Arborvitae: il cimitero verde del futuro Dall’Architettura Funeraria all’Architettura del Paesaggio: progetto per il cimitero del III Millennio - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CULTURA

 

30-10-2015

Arborvitae: il cimitero verde del futuro

Dall’Architettura Funeraria all’Architettura del Paesaggio: progetto per il cimitero del III Millennio


Responsive image

«Le foreste precedono i popoli, i deserti li seguono».
(François-René de Chateaubriand)

 

Unire la morte alla vita: questo il segreto di Arborvitae. Il cimitero del futuro. L’idea è semplice ma innovativa: creare un’alternativa ai cimiteri monumentali con alberi ben curati all’interno di un parco protetto e ben integrato nel tessuto urbano. Il progetto, elaborato dal team di A3paesaggio (le paesaggiste Consuelo Fabriani, Cloe Berni, Livia Ducoli e la botanica Maria Cristina Leonardi, le quali, tra l’altro, collaborano con la fondazione Memories, che sta realizzando alla Bovisa di Milano «Il giardino del ricordo»: verde urbano, arte e architettura funeraria) ha l’obiettivo di creare boschi urbani attraverso forme alternative di sepoltura, con l’uso di un’urna biodegradabile che viene interrata; il presupposto è la cremazione. L’urna, composta di cartone riciclato, è formata da due contenitori, il primo dei quali, l’inferiore, è adibito alla raccolta  delle ceneri, il superiore invece contiene terra e seme: su un disco d’acciaio si indicherà la specie arborea prescelta e il nome della persona.

 

 

«Un’idea nuova di paesaggio», sostiene il gruppo di A3Paesaggio, «in cui l'architettura funeraria cede il posto agli alberi dando vita ad un vero e proprio bosco urbano, spazio vitale per i cittadini, luogo di memoria e di rispetto capace di annullare la distanza tra il mondo dei morti e quello dei vivi. In questo modo, qualcosa che si pensava fosse destinata a rimanere immobile, continua a vivere e mutare nel tempo».

 

I principali interlocutori sono le città (Milano, Roma), soprattutto quelle dove è necessaria una forte riqualificazione del territorio, dove la salute dell’aria è compromessa e la riduzione del suolo un problema gravissimo. In questo modo si dà attuazione, inoltre, alle istanze di sostenibilità fissate, ormai da tempo, da Agenda 21 e dal Protocollo di Kyoto: una soluzione elegante e originale per recuperare aree degradate.

 

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Cimitero acattolico, un lembo d'arte nel cuore di Roma
Pietre, fiori e cielo luminoso a due passi dalla Piramide Cestia

CULTURA | 28-11-2016

Responsive image

Omicidio al cimitero: freddate mamma e figlia
Succede in provincia di Cosenza a pochi giorni dalla festa di Ognissanti

CRONACA | 31-10-2016

Responsive image

Ossa e teschi nel Palermitano, spunta un cimitero di mafia a due passi da Corleone
I resti rinvenuti potrebbero appartenere a persone di cui in passato si sono perse le tracce

CRONACA | 05-10-2016





SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia