Angelo Izzo torna a parlare: 'Uccidemmo anche una ragazza friulana' Le dichiarazioni del pluriomicida possono riaprire il caso di una ragazza scomparsa 43 anni fa - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

26-05-2018

Angelo Izzo torna a parlare: 'Uccidemmo anche una ragazza friulana'

Le dichiarazioni del pluriomicida possono riaprire il caso di una ragazza scomparsa 43 anni fa


Responsive image

Era il 1975 quando Angelo Izzo, insieme agli amici Gianni Guido e Andrea Ghira scovolsero l'Italia uccidendo la giovane Rosaria Lopez e ferendo gravemente l'amica Donatella Colasanti, sopravvissuta per miracolo. Il fatto divenne noto come il massacro del Circeo. Proprio Angelo Izzo è tornato a far parlare di sé per aver riferito ai magistrati un nuovo delitto del branco. Si tratta di Rossella Caorazzin, all'epoca diciasettenne, una ragazza di SanVito al Tagliamento – in provincia di Pordenone - sparita il 21 Agosto 1975 mentre era in vacanza a Tai di Cadore. Izzo attualmente sta scontando due ergastoli nel carcere di Velletri per un duplice omicidio commesso durante un periodo di semilibertà nel 2005.

 

L'omicida, come riportato dal Gazzettino.it, ha dichiarato che scelsero quella ragazza «perchè era vergine»; dopo averla rapita la portarono nei pressi del lago Trasimeno (Perugia) e dopo averla violentata in 10 la uccisero. La procura perugina ha deciso di archiviare l'inchiesta perchè per i pm Izzo non è ritenuto credibile, però la procura di Belluno, che aveva già precedentemente aperto un'inchiesta sulla scomparsa della ragazza, ha trasmesso ieri nuove carte ai colleghi umbri.

 

«Nelle dichiarazioni sulle altre violenze del gruppo rese ai pm di Roma e che mi sono state trasmesse, Angelo Izzo ha dedicato poche parole, vaghe, alla vicenda di questa ragazza, Rossella Corazzin, ma ha dato riferimenti su data della scomparsa e luogo dell'uccisione, da far ritenere che sia effettivamente lei». Queste sono le parole che il procuratore di Belluno, Paolo Luca, ha riferito all'ANSA. L'episodio risalirebbe a circa un mese prima dei fatti del Circeo.

 

foto Ansa

 

di Francesco Scaglia

 





Responsive image
Responsive image


POLITICA

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato

Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image