Anonymous in guerra contro l'Isis Oscurati sui social migliaia di profili legati ai jihadisti - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

18-11-2015

Anonymous in guerra contro l'Isis

Oscurati sui social migliaia di profili legati ai jihadisti


Responsive image

L'aveva promesso e lo ha fatto. Anonymous ha lanciato la sua campagna di hackeraggio informatico contro l'Isis, violando e oscurando oltre 5.500 account dello Stato Islamico su Twitter. L'operazione, promossa con gli hashtag #opISIS e #opPARIS, ha fruttato al collettivo la raccolta di migliaia di dati personali di sostenitori dell'Isis che sono stati comunicati ai combattenti dell'Esercito libero siriano per aiutarli nella loro battaglia contro gli estremisti.

Nei giorni scorsi era apparso su YouTube un video che annunciava l'impegno diretto della comunità virtuale di hacker. Un uomo, che indossava come d'abitudine la maschera di Guy Fawkes, avvertiva così i jihadisti:

Saluti a voi, cittadini del mondo. Noi siamo Anonymous. Prima di tutto vogliamo esprimere il nostro dolore e solidarietà per le vittime, i feriti e le loro famiglie. Per difendere i nostri valori e la nostra libertà siamo sulle tracce degli appartenenti ai gruppi terroristici responsabili degli attacchi, non ci fermeremo, non dimenticheremo, e faremo tutto il necessario per porre fine alle loro azioni. Durante gli attacchi a Charlie Hebdo avevamo già dichiarato la nostra determinazione a neutralizzare chiunque attaccasse le nostre libertà. Adesso faremo lo stesso. Aspettatevi la nostra totale mobilitazione. La violenza non ci indebolirà, ma ci darà la forza per unirci e combattere insieme la tirannia e l'oscurantismo. Noi siamo Anonymous. Noi siamo legione. Non dimentichiamo. Non perdoniamo. Aspettateci”.

Nel giro di qualche ora il messaggio è diventato virale e ha prodotto oltre 1 milione di visualizzazioni.

 

La guerra informatica dichiarata da Anonymous si avvale anche di un software ideato da due esperti di sicurezza italiani che non fanno parte della comunità virtuale di hacker. Il loro talento con le righe di codice è servito tuttavia a creare un software in grado di tracciare i flussi di comunicazione della galassia jihadista su Twitter, facilitando quindi il compito di Anonymous.

Il software si chiama Geosec e tecnicamente appartiene alla categoria dei “bot”, vale a dire un software “robot” che geolocalizza in maniera automatica le comunicazioni in arabo filtrandole per pertinenza. In prospettiva, Geosec potrà essere utilizzato anche dai servizi segreti dei paesi occidentali. Il programma, ancora in beta, riesce infatti a localizzare chi sta digitando una certa informazione sul servizio di microblogging. Grazie ai big data prodotti, gli esperti possono vagliare i profili emersi e comunicarli eventualmente alle intelligence che indagano sull'Isis.

 

Al videomessaggio e all'annuncio di Anonymous di aver oscurato migliaia di profili, l'Isis ha risposto con un'alzata di spalle. In un canale di Telegram (il servizio di messaggistica rivale di Whatsapp ha introdotto la possibilità di creare conversazioni che possono avere un numero infinito di membri e possono essere pubbliche con un URL permanente, ndr) affiliato allo Stato Islamico, infatti, i membri scherniscono l'azione di Anonymous affermando che non si tratta di dati sensibili. Allo stesso tempo, però, si leggono consigli su come evitare hackeraggi futuri: dal non aprire collegamenti se non si è sicuri della fonte al cambio costante di indirizzo IP, fino al divieto di parlare su Telegram o nei messaggi privati di Twitter con persone che non si conoscono.

Al di là dei proclami e delle azioni terroristiche messe in campo, l'aura di invincibilità dell'Isis subisce un altro colpo, stavolta virtuale, dopo che sul campo le milizie curde hanno cominciato a riconquistare le città irachene occupate dai jihadisti.

di Andrea Piccoli
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Anonymous hackera i siti istituzionali e fa manbassa di dati personali e non
Sottratti centinaia di file: mail, numeri di telefono, contratti di lavoro, documenti di polizia e forze armate

CRONACA | 15-11-2017

Responsive image

L’Isis stava per commercializzare in Italia la ‘droga del combattente’
Sequestrati più di 24 milioni di pasticche

CRONACA | 03-11-2017

Responsive image

Isis: l'avvelenamento dei cibi è la nuova strategia del terrore?
L'ultimo appello ai lupi solitari inviterebbe questi a iniettare cianuro negli alimenti nei supermercati

ESTERI | 04-09-2017

Responsive image

Attentato Barcellona: terrorista in fuga verso la Francia. L’Isis esulta per gli attacchi in Spagna e Finlandia
Anche in Russia si è verificata un’aggressione con coltello in strada: si indaga

ESTERI | 19-08-2017

Responsive image

Responsive image

Ecco perché l’Iran è il nuovo nemico dell’Isis
Guerra tra sciiti e sunniti e fronte siriano: i motivi di un odio sopito per tanto tempo

ESTERI | 08-06-2017

Responsive image

Iran, Isis rivendica il doppio attentato a Teheran. Deputati durante attacco: «Morte agli Usa»
La situazione sta tornando lentamente alla normalità. Il presidente del Parlamento, Larijani, dichiara: «I terroristi hanno l’Iran come obiettivo»

ESTERI | 07-06-2017

Responsive image

Melbourne, il terrorista alla tv: 'Questo è per l'Isis'
L'attentato terroristico è stato rivendicato

ESTERI | 06-06-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia