Roma: con Fonseca l’inizio di una nuova era - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

23-11-2019

Roma: con Fonseca l’inizio di una nuova era


Responsive image

Arrivato in punta di piedi, sta conquistando la piazza romanista a suon di buoni risultati e bel gioco. Stiamo parlando ovviamente di Fonseca, il nuovo allenatore della Roma che ha dato il via ad una nuova era per la squadra capitolina.  Il suo 4-2-3-1 sembra essere perfetto per valorizzare appieno le qualità dei calciatori presenti in rosa. Secondo i bookmakers come NetBet, infatti, la Roma è una delle principali indiziate per la conquista di un posto nella prossima Champions League. Inoltre i giallorossi hanno grosse opportunità di andare avanti anche in questa Europa League, nonostante i risultati altalenanti.

Oltre all’arrivo di Pau Lopez, spagnolo che ha dato sicurezza tra i pali, la difesa può contare sull’esperienza di Smalling. Il centrale inglese ben sta figurando nella sua prima esperienza in Italia. Il reparto è stato rinforzato anche dall’arrivo di Zappacosta, che resterà fermo un mese per infortunio. I quattro centrali a disposizione di Fonseca garantiscono esperienza e centimetri, sfiorano tutti i due metri, il più basso è Juan Jesus, “solo” 1,85 centimetri.

Il centrocampo sembra essere il punto forte di questa squadra. La Roma è ripartita con l’ingresso di Veretout e Mkhitaryan, rinforzi tra l’altro su misura per il sistema di gioco del portoghese.  Pellegrini, protagonista assoluto contro il Sassuolo, ha legato il rombo offensivo con il centrocampo. Trequartista a 360 gradi: pressing accanto a Dzeko e regista tra Veretout e Cristante. Doppia fase. Come quella evidenziata dal sacrificio di Mkhitaryan e di Kluivert al momento di rientrare in linea con i mediani. Ma il baricentro non si è mai abbassato verso Pau Lopez. Reparti stretti per anestetizzare il possesso palla del Sassuolo. I concetti, quindi, sono rimasti gli stessi pre-derby: aggressione alta e squadra corta. Bene anche la fase offensiva.

La Roma, non a caso, con nove marcatori differenti in Serie A è al secondo posto di questa speciale classifica. Meglio (con 10) hanno fatto solo Inter, Atalanta, Napoli e Cagliari). In doppia cifra la squadra di Fonseca ci andrebbe considerando l’Europa League, dove in più ha segnato Spinazzola. In campionato, invece, resta ferma a nove, ma fondamentale è il recupero di Lorenzo Pellegrini, ancora a secco quest’anno con i colori giallorossi. Prima dell’infortunio, infatti, ha trovato il gol solamente contro l’Armenia in Nazionale nella sosta di settembre. Tanti assist (4) ai compagni di club, ma nessuna rete. Un dato questo che vorrà cambiare già dalla prossima domenica con il Brescia. Sicuramente tornerà tra i convocati e comincerà a mettere i primi minuti nelle gambe dopo due mesi di stop.

Con lui Fonseca avrà anche la possibilità di cambiare maggiormente gli uomini li davanti liberando uno tra Pastore e Dzeko. Già, perché il sette giallorosso può prendere sia il posto dell’argentino che di Zaniolo, lasciando a Nicolò la possibilità di fare il falso nueve al posto del bosniaco. Insomma, dove non arriva il singolo prova a dare una mano il gruppo e nell’emergenza la Roma si è già scoperta più forte di quanto potesse pensare. 

Dopo un periodo ricco di infortuni, il mister può contare su una rosa ritrovata. Il primo passaggio potrebbe essere lo spostamento di Mancini in difesa, vicino a Smalling e spostare Pellegrini di nuovo a centrocampo, per non perdere il momento-sì del Flaco. Ma Lorenzo, dopo esser stato schierato nelle prime due gare di campionato proprio in quel ruolo, è esploso come trequartista, regalando alla Roma un’impronta più aggressiva e spavalda (con tanto di assist a ripetizione ai compagni: 4 in 7 partite) di quanto sia riuscito all’argentino. Restano da ritrovare i gol di Dzeko. Il bosniaco, dopo il Lecce (quando sono usciti di scena il nazionale azzurro e l’ex Arsenal), ha segnato soltanto al Milan. Un’inversione di tendenza preoccupante: 6 gol nelle prime 7 gare stagionali, 7 su 9 fino alla trasferta in Salento, appena 1 su 9 (considerando che all’andata col Wolfsberger non è entrato) sino all’attuale pausa. Mkhitaryan è però un calciatore diverso da Kluivert, meno propenso a cercare la profondità rispetto all’olandese. Senza contare che sul versante opposto Under, titolare prima dell’infortunio, ora è dietro a Zaniolo. 

Può apparire un paradosso ma Fonseca dovrà esser bravo - oltre a mantenere l’equilibrio tattico raggiunto - anche a controllare quello nello spogliatoio. Perché è più facile gestire una rosa dove i titolari sono riconosciuti e le riserve sono consapevoli del loro status. Chi nell’emergenza è riuscito ora a ritagliarsi un posto al sole, difficilmente accetterà di fare un passo indietro.

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

A Roma la Caritas lancia l'allarme povertà
L'aumento della disoccupazione e l'emergenza abitativa contribuiscono al malumore in continua crescita degli abitanti romani

CRONACA | 11-11-2017

Responsive image

4 dicembre altro che referendum: a Roma c'è il derby
Il countdown è iniziato e le premesse per assistere a un derby spettacolare ci sono tutte

SPORT | 29-11-2016

Responsive image

Eur, inaugurata la 'Nuvola' d'acciaio tra Roma e il cielo
L'evento è stato trasmesso in diretta televisiva, fischi e urla dalla platea per Virginia Raggi

CULTURA | 29-10-2016


Responsive image

Responsive image

Terremoto Centro Italia: anche il mondo del calcio nella grande catena solidale
Raccolte fondi e incassi devoluti sono le iniziative di alcuni club di Serie A

SPORT | 25-08-2016

Responsive image

Roma, mercato complicato
Ancora nessun colpo in entrata, mente il City frena su Zabaleta e Ljajic prende tempo con il Torino

SPORT | 04-07-2016

Responsive image

Roma: idea Eriksen
Contatti Sabatini-Tottenham per il trequartista danese che piace a Spalletti

SPORT | 21-06-2016





SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia