Elezioni 4 marzo. La nuova frontiera dell’informazione politica è il passaparola Il mezzo più usato rimane la televisione; male giornali e radio - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

30-01-2018

Elezioni 4 marzo. La nuova frontiera dell’informazione politica è il passaparola

Il mezzo più usato rimane la televisione; male giornali e radio


Responsive image

Secondo l’Istat gli italiani, per le questioni politiche, prediligono informarsi attraverso televisione e passaparola. Da una ricerca risalente a febbraio 2017, sono 35 milioni le persone che si informano tramite la tv, mentre il passaparola sfocia fino a 26,8 milioni. Male giornali e radio, i quali si attestano rispettivamente a 15 e 11 milioni. Messaggio chiaro perciò per i politici in vista delle elezioni del 4 marzo.

 

L’Italia si sta preparando a votare. Tra poco più di un mese sono in programma le elezioni per i nuovi deputati e i nuovi senatori della Camera e del Senato. In vista di queste, l'Istat riporta i dati dello scorso febbraio sulle modalità di informazione politica da parte degli italiani. Da sempre amanti della televisione, era pressoché scontato il predominio dell’apparecchio che ha rivoluzionato lo scorso secolo. Ai 35 milioni di fruitori della tv, tengono sorprendentemente testa i 26,8 milioni di persone che si informano di politica attraverso il passaparola con parenti e amici. Colpo importante nei confronti di giornali e radio, sempre più relegati a un ruolo secondario. Con la nuova legge elettorale, tra l’altro, sono scomparsi i confronti televisivi tra i candidati premier. Il Rosatellum e il sistema politico diviso in quattro hanno aumentato la confusione nei telespettatori e sicuramente diminuito l’audience. I conduttori dei talk show politici quindi, saranno costretti a cambiare i format dei propri programmi, poiché in precedenza era perlopiù il confronto a generare l’interesse dei votanti. Questa situazione non interessa solamente l’universo televisivo, ma anche gli stessi politici. Con i dibattiti in tv un candidato poteva riuscire ad assicurarsi buona parte dei voti risultando più credibile rispetto al suo sfidante, magari smentendolo con dati alla mano, oppure semplicemente battendolo sulla dialettica. Ora invece tutto ciò non accade. Visto che, sempre rifacendosi ai dati Istat, anche le sedi dei partiti ormai sono “passate di moda” per informarsi, ecco che torna in auge il già citato passaparola. La politica deve perciò fare un passo indietro, scendere dal piedistallo della fama televisiva, per andare nelle piazze e convincere i propri elettori porta a porta. Solo dopo essersi avvicinati ai propri elettori, allora la comparsa in tv completerebbe l’operato.

 

Una metodologia che il M5s sembra già aver pienamente assimilato. In occasione del referendum costituzionale del 2016, i grillini, rappresentati in primis da Di Battista, scesero nelle piazze italiane per convincere il popolo a votare No. L’esito fu appunto la vittoria del No, con conseguenti dimissioni dell’avversario Matteo Renzi. Anche per queste elezioni il M5s è pronto a giocarsi questa carta. Di Battista, il quale ha annunciato di non volersi ricandidare per la prossima legislatura, ha reso noto che farà un tour in camper in tutta Italia per aiutare la campagna elettorale del movimento. «Tra un po' partirò per tutta Italia perché dobbiamo andare a governare. Ce la possiamo fare. Li vedo tutti terrorizzati. Da qui alle elezioni mentiranno ancora di più su di noi e su Luigi.» questo l’annuncio del deputato del M5s riportato dall'Ansa. Che la lungimiranza dei grillini non la spunti anche nelle elezioni del 4 marzo?

 

di Valerio Marcangeli

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Politici e social: ecco i commenti post elezioni
Non importa che siano vincitori o vinti, che sia per ringraziare o lanciare frecciatine, nessuno rinuncia ai social per dire la sua

POLITICA | 06-03-2018

Responsive image

Elezioni 2018. Renzi pronto a dimettersi dopo il crollo del Pd
L’ex Presidente del Consiglio alle 17:00 di oggi potrebbe rinunciare alla carica di segretario del partito

POLITICA | 05-03-2018

Responsive image

Elezioni 2018: i possibili scenari di governo
Ci sarà un'alleanza tra Di Maio e Salvini?

POLITICA | 05-03-2018

Responsive image

Chi votare il 4 marzo? A sciogliere i dubbi ci pensa l'ironia del Terzo Segreto di Satira
La clip satirica dei film maker milanesi per chi è ancora incerto in vista del voto di domenica

POLITICA | 02-03-2018

Responsive image

Responsive image

Elezioni 2018. Cosa succederebbe se vincesse il centrosinistra
Cosa prevede il programma del centrosinistra

POLITICA | 02-03-2018

Responsive image

Elezioni 2018. Cosa succederebbe se vincesse il centrodestra
Cosa prevede il programma del centrodestra

POLITICA | 23-02-2018

Responsive image

Elezioni 2018, la parodia corre sul web: 'Basta al ciclo mestruale e a Babbo Natale che scende dal camino'
Le parodie che girano sui social network che ironizzano sulla campagna elettorale

POLITICA | 23-02-2018



CRONACA

Responsive image

Racconto di una bella avventura che termina tra ricordi e riflessioni

Due anni di Pontilenews, di mare, di Ostia, di giornalismo

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image