La Germania dice sì alla Grande Coalizione, e l’Italia? L’accordo Merkel-Schulz riapre il dibattito sulla ‘Grande Coalizione’ in Italia. Ecco il perché non avverrà mai secondo ‘The Financial Time’ - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

08-02-2018

La Germania dice sì alla Grande Coalizione, e l’Italia?

L’accordo Merkel-Schulz riapre il dibattito sulla ‘Grande Coalizione’ in Italia. Ecco il perché non avverrà mai secondo ‘The Financial Time’


Responsive image

E’ ufficiale, la Grande Coalizione tedesca si farà. A quattro mesi dalle elezioni e dopo 28 ore di negoziato, Angela Merkel, cancelliera federale della Germania e presidente del Cdu (Unione Democratica - Cristiana) e Martin Schulz, presidente della Csu (Unione Cristiano-Sociale) hanno trovato l’accordo e concordato la ripartizione dei  ministeri. Come riportato dal settimanale Der Spiegel, il partito di Merkel ha ceduto ai socialdemocratici di Schulz la guida degli Affari Esteri e i portafogli Finanze e Lavoro, mentre ha tenuto per se Economia e ministero della Difesa. Il ministero dell’Interno invece è stato affidato a Horst Seehofer, leader dei cristiano social-bavaresi. Ora che l’accordo è fatto, non resta che aspettare l’esito del Referendum, che potrebbe portare la Germania ad avere un nuovo governo funzionante tra solo un mese. Infatti la consultazione durerà solo tre settimane.

 

La notizia dell’approvazione della “Große Koalition”, riapre il dibattito sulla possibile Grande Coalizione in Italia. A questo proposito, Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, durante la conferenza stampa nella sede del Ppe (Partito Popolare Europeo) a Bruxelles, dichiara: «Escludo la possibilità di una grande coalizione, non c'è nessuna possibilità che accada, avremo la maggioranza alla Camera e al Senato» e ribadisce la sua volontà a rispettare il 3 % del deficit. Matteo Salvini (Lega Nord), ospite di Agorà, risponde: «Il numerino 3, se danneggia le imprese e le famiglie italiane, per noi non esiste».

 

Se finora si era creduto che un’alleanza tra il Pd (Partito Democratico) di centrosinistra di Matteo Renzi e il partito Forza Italia di Berlusconi sarebbe stato il risultato delle elezioni di marzo, sembra che ora sia necessario ricredersi. A tal proposito, il quotidiano britannico The Financial Times ha pubblicato un articolo in cui scrive: «In Italia non ci sarà mai una Grande Coalizione» e in cui spiega il perché di questa affermazione. La prima motivazione riguarda l’ostilità dei due politici verso l’ipotesi di un’alleanza governativa post-elettorale, i quali si sono dichiarati assolutamente contrari a un accordo dopo il voto. Seguono, poi, notando che incontrerebbero certamente una fiera opposizione, non solo da parte del M5s (Movimento 5 Stelle), ma anche dai partiti di estrema sinistra e di estrema destra. In conclusione, affermano anche che è impossibile prevedere se i due maggiori partiti riuscirebbero a conquistare in Parlamento abbastanza seggi da avere la maggioranza. 

 

di Francesca Splendori

 





Responsive image
Responsive image


CRONACA

Responsive image

Racconto di una bella avventura che termina tra ricordi e riflessioni

Due anni di Pontilenews, di mare, di Ostia, di giornalismo

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image