Russia ancora contro Erdogan: 'Compra petrolio dall'Isis' Dopo l'abbattimento del jet russo, la situazione non accenna a migliorare. La Turchia e il suo ruolo nella lotta all'Isis sono diventati bersaglio ordinario della Russia - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 -  SMS e WhatsApp 392.6927647 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

02-12-2015

Russia ancora contro Erdogan: 'Compra petrolio dall'Isis'

Dopo l'abbattimento del jet russo, la situazione non accenna a migliorare. La Turchia e il suo ruolo nella lotta all'Isis sono diventati bersaglio ordinario della Russia


Responsive image

I rapporti fra Russia e Turchia degenerano a un ritmo disarmante. L'ennesima stoccata ai danni di Recep Tayyip Erdogan arriva oggi, a infliggergliela il ministero della Difesa russo. In conferenza stampa Erdogan e famiglia sono stati pubblicamente accusati di essere coinvolti nel traffico di petrolio con lo Stato Islamico.
"Il principale consumatore del petrolio rubato ai legittimi proprietari, Siria e Iraq, è la Turchia. In base alle informazioni disponibili, il presidente Erdogan e la sua famiglia sono direttamente coinvolti in questa attività criminale". Queste le parole del viceministro Anatoly Antonov che rincara la dose aggiungendo: "In Occidente nessuno si pone domande sul fatto che il figlio del presidente turco è a capo della più grande compagnia energetica, o che il suo genero è stato nominato ministro dell'Energia. Che meravigliosa famiglia d'affari! Il cinismo della leadership turca non conosce limiti".

 

E la Turchia non ci sta: "Nessuno ha il diritto di calunniarci" afferma un Erdogan furioso per l'astio russo. Il presidente turco è pronto a dimettersi se la Russia mostrerà prove a sostegno dell'accusa.
Il Pentagono abbraccia la causa turca, additando le accuse della Russia come "assurde": la Turchia partecipa ai raid della coalizione contro i jihadisti e non può assolutamente essere collaboratrice dell'Isis.

 

Secondo i rappresentanti del ministero della Difesa russo, sono tre le vie individuate per il trasporto del petrolio verso il territorio turco dalle zone controllate dai banditi in Siria e Iraq: una rotta occidentale, una settentrionale e una orientale per un totale di 20mila barili al giorno. In senso contrario (dalla Turchia alla Siria) passano le armi dirette ai jihadisti in un continuo e allarmante scambio che getta ombre e fango sulla Turchia e sul suo ruolo nella lotta al terrorismo. 

di Serena Gazzaneo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Isis: scoperte 72 fosse comuni tra Siria e Iraq
Il numero dei morti oscilla da 5200 a 15000

ESTERI | 30-08-2016

Responsive image

Il Presidente del Consiglio degli ingegneri: ‘Serve normativa antisismica adeguata’
Prevenzione e adeguamento alle norme per evitare altri disastri

CRONACA | 26-08-2016

Responsive image

Turchia: fuori 38mila detenuti dalle carceri, dentro i golpisti. Il colpo di stato diventa un film
Libertà condizionata per gli scarcerati, nessuna “amnistia” precisa il ministro della Giustizia. Gulen condannato a due ergastoli

ESTERI | 17-08-2016

Responsive image

Sirte: nel covo dell’Isis anche documenti sull’Italia. Militanti già presenti nel milanese
Le autorità libiche chiedono una maggiore collaborazione a quelle italiane

ESTERI | 13-08-2016

Responsive image

Responsive image

Sirte, preso il quartier generale dell'Isis: città liberata per il 70%
Incrementati i raid aerei delle forze statunitensi, più di 20 nelle ultime ore

ESTERI | 11-08-2016

Responsive image

Quando Erdogan chiama, la Turchia risponde
Oltre un milione di persone in piazza a Istanbul su invito del Presidente: ‘Restiamo uniti, fratelli’

ESTERI | 08-08-2016

Responsive image

Turchia e il pasticcio Gulen: arriva il mandato d’arresto. È scontro con Washington
I rapporti con gli Usa si infuocano, mentre l’Occidente continua a tuonare contro il presidente Erdogan

ESTERI | 05-08-2016



POLITICA

Responsive image

Salvini balla 'Andiamo a comandare' (con la ruspa in tangenziale)

Balli di gruppo alla festa della Lega Nord

CRONACA

Responsive image

Sciacallaggio post-terremoto, disperati o gente senza scrupoli?

Non bastano i 290 morti estratti dalle macerie, il centro Italia diventa terra di razzie

CULTURA

Responsive image

Un caffè in ghiaccio con latte di mandorla insieme a Valentina Perrone

L'autrice racconta la sua vita di scrittrice e il suo inno alla vita al sapore di Salento



SALUTE

Responsive image

Terremoto Centro Italia: il supporto psicologico è fondamentale

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli psicologi ha diramato un comunicato per offrire...

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Ford, auto autonome entro 5 anni. Addio conducente

E' la nuova sfida della casa automobilistica statunitense


Responsive image

SPORT

Responsive image

La Lazio non sfata il tabù: è ancora vittoria della Juventus

Decide un gol di Khedira. Momenti di commozione per le vittime del terremoto

MUNICIPIO DEL MARE

Nell'ambito della rassegna 'Il Mito e il Sogno'


Responsive image