Venezuela, nipoti del presidente Maduro arrestati per contrabbando di cocaina Hanno tentato di introdurre negli Stati Uniti 800 chilogrammi di droga - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 -  SMS e WhatsApp 392.6927647 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

13-11-2015

Venezuela, nipoti del presidente Maduro arrestati per contrabbando di cocaina

Hanno tentato di introdurre negli Stati Uniti 800 chilogrammi di droga


Responsive image

Non potranno certo appellarsi al principio giuridico dell'uso personale i due nipoti del presidente venezuelano Nicolás Maduro arrestati per contrabbando di droga. La polizia di Port-au-Prince, capitale di Haiti, li ha trovati infatti in possesso di ben 800 chilogrammi di cocaina, destinati a invadere il mercato degli Stati Uniti.

Efrain Antonio Campo Flores e Francisco Flores de Freitas sono stati consegnati agli agenti della Drug Enforcement Administration (DEA), l'agenzia federale antidroga americana, e imbarcati su un volo diretto a New York.

L'intenzione dei due era di raggiungere l'Honduras per far transitare il carico dall'aeroporto di una piccola isola del paese centroamericano chiamata Roatan. L'intermediario con cui avevano preso contatto, però, è un informatore della DEA. Tutti i colloqui fra i tre sono stati registrati, compreso quello nel corso del quale i nipoti di Maduro hanno portato con sé un chilo di cocaina come prova della qualità della merce in loro possesso.

 

Il narcotraffico e il riciclaggio di denaro sporco sembrano attività comuni fra gli uomini di potere venezuelani. Uno dei sospettati eccellenti è Diosdado Cabello, attuale presidente dell'Assemblea Nazionale, in sostanza il secondo uomo più potente del Venezuela. Nel 2014 gli Stati Uniti hanno cancellato il visto di 56 venezuelani accusati a vario titolo di essere coinvolti nei traffici di droga.

Uno dei due ragazzi arrestati il 10 novembre ad Haiti è il figliastro di Cilia Flores, moglie di Maduro e fino a 2 anni fa presidente dell'Assemblea Nazionale. La donna ha via via acquisito potere nella politica venezuelana dopo che nel 1992 ha fatto parte del collegio di difesa dell'ex presidente Hugo Chavez, all'epoca sotto accusa per il fallito tentativo di colpo di Stato contro Carlos Andrés Perez.

Alle prese con una crisi economica senza precedenti e con in vista le elezioni fissate per il 6 dicembre prossimo, Maduro vede complicarsi ancora di più la propria posizione. Sondaggi non ufficiali parlano dell'imminente sorpasso di un'opposizione che, tuttavia, non pare neanche essa in ottima salute. Il suo leader, Leopoldo Lopez, è stato condannato a 13 anni di carcere per aver istigato le rivolte di piazza dell'anno scorso che erano sfociate in violenti scontri e nel tentativo di attacco alla Procura centrale di Caracas.

 

Per gli stessi episodi, tuttavia, Maduro è stato denunciato dall'opposizione per crimini contro l'umanità davanti alla Corte penale internazionale dell'Aia. L'accusa è di aver represso con violenza dimostrazioni che erano in origine pacifiche, causando così decine di morti.

Di fronte alla notizia dell'arresto dei nipoti Maduro ha reagito parlando di “attacchi e imboscate imperialiste”.

Il paese seguirà il suo corso”, ha aggiunto il presidente su Twitter, prima di partire per Ginevra dove ha pronunciato un discorso davanti al Consiglio per i diritti umani dell'Onu, che da anni ne indaga la violazione sistematica nel paese.

Oggi il Venezuela affronta un assedio permanente e la manipolazione del tema dei diritti umani […] allo scopo di isolare il paese”, si è difeso Maduro.

di Andrea Piccoli
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Venezuela in crisi, fame e rivolte
Maduro sul filo del rasoio, il paese è in ginocchio

ESTERI | 22-06-2016

Responsive image

Cesenatico: arrestato trafficante di droga a casa della sorella di Marco Pantani
L'uomo, al momento dell'arresto, si trovava nella cucina della casa di Laura Pantani

CRONACA | 28-01-2016

Responsive image

Venezuela, le elezioni segnano la fine del chavismo
Il trionfo dell’opposizione dopo quasi venti anni di egemonia socialista

ESTERI | 07-12-2015

Responsive image

Venezuela: ucciso leader d'opposizione durante un comizio
Luis Manuel Diaz perde la vita sul palco durante un comizio. Il governo chavista viene additato come responsabile

ESTERI | 27-11-2015

Responsive image


POLITICA

Responsive image

Terremoto Centro Italia, il Governo progetta la ricostruzione: nasce il piano ‘Casa Italia’

L’esecutivo sarebbe pronto a stanziare 2-3 miliardi l’anno per la messa in sicurezza...

CRONACA

Responsive image

Il Presidente del Consiglio degli ingegneri: ‘Serve normativa antisismica adeguata’

Prevenzione e adeguamento alle norme per evitare altri disastri

CULTURA

Responsive image

Un caffè in ghiaccio con latte di mandorla insieme a Valentina Perrone

L'autrice racconta la sua vita di scrittrice e il suo inno alla vita al sapore di Salento



SALUTE

Responsive image

Terremoto Centro Italia: il supporto psicologico è fondamentale

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli psicologi ha diramato un comunicato per offrire...

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Ford, auto autonome entro 5 anni. Addio conducente

E' la nuova sfida della casa automobilistica statunitense


Responsive image

SPORT

Responsive image

La Lazio non sfata il tabù: è ancora vittoria della Juventus

Decide un gol di Khedira. Momenti di commozione per le vittime del terremoto

MUNICIPIO DEL MARE

Nell'ambito della rassegna 'Il Mito e il Sogno'


Responsive image