Erri De Luca e il caso No Tav: il giorno della verità Attesa a breve la sentenza sullo scrittore accusato di sabotaggio - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

19-10-2015

Erri De Luca e il caso No Tav: il giorno della verità

Attesa a breve la sentenza sullo scrittore accusato di sabotaggio


Responsive image

È arrivato il giorno della verità per lo scrittore Erri De Luca. Nell'aula del Tribunale di Torino si attende infatti la sentenza del giudice Immacolata Iadeluca sulle famose parole pronunciate da De Luca nel corso di un'intervista rilasciata all'Huffington Post il 1° settembre 2013.

In quella dichiarazione lo scrittore disse testualmente: “La Tav va sabotata. Ecco perché le cesoie servivano: sono utili a tagliare le reti”. E questa mattina in aula l'intellettuale ha ribadito: "Confermo la mia convinzione che la linea sedicente ad Alta Velocità vada intralciata, impedita e sabotata per legittima difesa del suolo, dell'aria e dell'acqua".

 

A distanza di due anni quelle parole potrebbero costare care a De Luca, per il quale i pubblici ministeri Andrea Padalino e Antonio Rinaudo hanno chiesto una condanna a 8 mesi, spiegando che “con la forza delle sue parole ha sicuramente incitato a commettere reati”.

 

Considero quest’aula un avamposto. L’Italia si sta abituando a una deriva di consistenza civile. Sono un testimone della volontà di censura della parola, questa sentenza sarà un messaggio sulla libertà di espressione. Questo non è un processo al sottoscritto, ma alla libertà di pensiero nel nostro paese”, si è difeso invece lo scrittore napoletano durante il processo.

In effetti, la vicenda giudiziaria di De Luca ha fatto molto discutere proprio perché basata esclusivamente sulle parole dell'autore, che secondo i pubblici ministeri di Torino hanno una forza tale, anche in relazione all'importanza della persona che le ha pronunciate, da istigare a delinquere, in base all'art. 414 del codice penale.

 

L'autore, che ha ricevuto in questi due anni l'appoggio di importanti intellettuali stranieri come Paul Auster e Salman Rushdie, ha anche scritto un libello sulla vicenda – La parola contraria – che è stato distribuito gratuitamente fuori dal tribunale dai suoi sostenitori.

Nel corso del procedimento, Erri De Luca è intervenuto per difendersi così dall'accusa di sabotaggio e possibile turbativa dell'ordine pubblico: “Sabotare non è solo danneggiamento materiale. Significa intralciare, ostacolare, impedire. Ritengo di aver detto che questa linea di modesta accelerazione vada impedita, ostacolata e intralciata. Con cesoie e molotov? Evidentemente no. L’intralcio che dura da più di venti anni è stata attuato da una comunità unanime, che finora è riuscita a sabotare l’opera. Se il sabotaggio avvenisse con le cesoie l’opera sarebbe già conclusa da un pezzo”.

Il caso De Luca ricorda come sia labile il confine tra libertà di espressione e ragion di Stato, e quanto sia difficile mantenere un giusto equilibrio fra il legittimo desiderio dell'individuo di intervenire e magari influenzare il dibattito pubblico e le esigenze legate all'ordine pubblico.

di Andrea Piccoli
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

A Roma torna il “Pasto Sospeso” con Erri De Luca e Chef Rubio
Il 3 febbraio il noto scrittore e lo chef si cimenteranno insieme ai fornelli in una nuova sfida culinaria

CRONACA | 27-01-2018

Responsive image

A Erri De Luca un premio per la peggiore scena di sesso raccontata in un romanzo
Dal libro 'Il giorno prima della felicità'

CULTURA | 02-12-2016

Responsive image

Giletti: Napoli indecorosa. De Magistris lo querela
Approvata dalla giunta comunale l'azione per ottenere un risarcimento danni milionario da destinare al miglioramento dell'igiene urbana cittadina

CRONACA | 05-11-2015

Responsive image

Erri De Luca assolto per le frasi No Tav
Secondo il giudice non sussiste l'accusa di istigazione a delinquere

CRONACA | 19-10-2015

Responsive image

Responsive image

Erri De Luca: entra l'autunno e io entro nell'aula del processo
Nuova puntata del processo allo scrittore accusato di istigazione al sabotaggio per aver affermato che «la Tav va sabotata»

CRONACA | 21-09-2015



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia