Russia ancora contro Erdogan: 'Compra petrolio dall'Isis' Dopo l'abbattimento del jet russo, la situazione non accenna a migliorare. La Turchia e il suo ruolo nella lotta all'Isis sono diventati bersaglio ordinario della Russia - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 -  SMS e WhatsApp 392.6927647 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

02-12-2015

Russia ancora contro Erdogan: 'Compra petrolio dall'Isis'

Dopo l'abbattimento del jet russo, la situazione non accenna a migliorare. La Turchia e il suo ruolo nella lotta all'Isis sono diventati bersaglio ordinario della Russia


Responsive image

I rapporti fra Russia e Turchia degenerano a un ritmo disarmante. L'ennesima stoccata ai danni di Recep Tayyip Erdogan arriva oggi, a infliggergliela il ministero della Difesa russo. In conferenza stampa Erdogan e famiglia sono stati pubblicamente accusati di essere coinvolti nel traffico di petrolio con lo Stato Islamico.
"Il principale consumatore del petrolio rubato ai legittimi proprietari, Siria e Iraq, è la Turchia. In base alle informazioni disponibili, il presidente Erdogan e la sua famiglia sono direttamente coinvolti in questa attività criminale". Queste le parole del viceministro Anatoly Antonov che rincara la dose aggiungendo: "In Occidente nessuno si pone domande sul fatto che il figlio del presidente turco è a capo della più grande compagnia energetica, o che il suo genero è stato nominato ministro dell'Energia. Che meravigliosa famiglia d'affari! Il cinismo della leadership turca non conosce limiti".

 

E la Turchia non ci sta: "Nessuno ha il diritto di calunniarci" afferma un Erdogan furioso per l'astio russo. Il presidente turco è pronto a dimettersi se la Russia mostrerà prove a sostegno dell'accusa.
Il Pentagono abbraccia la causa turca, additando le accuse della Russia come "assurde": la Turchia partecipa ai raid della coalizione contro i jihadisti e non può assolutamente essere collaboratrice dell'Isis.

 

Secondo i rappresentanti del ministero della Difesa russo, sono tre le vie individuate per il trasporto del petrolio verso il territorio turco dalle zone controllate dai banditi in Siria e Iraq: una rotta occidentale, una settentrionale e una orientale per un totale di 20mila barili al giorno. In senso contrario (dalla Turchia alla Siria) passano le armi dirette ai jihadisti in un continuo e allarmante scambio che getta ombre e fango sulla Turchia e sul suo ruolo nella lotta al terrorismo. 

di Serena Gazzaneo
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Afghanistan, esplosione durante un corteo a Kabul: Isis rivendica
Il bilancio è di oltre 60 morti e 200 feriti. Gli ospedali in affanno chiedono donazioni di sangue alla popolazione

ESTERI | 23-07-2016

Responsive image

Olimpiadi di Rio, lupi solitari pronti a colpire: decine di arresti
L’Isis mette online un manuale che fornisce istruzioni ai jihadisti su come colpire durante i giochi olimpici e altre indicazioni

ESTERI | 22-07-2016

Responsive image

Erdogan tra epurazioni di massa e leggi: annullato il reato di pedofilia
Per le associazioni umanitarie tale decisione è una sorta di amnistia per quanti convolano a nozze con 'le spose bambine'

ESTERI | 21-07-2016

Responsive image

Turchia: WikiLeaks pubblica 295mila mail del partito di Erdogan
‘È la risposta alle purghe del governo’ ma le autorità turche oscurano il sito

ESTERI | 20-07-2016

Responsive image

Responsive image

Golpe Turchia: sempre più insistenti le voci sulla messa in scena
Adesso Erdogan ha la scusa per rimuovere i suoi detrattori

ESTERI | 18-07-2016

Responsive image

Turchia, Erdogan avvia le purghe
E intanto, arrivederci Stati Uniti, benvenuto Putin

ESTERI | 18-07-2016

Responsive image

Golpe in Turchia: tutto quello che non quadra
Da FaceTime a Gulen allo stesso popolo turco

ESTERI | 17-07-2016



POLITICA

Responsive image

Adinolfi. Ecco cosa è successo ieri su Twitter

'Troie e rottinculo': questi i mali della società, a cui bisogna ribellarsi, secondo...

CRONACA

Responsive image

Tribunali, allarme sicurezza: a Palermo pugno in faccia dopo la sentenza

Il caso dell'aggressione al pubblico ministero di Palermo rimanda alla mente altre due...

CULTURA

Responsive image

Un tuffo dalla Grotta di Byron tra eco del mare e romanticismo inglese

Il Golfo dei Poeti in Liguria affascina da sempre artisti e scrittori



SALUTE

Responsive image

Mal d’auto? 5 mosse per sconfiggerlo

Le partenze estive in macchina sono per molti una sofferenza, ecco i consigli per rendere...

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Graham, l'uomo che resiste agli incidenti stradali

Graham è un prototipo di uomo che nasce dalle menti di ingegneri e medici che...


Responsive image

SPORT

Responsive image

Higuain alla Juve, bianconeri pigliatutto

Secondo Sky Sport, El Pipita avrebbe già sostenuto le visite mediche e starebbe per...

MUNICIPIO DEL MARE

Era finito in carcere insieme ad altri presunti affiliati del clan Spada


Responsive image