Roma, Il M5s porta i tassisti a lezione di inglese Dalle prossime settimane, verranno riformati per migliorare ulteriormente le forme di accoglienza verso la clientela - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

02-10-2017

Roma, Il M5s porta i tassisti a lezione di inglese

Dalle prossime settimane, verranno riformati per migliorare ulteriormente le forme di accoglienza verso la clientela


Responsive image

È notizia di oggi che il Comune di Roma, in vista delle nuove procedure di accoglienza turistica, nelle prossime settimane inaugurerà dei percorsi formativi per i tassisti. I corsi saranno estesi fino a 750 guidatori. L’obiettivo sarà quello di formare i conducenti verso la “cultura dell’ospitalità”, nei riguardi dei turisti nostrani e non. I corsi consisteranno nell’apprendimento di una nuova qualità del servizio, dell’inglese pratico, del marketing relazionale e di percorsi originali di Roma. A sostenere questo nuovo programma vi è l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro, Adriano Meloni, il quale afferma che «i tassisti rappresentano uno dei primi biglietti da visita della città e della sua ospitalità», come si legge in una nota del ComuneL’assessore aggiunge che «l’obiettivo è quello di condividere un “galateo culturale” determinante nel restituire esperienze di viaggio piacevoli e positive, che rendano il turista “ambasciatore di Roma nel mondo».


Lo stesso assessore ai Trasporti Linda Meleo, ancora in una nota del Comune di Roma, si è espressa positivamente su questa nuova proposta affermando che «i turisti che arrivano nella Capitale potranno trovare figure maggiormente preparate che li accompagneranno alla scoperta di Roma. Crediamo che migliorare il servizio significhi partire anche dalla formazione ed è questo lo scopo per rinnovare la cultura dell'accoglienza».

 

Dopo la questione Taverna-Soffokati, siamo a un’altra puntata della simpatia tra Movimento Cinque Stelle e tassisti? Oppure l’amministrazione grillina ha captato davvero l’arretratezza in cui versa il sistema dei trasporti a Roma? Dopo la porta sbarrata a Uber, un passo indietro nei confronti dell’Europa, ora i tassisti sono chiamati a una riformazione. Che questa porti almeno alla diminuzione degli stereotipi delle critiche e degli impreparati a lezione di inglese? Dopo i corsi targati M5s non ci sarà più alcun turista scaricato perché colpevole di non parlare italiano? Non ci sarà più alcun episodio di mancato rispetto del codice stradale? Chissà, magari non ci sarà neanche più traffico? Ai posteri l’ardua sentenza.

 di Valerio Marcangeli

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Roma, che Dio tassista
La Capitale tra le proteste dei tassisti, l’incontro con Delrio e l’appoggio di Virginia Raggi

CRONACA | 22-02-2017

Responsive image


ESTERI

Responsive image

Cosa succede in Medio Oriente? Caos e guerre: il mondo resta a guardare.

Ci siamo chiesti a cosa è dovuto questo silenzio.

CRONACA

Responsive image

Nord e sud Italia: un divario incolmabile

I dati dell'Istat sulla disparità economica e sanitaria in Italia

CULTURA

Responsive image

Quei prepotenti del Mep che tappezzano i muri di poesie

A noi è capitato di trovarli a Siena, ma i poeti urbani sono dappertutto



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Europa League. Follia Lazio: in sei minuti gettata via la semifinale

I biancocelesti crollano contro il modesto Salisburgo. Ora arriva il derby per provare a...

MUNICIPIO DEL MARE

Alla conferenza stampa di questa mattina presente anche Giuliana Di Pillo


Responsive image