Messico, scomparsi tre cittadini italiani La denuncia arriva da una famiglia napoletana, la Farnesina sta seguendo il caso - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

17-02-2018

Messico, scomparsi tre cittadini italiani

La denuncia arriva da una famiglia napoletana, la Farnesina sta seguendo il caso


Responsive image

È in una cittadina di 16mila abitanti, Tecaltitlan, che si sono perse le tracce del sessantenne Raffaele Russo, del figlio Antonio Russo (25 anni) e del nipote Vincenzo Cimmino (29 anni). A dare l’allarme della scomparsa sono stati i familiari dei tre che non hanno più avuto notizie dei loro cari dal 31 gennaio. I tre cittadini italiani si trovavano a settecento chilometri da Città del Messico, dove facevano i venditori ambulanti. Della vicenda è stata informata anche la Farnesina che sta seguendo il caso con l'ambasciata a Città del Messico, in stretto raccordo con le autorità locali.

 

Secondo l’Ansa, Raffaele Russo si trovava in Messico già da diverso tempo, mentre i due giovani l’avrebbero raggiunto per ragioni lavorative qualche giorno prima della sparizione. Dal racconto dei familiari, il primo a sparire è stato proprio Raffaele Russo: alle ore 15:00 del 31 gennaio il suo telefono risultava muto. In Messico si trovano anche altri due figli dell’uomo, Francesco e Daniele, ed è proprio quest’ultimo che, una volta rientrato in Italia, racconta le dinamiche della vicenda. Trovandosi troppo distante dal luogo, avrebbe chiesto ad Antonio e Vincenzo di raggiungere l’ultima posizione segnalata dal gps dell’auto noleggiata dal sessantenne. Non avendo trovato né tracce dell’uomo scomparso, né della vettura noleggiata, i due giovani avrebbero chiesto informazioni alla gente del luogo, non trovando però alcun riscontro positivo.

 

A questo punto, sempre secondo il racconto dei familiari riportato dall’Ansa, i due ragazzi italiani sarebbero stati avvicinati da diversi poliziotti, a bordo di un’auto e due moto, mentre si trovavano fermi a fare benzina in un distributore, costringendoli a seguirli. Inizialmente Antonio sarebbe riuscito via Whatsapp ad avvisare il fratello Daniele della vicenda, ma dopo poco anche il suo telefono è risultato spento. Contattata la polizia di Tecaltitlan, Daniele sostiene che inizialmente gli sia stato comunicato l’arresto di Antonio e Vicenzo, per poi invece negare ogni cosa nelle telefonate successive. Queste le ultime notizie dei tre. Nessun problema con la giustizia e tanto meno rapporti con narcotrafficanti, dai racconti della famiglia i tre si trovavano in Messico per rivendere prodotti acquistati a Napoli da commercianti cinesi. «Lì funziona così, ti rapiscono e poi chiedono il riscatto. Ma finora nessuno si è fatto sentire» dichiarano i familiari all’Ansa. «È già capitato ad altre persone del nostro quartiere - conferma Daniele - speriamo che vogliano solo il riscatto e ci ridiano i nostri cari».

 

di Eleonora Savona

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Messico, la terra trema ancora. Oltre 200 morti per il terremoto di magnitudo 7.1
Succede nel giorno dell'anniversario del terremoto che nel 1985 causò almeno 5mila morti

ESTERI | 20-09-2017

Responsive image

Catastrofe in Messico. Dopo il terremoto allerta tsunami
Magnitudo superiore a 8. L'epicentro del sisma sarebbe al largo della costa sud occidentale del Paese

ESTERI | 08-09-2017

Responsive image

Trump, il muro con il Messico è rimandato ma ‘si farà’
Divisioni in seno al Congresso allungano i tempi. Ma il presidente americano non si arrende

ESTERI | 26-04-2017

Responsive image

Tutti contro The Donald: Starbucks, Google, Facebook e Apple boicottano Trump
Starbucks risponde al decreto anti-immigrazione con l’assunzione di 10 mila immigrati

ESTERI | 30-01-2017

Responsive image

Responsive image

Trump mette al muro i messicani
Il nuovo presidente Usa vuole costruire un muro tra il Messico e gli Stati Uniti

ESTERI | 25-01-2017

Responsive image

El Chapo, il Messico dà l'ok all'estradizione del re del narcotraffico
Il narcotrafficante sarà estradato negli Stati Uniti

ESTERI | 20-10-2016

Responsive image

A 15 anni scopre una città maya in Messico
La scoperta di William Gadoury certificata dall'Agenzia Spaziale Canadese

SCIENZE E TECNOLOGIA | 10-05-2016



POLITICA

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato

Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image