San Pietro, Duomo di Milano e Teatro Scala a rischio attentati Isis secondo l’FBI Le informazioni sono contenute in un documento inviato all’Italia che contiene anche cinque nominativi su cui indagare. Intanto l’ambasciata Usa da disposizioni di sicurezza ai suoi cittadini in Italia. - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

19-11-2015

San Pietro, Duomo di Milano e Teatro Scala a rischio attentati Isis secondo l’FBI

Le informazioni sono contenute in un documento inviato all’Italia che contiene anche cinque nominativi su cui indagare. Intanto l’ambasciata Usa da disposizioni di sicurezza ai suoi cittadini in Italia.


Responsive image

San Pietro, il Duomo di Milano e il Teatro Scala sarebbero gli obiettivi sensibili dell’Isis indicati dalla Federal Bureu of Investigation(Fbi). Nessuna soffiata o notizia diretta di minaccia concreta ma solo un’indicazione generica, contenuta nel documento che la Drug Enforcement Administration (Dea) ha inviato agli agenti federali statunitensi e questi a loro volta hanno girato all’Italia il 18 novembre. L’FBI avrebbe anche segnalato cinque nominativi su cui si rendono necessari gli accertamenti. Si tratta di cinque cittadini arabi, dei quali non si hanno, al momento, altre informazioni.

 

La pericolosità dei luoghi e quanto realmente il nostro Paese sia considerato a rischio è stato ribadita anche in un messaggio di sicurezza che l’ambasciata americana ha diramato sul suo sito internet. Oltre a quelli indicati, invita i cittadini statunitensi in Italia a evitare “luoghi generici” come sinagoghe, chiese, ristoranti, teatri, hotel delle due città, in quanto “potenziali obiettivi per attacchi terroristici”. Sempre secondo l’ambasciata statunitense, i terroristi potrebbero usare metodi analoghi a quelli impiegati per la strage di Parigi.

 

Intanto Roma e Milano rafforzano i controlli. Nuove chiusure di sicurezza sono state disposte in strade vicino agli obiettivi ritenuti sensibili. In una Capitale sempre più blindata, cresce anche il numero dei falsi allarmi, confermando un alto stato di allerta. Dopo il falso allarme al Vaticano, una borsa lasciata incustodita nei pressi dell’ambasciata americana in via Veneto ha fatto scattare immediatamente il protocollo di sicurezza. L’intera zona tra via Bissolati e piazza Barberini è stata chiusa al traffico mentre gli artificieri verificavano il contenuto della borsa. Un altro falso allarme, per via di un trolley abbandonato, si è verificato nei pressi dell’università Lumsa, vicino San Pietro.

 

A incrementare il clima di paura, un’altra minaccia dell’Isis all’Italia, giunta nei giorni scorsi attraverso le pagine del loro magazine Daqib: “Chiediamo ad Allah di sostenere i mujaheddin contro gli agenti dei leader dell’idolatria e i crociati finché la bandiera del Califfato non sarà issata su Istanbul e Città del Vaticano”. L’accostamento non è casuale. Istanbul, antica Costantinopoli e Bisanzio, vecchia capitale dell’Impero Romano d’Oriente, è la sede del Patriarca della Chiesa  cristiano-ortodossa.

 

di Stefania D'Agostino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

San Pietro e Paolo, stop bottiglie di vetro e lattine per la sicurezza a Roma
Ordinanza di divieto per il trasporto e la vendita da parte di negozi, ambulanti e distributori

CRONACA | 28-06-2017

Responsive image

Strage San Pietroburgo, cosa è successo e dove vanno le indagini
Dalle esplosioni alle prime ipotesi circa la provenienza dell’attentatore. C’è un nome

ESTERI | 04-04-2017

Responsive image

Tra la vita e la morte: ballerina della Scala travolta dal tram
Antonina Chapkina si è sporta dal marciapiede mentre stava parlando al telefono

CRONACA | 05-04-2016

Responsive image

Madre di Satana: l’esplosivo che si tramanda tra i terroristi islamici
L’esplosivo si basa su una combinazione di acetone e detergenti

ESTERI | 22-03-2016

Responsive image

Responsive image

San Pietro. Droga alcol e stupro: due arresti
Tre ragazzi dovranno rispondere del reato di violenza sessuale ai danni di una studentessa svedese

CRONACA | 10-03-2016

Responsive image

Napoli: scoperto un ‘duomo’ sottomarino nel golfo
Studi scientifici del CNR attestano trentacinque emissioni gassose attive nel mare partenopeo

CRONACA | 01-03-2016

Responsive image

Un doodle ‘piccante’ dedicato a Scoville: per lui peperoncini e un gioco divertente
È stato il chimico che per primo misurò il grado di piccantezza dei peperoncini e oggi Google vuole celebrarlo con un doodle dall’aroma

SCIENZE E TECNOLOGIA | 22-01-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia