‘Nutella-Riot’, guerriglia in Francia per la crema alla nocciola più famosa al mondo Da giovedì segnalati casi in tutti i supermercati della catena Intermarché. I video diventano virali - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

27-01-2018

‘Nutella-Riot’, guerriglia in Francia per la crema alla nocciola più famosa al mondo

Da giovedì segnalati casi in tutti i supermercati della catena Intermarché. I video diventano virali


Responsive image

Che la Nutella sia il prodotto dolciario più amato di sempre si sa, ma che questo potesse scatenare una vera e propria guerriglia non l’avrebbe immaginato nessuno. Sicuramente non l’ha previsto la catena di supermercati francese Intermarché quando, giovedì 25 gennaio, ha proposto uno sconto del 70% sui barattoli di Nutella da 950 grammi. È stata sufficiente una riduzione del prezzo, da 4,50 euro a 1,41 euro, perché la situazione tra gli scaffali degenerasse in violente risse, tanto che i media di mezzo mondo hanno ribattezzato l’avvenimento “Nutella – Riot”.

 

Scene di straordinaria follia si sono presentate agli occhi dei dipendenti dei market francesi che hanno ritenuto necessario l’intervento delle forze dell’ordine. «Sono come animali, a una donna hanno strappato i capelli, una signora anziana ha preso un barattolo in testa, un'altra si è ferita a una mano e ha perso sangue lungo il corridoio» ha dichiarato un cassiere al quotidiano francese Le Parisien. «Stavamo cercando di entrare per rimettere ordine, ma era impossibile. I clienti ci spingevano fuori» continua un suo collega. I clienti, in fila da prima dell’orario di apertura, hanno invaso i supermercati Intermarché, esaurendo in brevissimo tempo l’interno stock di Nutella a disposizione. Sui social sono stati condivisi i video a testimonianza del delirio generato dallo sconto: scene isteriche di persone che corrono tra gli scaffali con carrelli carichi di barattoli di Nutella, signore che si fanno largo tra le risse per accaparrarsi il maggior numero di vasetti.

 

Ferrero Francia si dissocia dall’iniziativa promozionale e prende le distanze da ogni tipo di responsabilità su quanto accaduto. «Questa promozione è stata decisa unilateralmente dal marchio Intermarché. Deploriamo le conseguenze di queste operazioni che creano confusione e delusione nelle menti dei consumatori» si legge in un tweet pubblicato sul profilo ufficiale dell’azienda. Ai media francesi, Stéphane Travert, ministro dell’Agricoltura francese, ha dichiarato di voler fissare dei limiti per le promozioni dei prodotti alimentari, precisamente al 34% del loro valore totale, in quanto queste promozioni così aggressive «sovvertono la nozione di equità dei prezzi agli occhi dei consumatori».

 

Da quanto accaduto è chiaro come tutte le polemiche che hanno travolto la Ferrero in questi ultimi tempi, non abbiano alterato l’attaccamento al prodotto dei consumatori di tutto il mondo. Tra queste, si ricorda in particolare il caso mediatico sull’utilizzo dell’olio di palma. L’ingrediente in questione venne etichettato come dannoso sia per la salute dell’uomo, sia per l’ambiente, a causa della coltivazione sempre più intensiva per sopperire alla maggiore richiesta del prodotto. A queste accuse, la Ferrero aveva risposto attestando un uso dell’olio di palma sostenibile per la produzione della Nutella che, a quanto pare, ha funzionato. 

 

di Eleonora Savona

 





Responsive image
Responsive image


CULTURA

Responsive image

Roma: arriva il salone dedicato ai corsi di lingua: Language Expo

Fiera specializzata in viaggi studio all’estero



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image