Cinquanta sfumature… di cinema erotico La rivincita del cinema erotico: non solo Cinquanta Sfumature di Grigio - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CULTURA

 

02-03-2018

Cinquanta sfumature… di cinema erotico

La rivincita del cinema erotico: non solo Cinquanta Sfumature di Grigio


Responsive image

L’origine storica del cinema erotico viene fatta risalire agli anni ’60 del secolo scorso. La rivoluzione culturale portata avanti in quel periodo, di lì a poco, avrebbe completamente rivisto i fino ad allora rigidi schemi della moralità occidentale. Così, la mentalità libertaria che scaturì da quegli anni rivoluzionari riuscì a travolgere anche i canoni tradizionali della sensibilità sessuale. Ed ecco che, il sesso, che fino a pochi anni prima era considerato un vero e proprio tabù, poté fare il suo trionfale ingresso nel mondo del cinema.

 

Ma che cos’è esattamente il cinema erotico? Quali sono i tratti più caratteristici di questo genere cinematografico? Per tutti coloro che ne vedono la massima e irraggiungibile espressione nella famosa saga di Cinquanta Sfumature di Grigio, quanto segue capovolgerà del tutto le loro convinzioni su questa sfacciata branca del cinema. Numerosi registi e interpreti hanno in effetti portato sul grande schermo le più scabrose espressioni di erotismo, già molto tempo prima che Christian Grey e Anastasia Steele si facessero protagonisti della romantica storia erotica che tutti conosciamo. Potrebbe dunque essere utile, andando alla scoperta dell’erotismo cinematografico, elencare qualche film che ne ha davvero fatto la storia. Nel 1974, fa il suo ingresso nelle sale cinematografiche francesi il film erotico Emmanuelle, la pellicola uscì anche in Italia ma per via dei suoi contenuti molto spinti fu resa irriconoscibile da una cospicua opera di censura. Emmanuelle narra delle vicende sessuali della vogliosa moglie di un diplomatico che, spinta dai più promiscui dei desideri, prende parte a una serie di incontri sessuali con altri uomini e, soprattutto, con altre donne. Emmanuelle vive la sua sessualità con estrema libertà e le vicende che la riguardano sono del tutto scevre dai risvolti moralisti a cui siamo tutt’oggi abituati — soprattutto nel nostro paese —.

 

Altro grande classico dell’erotismo è il capolavoro di Stanley Kubrick, Eyes Wide Shut. In questo caso però, il tema dell’erotismo è trattato non mediante l’espediente delle storie extra-coniugali, ma, invece, proprio nell’ambito del rapporto di coppia. Tutto il film è un vertiginoso vortice narrativo che segue i due protagonisti — Tom Cruise e Nicole Kidman — nel loro autonomo percorso verso la propria consapevolezza erotica. Alla fine la tensione sessuale della coppia risulterà accresciuta anche grazie all’alone di mistero che aleggia sulle figure di entrambi i protagonisti. Dubbio, mistero ed eccitazione sono le parole che meglio descrivono questo straordinario esempio di cinema erotico. Passando a una pellicola più recente, anche Nymphomaniac merita senza dubbio di essere inserito tra i film erotici che meglio rappresentano il genere. La storia qui è narrata da una cinquantenne che, chiacchierando con un uomo più anziano di lei, gli confida di essere una ninfomane. Nel ripercorrere la sua storia, il film non lascia nulla all’immaginazione e anzi riesce a inserire il tema della sessualità in un contesto sociale più ampio e complesso. L’autore del film è Lars Von Trier, che non ha perso occasione di “fare scandalo” anche questa volta.

 

Andando alla scoperta del cinema erotico dunque, è opportuno aver ben a mente che Cinquanta Sfumature di Grigio non è esattamente il prototipo di film a cui ci si dovrà abituare. Tuttavia, con un pizzico di sfrontatezza in più, sarà possibile apprezzare anche le scelte più scandalose e azzardate dei grandi nomi di questa branca del cinema.

 

di Livia Larussa

 





Responsive image
Responsive image