è stata in grado di lasciare l'ospedale tre giorni dopo l'intervento

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Falla nel Wi-Fi: connettersi non è più sicuro. Siamo tutti a rischio

A rischio di attacco hacker tutti i dispositivi connessi con reti protette da password


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Durante il sesto appuntamento con i cittadini, il candidato parlerà di sport e verde


Responsive image