Vegetariani, vegani, fruttariani, pescetariani e melariani: quando la 'conversione' è nel frigo Non solo dieta, ma anche filosofia di vita - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CULTURA

 

12-10-2017

Vegetariani, vegani, fruttariani, pescetariani e melariani: quando la 'conversione' è nel frigo

Non solo dieta, ma anche filosofia di vita


Responsive image

Chi sono i vegani, i vegetariani, e tutti i loro cugini lontani e vicini (fruttariani, pescetariani e melariani)? Innanzitutto, il 7% degli italiani, secondo i dati del rapporto Eurispes 2016, è vegetariano, e l’1% vegano. Sei vegetariano se fai una scelta d’amore per la vita e per gli animali e mangi esclusivamente prodotti vegetali, in armonia con la terra. Sei vegano se rifiuti di mangiare la carne e tutti i suoi derivati: latte, uova, formaggi e miele e ti alimenti di proteine derivanti dal glutine del grano (seitan) e dal latte di soia (tofu). Sposando questa filosofia, addio perle e pellicce, insieme a tutti i prodotti per la cura della persona e della casa testati sugli animali. Un lavoro a tempo pieno davvero, per il quale ecco nascere catene alimentari veg, veganbistrot, ristoranti cruentlyfree.

 

Le motivazioni che spingono a sposare una dieta vegetariana o vegana? In primis la salute: il boom degli “iscritti” in questo nuovo “circolo”, come emerso dal 47% degli intervistati (dati Istat 2017), si è verificato con l’aumentare delle notizie legate alle frodi nel settore alimentare. Il legame tra alimentazione e malattie oncologiche sviluppatosi nella mente dell’opinione pubblica ha sensibilizzato tante persone a chiedersi: cosa mangio? Carne rossa o carne bianca? Latte di mucca o latte di soia? Il panico nei supermercati, la ricerca affannosa di certezze tra gli scaffali. Al secondo posto tra le motivazioni che spingono a diventare vegetariano o vegano, l’animalismo (30%). La violenza perpetrata sugli animali da allevamento viene documentata e contrastata con campagne di sensibilizzazione, talvolta cruente, allo scopo di rendere consapevoli i carnivori del “come” arriva sul piatto una fumante bistecca. Infine, il 12% degli italiani sceglie il vegetarianismo e il veganismo per tutelare l’ambiente.

Questo vortice che in molti hanno definito “una moda” ha investito aziende e consumatori in un minestrone di informazioni (talvolta non veritiere). Radio, siti internet e riviste raccontano la bellezza della scelta vegana o vegetariana, e danno voce a iniziative, curiosità e nuove ricette.

 

E arriviamo all’etica, la parola dell’anno. Come il prezzemolo si trova ovunque, quasi da perdere significato. L’impressione è quella di trovarsi in un mondo diviso tra buoni e cattivi in base alle scelte personali in merito all’alimentazione. Mentre i carnivori si domandano come si possa rinunciare “ai piaceri della carne” e vivere felici, l’universo vegano sembra porsi con un atteggiamento di disdegno nei loro confronti. Da qui forse nasce l’artificio, tutto vegano, di distinguersi, arrivando finanche a coniare neologismi che meglio descrivano il loro mondo. Vegattori, parola che indica gli attori che hanno scelto la dieta vegana, per esempio, sembra far diventare rilevante, ai fini del gradimento di un artista, se questi mangia un hamburger di quinoa o una carbonara.

Testimonial di queste diete spuntano come funghi: personaggi tv (come Simona Ventura, vegetariana), scrittori (come Fausto Brizzi, vegano), sportivi (come Federica Pellegrini, vegana), cantanti (come Lorenzo Cherubini, vegetariano), e attori (come Claudia Cardinale, vegetariana) raccontano la loro "conversione" ponendosi come modello da imitare per forma fisica e successi raggiunti.

 

Non solo vegani e vegetariani. Recente è il “circolo” dei fruttariani, che mangiano solo frutta e ortaggi. Vi è poi quello dei melariani, il cui unico alimento è la mela, in tutte le sue sfumature,al grido di “una mela al giorno toglie il medico di torno”. Ultimi, ma non per importanza, i pescetariani, che si cibano volentieri di pesce azzurro, mai di carne, ma talvolta dei suoi derivati. Queste nuove tendenze aprono un dibattito sul modo di sedersi a tavola degli italiani, che non è più un semplice momento di convivialità, ma l’espressione di una filosofia di vita.

“La zucca quando viene tagliata piange, chiediamole scusa!”, scherzava Germidi Soia, l’esilarante personaggio creato da Maurizio Crozza nel suo programma tv Crozza nel Paese delle Meraviglie: l’esclamazione esagera e sintetizza con simpatia la situazione a cui presto potremmo arrivare. 

di Barbara Pignataro

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Carlo Cracco 'assassino': blitz dei vegani nel ristorante 'di m…' dello chef
L’episodio è accaduto dopo la recente polemica dei piccioni nella trasmissione di Masterchef

CRONACA | 03-03-2016

Responsive image

La Guinness abbraccia i vegani, solo sostanze vegetali per la nota irlandese
La Guinness si arrende ai continui attacchi dei vegani che da anni si battono contro l’uso di ingredienti animali nel processo di lavorazione della birra, soprattutto se questi non sono trascritti nell’elenco ingredienti

CRONACA | 04-11-2015

Responsive image

Enki@aperitif: domenica aperitivo alieno al Nibiru Space Bar con i VGE
Torna al Nibiru Space Bar il duo romano dei VGE per un aperitivo musicale tutto vegetariano e vegano

CULTURA | 24-04-2015

Responsive image

Veganismo. Scopriamo cosa è
Il veganismo è seguito da molti come un vero e proprio movimento filosofico ed etico

CULTURA | 22-04-2015

Responsive image


POLITICA

Responsive image

10 anni di Pd: tra malumori e scissioni, nozze di stagno del partito al Teatro Eliseo

L'evento in diretta dalla pagina Facebook ufficiale del Pd e da quella del segretario...

ESTERI

Responsive image

Usa, dopo Weinstein è il turno di Trump: il presidente indagato per molestie sessuali

«Quando sei una star, le donne te lo lasciano fare». Lo aveva dichiarato il tycoon nel...

CRONACA

Responsive image



SALUTE

Responsive image

In Italia primo caso al mondo di tumore allo stomaco asportato con endoscopia

La paziente è stata in grado di lasciare l'ospedale tre giorni dopo l'intervento

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Falla nel Wi-Fi: connettersi non è più sicuro. Siamo tutti a rischio

A rischio di attacco hacker tutti i dispositivi connessi con reti protette da password


Responsive image

SPORT

Responsive image

Una Lazio eroica batte la Juve e conquista anche 'Osho'

Con il 2 a 1 di sabato, i biancocelesti espugnano il fortino Stadium. Federico Palmaroli,...

MUNICIPIO DEL MARE

Durante il sesto appuntamento con i cittadini, il candidato parlerà di sport e verde


Responsive image