Roma. Liceo Virgilio nell’occhio del ciclone: dopo i festini e la bomba carta ora spunta il video hard Professori e genitori parlano di attacco mediatico, mentre la preside parla di “clima omertoso” nella scuola - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

19-11-2017

Roma. Liceo Virgilio nell’occhio del ciclone: dopo i festini e la bomba carta ora spunta il video hard

Professori e genitori parlano di attacco mediatico, mentre la preside parla di “clima omertoso” nella scuola


Responsive image

Il liceo Virgilio di Roma torna a far parlare di sé: dopo la denuncia per lo scoppio di una bomba carta nel cortile della scuola, lo scorso 16 novembre, è apparso ora un video hard tra due studenti. Girato durante la recente occupazione dell’istituto, la ripresa mostra i due ragazzi intenti a consumare un atto sessuale. Di questo video, pare che nessuno ne fosse a conoscenza prima che la notizia uscisse sui giornali: «Non ne avevamo nemmeno sentito parlare», assicura il rappresentante degli studenti Emanuele Tirello, «riteniamo in ogni caso che questo video sia un fatto gravissimo e lo condanniamo. Siamo tutti rimasti scossi da questa cosa in quanto un video del genere va a segnare la vita delle persone interessate» (Ansa). Gli studenti spiegano che al Virgilio c’è sempre stata una grande sensibilità per gli argomenti legati al cyberbullismo e annunciano di voler organizzare un’assemblea su questi temi.

 

Lo storico liceo romano è nell’occhio del ciclone, per diversi episodi, da qualche tempo. Prima della notizia dello scoppio della bomba carta, il Messaggero aveva denunciato l’organizzazione da parte degli studenti di un party a conclusione dell’occupazione. Il festino a base di musica e alcol, prevedeva un’entrata a pagamento per gli esterni. L’occupazione degli studenti era motivata dalla protesta contro la fatiscente manutenzione dell’edilizia scolastica, a causa del crollo di una parte del solaio del liceo, avvenuto il 7 ottobre. Nel 2015 il Virgilio fu coinvolto anche in un caso di cronaca: uno studente fu arrestato mentre spacciava stupefacenti a un ragazzo minorenne. 

 

I professori e alcuni genitori pensano sia in atto una campagna denigratoria, da cinque anni a questa parte, contro i presunti “figli di papà” che frequentano il liceo nel centro storico di Roma. «Io vedo un accanimento mediatico contro questa scuola di 1.300 ragazzi, che vengono da diverse estrazioni sociali e culturali e che sono stati capaci di costruire un'uguaglianza nella diversità» ha commentato il presidente uscente del comitato dei genitori Marco Luzzatto, come riportato dall'Ansa.  Di tutto altro parere è la preside dell’istituto, Carla Alfano, che parla di “clima omertoso” all’interno della scuola e di una situazione fuori controllo, in cui ormai si sente quasi impotente: «Il Virgilio è ormai un’enclave, dove i ragazzi fanno quello che vogliono e i genitori li spalleggiano. Senza contare che i figli di papà riescono a recuperare il tempo perso fra occupazioni e proteste, mentre ci sono alunni di famiglie non abbienti che così rischiano di perdere l’anno». Parole forti quelle della preside, decisa a prendere severi provvedimenti disciplinari nei confronti dei responsabili di alcuni episodi spiacevoli (fonte: Corriere delle sera).

 

Molte famiglie si sono schierate dalla parte della preside, chiedendo a gran voce un intervento che riporti alla normalità una situazione educativa apparentemente finita fuori controllo. L’attuale presidente del consiglio d’istituto Daniela Buongiorno ha affermato che dei provvedimenti disciplinari opportuni dovranno essere presi e che i fatti accaduti sono effettivamente gravi «Riteniamo, tuttavia, che tutta questa pressione mediatica e i toni utilizzati per descrivere la scuola siano davvero eccessivi e che tutto questo stia danneggiando la nostra Comunità scolastica». (Ansa)

 

di Sara Iacono

 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia