Bombardamenti francesi su Raqqa, roccaforte siriana dell’Isis La Francia non tarda a rispondere agli attentati terroristici del 13 novembre - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

16-11-2015

Bombardamenti francesi su Raqqa, roccaforte siriana dell’Isis

La Francia non tarda a rispondere agli attentati terroristici del 13 novembre


Responsive image

Appena dopo 48 ore dagli attentati terroristici che hanno sconvolto la Francia e non solo, l’Armée de l’Air francese ha sganciato nella notte di domenica 15 novembre 20 bombe su Raqqa, roccaforte dell’Isis in Siria. Intorno alle 22.30, ora locale, i bombardamenti francesi hanno colpito circa 20 obiettivi nevralgici della città e distrutto due campi di addestramento dell’Isis. Questo è quanto ha annunciato il ministro francese della Difesa in una nota che conferma  gli attacchi: “Il primo obiettivo distrutto - ha dichiarato Jean-Yves Le Drian - veniva utilizzato dall'Isis come posto di comando, centro di reclutamento dei jihadisti e deposito d'armi e munizioni. Il secondo obiettivo ospitava un campo di addestramento terrorista”. Le infrastrutture operative dello Stato islamico, sono state distrutte - prosegue - in due raid alle 19:50 e alle 20:25”. Secondo le informazioni dei servizi segreti iracheni, sembra infatti che l’attacco a Parigi sia stato preparato a Raqqa, in Siria, dove nei mesi scorsi un gruppo di terroristi erano stato preparato specificatamente per l’operazione nella capitale francese. Sarebbero 24 i jihadisti coinvolti, 19 per gli attacchi terroristici e 5 con compiti logistici. Immediata è stata così la risposta francese ai fatti che poche ore prima avevano sconvolto e dilaniato la sua capitale, colpendo dunque il nemico direttamente al cuore.  Per i bombardamenti sembra siano stati impiegati 12 aerei, tra i quali 10 aerei della coalizione, partiti simultaneamente dagli Emirati Arabi Uniti e dalla Giordania.

 

Dagli ultimi e recenti attentati di Parigi, sembra, infatti, scattato un nuovo capitolo nella cooperazione militare tra Parigi e gli alleati, anzitutto gli Stati Uniti. Secondo  quanto anticipato dal Wall Street Journal, gli USA hanno ampliato la condivisione delle loro informazioni di intelligence, fornendo dati sulla posizione di obiettivi jihadisti in Siria. Inoltre, secondo  fonti non ancora confermate, all’operazione su Raqqa potrebbero aver partecipato forze aeree russe, che però non risulterebbero coinvolte nelle attività di bombardamento vero e proprio, nonostante Mosca, ufficialmente, abbia condannato il bombardamento francese. Una notizia che potrebbe non sembrare di pura irrealtà se si lancia uno sguardo all’importante faccia a faccia tra Putin e Barack Obama nel contesto dei lavori del G20 di Antalya, in Turchia. Incontro, quello tra questi due grandi della terra, che ha avuto come obiettivo quello di sottolineare l’urgenza di risolvere il conflitto in Siria, soprattutto alla luce di quelli che sono stati i fatti drammatici di Parigi. E, secondo quanto reso noto dalla Casa Bianca, il costruttivo incontro tra i due leader si è concluso con un accordo  i cui contenuti sono condivisi da Washington e Mosca: dalla necessità di un immediato cessate il fuoco a quella di una transizione politica che parta da una mediazione dell'Onu tra il regime di Damasco e i rappresentanti dell'opposizione.

 

Immediata è stata la reazione sui social in seguito ai raid su Raqqa. Tantissimi infatti i messaggi postati nei quali si inneggia all’annientamento e alla distruzione del nemico, di colui che giornalmente mina alla pace nel mondo.  Ma, d’altro canto, non sono neanche mancate le critiche da parte delle organizzazioni umanitarie, ma anche di comuni cittadini, che sollevano l’interrogativo dell’impatto sulla popolazione civile; anche se, secondo quanto reso  noto dagli attivisti anti-Isis presenti in Siria, non ci sarebbero state vittime civili dagli ultimi eventi su Raqqa. 

 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017

Responsive image

Comincia il Ramadan, ma l’Isis non ci lascia a digiuno dal terrore
E dall'America un giornalista musulmano insegna il galateo del Ramadan

CULTURA | 27-05-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia