Una stampante 3D per ricostruire i capolavori perduti di Palmira Archeologia e tecnologia rispondono alla furia iconoclasta dell’Isis - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SCIENZE E TECNOLOGIA

 

19-10-2015

Una stampante 3D per ricostruire i capolavori perduti di Palmira

Archeologia e tecnologia rispondono alla furia iconoclasta dell’Isis


Responsive image

Non è utopia, perché da anni ormai, questi due mondi che guardano verso orizzonti opposti, incrociano i loro percorsi nel mondo dei Beni Culturali, ottenendo risultati eccellenti negli studi e nei settori della tutela e della valorizzazione. Il fronte comune, stavolta, grazie all’impiego di una stampante 3D, ha l’obiettivo di ricostruire copie dei capolavori distrutti non solo a Palmira, ma anche a Nimrud e Ninivee, le altre antiche città irrimediabilmente deturpate dalla follia distruttiva dell’Isis.

A presentare l’ambizioso progetto, tutto made in Italy, domenica 18 ottobre all’Università La Sapienza di Roma, nell’ambito della manifestazione Maker Faire 2015, sono stati Francesco Rutelli, in qualità di presidente dell'Associazione “Incontro di Civiltà”,  l’archeologo Paolo Matthiae, scopritore di Ebla, e Massimo Moretti, l’inventore della stampante 3D Wasp.

 

 

Il lavoro, frutto della stretta sinergia tra archeologia e tecnologia, prevede la ricostruzione di copie tridimensionali e in scala reale degli antichi manufatti polverizzati, attraverso la raccolta di ogni tipo di materiale (studi, fotografie e video) messo a disposizione dalla comunità scientifica.

Tutte le informazioni rilevate confluiranno in file 3D. Questi, a loro volta, verranno trasmessi alla stampante 3D, che creerà materialmente copie perfette di ciò che è andato distrutto.

In questa prima fase, la stampante riprodurrà solo statue e bassorilievi che verranno portati in giro per l’Italia e per il mondo, allo scopo di dare un messaggio di non rassegnazione alle violenze perpetrate dall’Isis. Il sogno condiviso dagli ideatori del progetto sarebbe, però, di riuscire un domani a ricostruire l’intera Palmira con le polveri e i detriti che si potranno recuperare sul luogo del disastro, come auspicherebbe Massimo Moretti, oppure con blocchi recuperati dalle cave di pietra in situ.

Il progetto ha già ottenuto l’approvazione e il sostegno dell’Unesco, che ha messo a disposizione la campagna “Unite4Heritage”.

 

 

Certo, nulla di tutto ciò restituirà l’immenso patrimonio perduto. Le distruzioni avvenute sono diventate cicatrici impresse nella terra e nella nostra memoria collettiva e chi, un domani, si aggirerà tra le rovine di Palmira e degli altri luoghi orrendamente mutilati, non potrà non respirare, insieme all’inconfondibile odore della Storia, quello del terrore. Proprio per questo motivo, le copie prodotte dalla stampante 3D avranno, insieme ad un innegabile valore scientifico, il compito prezioso di ricordare  fino a che punto può arrivare la follia umana e, per contro, fino a che punto l’altra faccia dell’umanità è capace di reagire, ponendovi rimedio. 

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017

Responsive image

Comincia il Ramadan, ma l’Isis non ci lascia a digiuno dal terrore
E dall'America un giornalista musulmano insegna il galateo del Ramadan

CULTURA | 27-05-2017



CULTURA

Responsive image

Roma: arriva il salone dedicato ai corsi di lingua: Language Expo

Fiera specializzata in viaggi studio all’estero



SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image