Grecia, raggiunto l'accordo con i creditori per i nuovi aiuti Il saldo di bilancio passera da un deficit del 2015 ad un avanzo primario forte nel 2018. - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

POLITICA

 

11-08-2015

Grecia, raggiunto l'accordo con i creditori per i nuovi aiuti

Il saldo di bilancio passera da un deficit del 2015 ad un avanzo primario forte nel 2018.


Responsive image

La vicenda greca sembra non finire più; dopo le vicende del referendum, dopo la riapertura degli istituti di credito, dopo le tensioni sui mercati finanziari, finalmente in nottata il governo ha trovato l’accordo con le istituzioni europee per il programma di riduzione del deficit e progressivamente un avanzo primario da qui al 2018 a fronte dello sblocco di oltre 80 miliardi di nuovi aiuti.

 

 

L’accordo riguarda solo il bilancio corrente, in quanto dal calcolo sono esclusi i pagamenti degli interessi sul debito pubblico; il piano prevede che nel 2015 il deficit di bilancio corrente sia dello 0,25% del Pil, nel 2016 si arriverà ad un avanzo primario dello 0,75%, che nel 2017 passerà all’1,75% e al 3,5% nel 2018.

 

 

L’aspetto fortemente positivo di questo accordo è vedere come il ribelle Tsipras si sia reso conto dell’impossibilità di comportarsi come un arruffapopolo e abbia cominciato a fare il capo di governo; l’impegno di passare da un deficit di bilancio ad un avanzo primario del 3,5% del Pil è un progetto impegnativo e serio ed è lodevole la nuova lena del premier greco.

 

 

L’altra faccia della medaglia è la conferma che una Europa così strutturata non può andare; la risoluzione della questione greca è iniziata nel 2009-2010 e non si sa se ci saranno ulteriori problemi; l’esempio che l’Ue dovrebbe avere davanti a se è quello degli Stati Uniti. Esistono un governo e un parlamento federale, democraticamente eletti, indipendenti dai governi degli stati membri, con poche competenze chiave ma esclusive e con piena autonomia negli altri settori agli altri stati, che però non possono emettere debito proprio; finchè l’Ue rimarrà una istituzione intergovernativa e non federale non si avrà mai una vera unione politico-monetaria.

di Michelangelo Borri
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Dalla A alla Z…ante: un viaggio alla scoperta della meravigliosa isola greca
21 parole per descrivere la Zacinto di Foscolo

CULTURA | 02-10-2017

Responsive image

Terremoto di magnitudo 6.7 in Grecia. Morti sull'isola di Kos
La violenta scossa è stata avvertita su tutta la costa turca meridionale e sulle isole greche. È seguito un piccolo tsunami

ESTERI | 21-07-2017

Responsive image

La Grecia rifiuta proposta milionaria di Gucci: il Partenone ha forse un prezzo?
Il mondo della cultura ellenico compatto dice no ai milioni offerti dalla casa di moda per una passerella di quindici minuti

ESTERI | 15-02-2017

Responsive image

Sciame sismico in Grecia: paura anche nel Salento
Sette scosse di magnitudo superiore a 4.0 registrate nella notte

ESTERI | 16-10-2016

Responsive image

Responsive image

Migranti, scattato il piano Ue: prime espulsioni in Grecia e primi arrivi di siriani in Europa
L'accordo siglato tra Ue e Turchia decolla tra le protesta delle organizzazioni umanitarie. In Turchia gravi lacune legali e mancanza di un'adeguata protezione'

ESTERI | 05-04-2016

Responsive image

Caos migranti: Europa off limits
Chiusa la rotta dei Balcani. In migliaia bloccati in Grecia

ESTERI | 12-03-2016

Responsive image

Confine greco-macedone: profughi aprono varchi nelle barriere
Lancio di gas lacrimogeni e bombe assordanti non impediscono a 300 rifugiati di sconfinare

ESTERI | 29-02-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia