Reati in Italia: percezione vs dati Delittuosità in calo secondo il Ministero degli Interni - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

10-10-2017

Reati in Italia: percezione vs dati

Delittuosità in calo secondo il Ministero degli Interni


Responsive image

Reati in calo. In Italia, come si apprende dall’ultimo dossier pubblicato dal Ministero degli Interni (agosto 2017), l’andamento delle delittuosità è in discesa. Dato che sorprende non poco se si considerano i continui fatti di cronaca di cui ci informano i media e che parte della classe politica spesso utilizza in propaganda elettorale. Guardando le cifre nel dettaglio, i delitti nell’ultimo anno sono scesi del 12,4% rispetto al 2016 (1.286.856 contro 1.463.156). Le rapine hanno visto un calo dell’11,33%, i furti del 10,29%, gli omicidi del 15%. Per quanto riguarda la lotta alla criminalità organizzata, le misure per la sicurezza adottate per il controllo capillare del territorio - con 192 unità aggiuntive di personale specializzato - da gennaio a luglio 2017 hanno prodotto l’arresto di 1133 mafiosi, 30 latitanti di rilievo (di cui uno di massima pericolosità) e 112 operazioni di polizia.

 

Ancora in tema di sicurezza, nel 2017 vediamo aumentare rispetto al 2016 la presenza di impianti di antifurti e videosorveglianza per le abitazioni, per i quali, riferisce Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) al Sole 24 Ore, solo il 15% degli italiani stipula un’assicurazione per furto. Ad incidere sul calo dei furti d’auto invece è la diffusione di dispositivi satellitari, di cui l’Italia detiene il primato e che funzionano da antifurto e geolocalizzazione facilitandone il ritrovamento.

L’unico trend in crescita sembra essere quello delle frodi informatiche, da considerare prevedibile con l’aumento degli utenti di internet e della loro poca esperienza nella gestione dei dati.

 

Nel complesso, la situazione, dalla lettura dei numeri presentati dal Ministero degli Interni, è migliorata in tutto il territorio italiano, dove si differenziano i reati da regione a regione. Chiaramente i dati raccolti si basano sulle denunce presentate alle autorità, e rivolgersi alle autorità è sintomo di fiducia di riposta da parte delle istituzioni. In base al numero di denunce presentate, dunque, Milano e Torino sono le città italiane più “delittuose”, specie in riferimento al reato di furto.

di Barbara Pignataro

 





Responsive image
Responsive image


POLITICA

Responsive image

ESTERI

Responsive image

Melbourne: Suv sulla folla

La polizia: 'Atto deliberato'. Due arresti

CULTURA

Responsive image

L'età del caos. Viaggio nell'America di Donald Trump

Dal 29 al 30 gennaio uno spettacolo di giornalismo al teatro Vittoria di Roma



SALUTE

Responsive image

In Italia primo caso al mondo di tumore allo stomaco asportato con endoscopia

La paziente è stata in grado di lasciare l'ospedale tre giorni dopo l'intervento

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Roma, Google Street View ci paparazza nelle stazioni metro

Dal 14 al 21 novembre tutti in posa in 11 stazioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Mondiali 2018. Come sarebbe andata con la nostra formazione?

Italia-Svezia: tridente ElSha-Immobile-Insigne

MUNICIPIO DEL MARE

Messo in sicurezza dai residenti la struttura che collega via Carlo Bonucci a via Antonio Taramelli


Responsive image