Creato il nano robot che fa ‘morire di fame’ il cancro Gli studi condotti sui topi verificano la sua efficacia contro il tumore al seno, ovaie, polmoni e pelle - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SALUTE

 

13-02-2018

Creato il nano robot che fa ‘morire di fame’ il cancro

Gli studi condotti sui topi verificano la sua efficacia contro il tumore al seno, ovaie, polmoni e pelle


Responsive image

Una ricerca condotta dal Centro nazionale per le nano scienze (Ncnst), ha creato un nano robot in grado di annientare i tumori, facendoli “morire di fame”.  Realizzato a partire da un frammento di Dna ripiegato come un origami, gli studiosi hanno scoperto che, legandolo all’enzima trombina che induce alla formazione di coaguli, il nano robot chiude i vasi sanguigni che nutrono il tumore, facendolo estinguere. 

 

Hoa Yan, autore dello studio, ha affermato: «Abbiamo sviluppato il primo sistema robotico fatto di Dna, programmato esclusivamente per la terapia anticancro ed efficace contro quattro forme tumorali» (Ansa). I test effettuati sui topi infatti sono risultati positivi. L’esperimento prevedeva la riproduzione nelle cavie delle forme umane di tumori al seno, ovaie, polmoni e pelle. Dopo aver inserito nel soggetto malato il nano robot, le cellule tumorali venivano immediatamente riconosciute e annientate grazie a una molecola che si lega soltanto a queste. Nel caso del melanoma, tre topi su otto hanno mostrato una completa regressione della malattia e raddoppiato il tempo di sopravvivenza medio, passato da 20,5 a 45 giorni. Nei topi affetti da cancro al polmone, invece, il restringimento dei tessuti tumorali è stato rilevato dopo un trattamento di due settimane. 

 

Del tutto innovativo è inoltre che il nano robot, mille volte più piccolo di un capello, è completamente autonomo e privo di effetti collaterali. Infatti, senza intaccare nessun tessuto sano, viene eliminato dal corpo nelle successive 24 ore senza intervento umano. Ciò è stato reso possibile poiché programmato in modo che attivasse la trombina solo una volta giunti all'interno dei vasi sanguigni tumorali e non prima. Questo studio, immunologicamente testato e sicuro per l’uomo, è stato pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology. 

 

di Francesca Splendori

 





Responsive image
Responsive image


POLITICA

Responsive image

Contratto di governo: 3 punti fondamentali intorno ai quali verte il programma

Reddito di cittadinanza, pensioni e immigrazione: i temi più caldi del programma

ESTERI

Responsive image

Incontro tra le due Coree. Kim Jong-un: 'Non sono quel tipo di persona che lancia testate nucleari'

Si colgono importanti segnali di distensione durante l'incontro tra il presidente della...

CRONACA

Responsive image

Roma, domenica l'ultima tappa del Giro d'Italia: viabilità e maxi piano di sicurezza

La Capitale ospiterà la tappa conclusiva del Giro d'Italia, molte le disposizioni di...

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Ad annunciarlo, con grande orgoglio, la sindaca Virginia Raggi


Responsive image