Dipendenza Affettiva Quando l'altro diventa l'unica ragione di vita: amore o patologia? - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CHIEDI ALL'ESPERTO: PSICOLOGA

 

11-02-2015

Dipendenza Affettiva

Quando l'altro diventa l'unica ragione di vita: amore o patologia?


Responsive image

Buongiorno Dottoressa,

ero un po’ indecisa nello scriverle, perché spero che manteniate l’anonimato se deciderà di pubblicare la mia lettera. Ho bisogno di un consiglio, perché la mia vita è molto cambiata da quando ho finto la storia con il mio compagno.

Ho 36 anni e non riesco a fare più nulla da quando ci siamo lasciati, mi accorgo che la mia vita passa e non cambia nulla.

Sono oramai 5 anni che ci siamo lasciati dopo 2 anni insieme, e nonostante lui si sia rifatto una vita io non mi rassegno.

La mia vita, non è cambiata per nulla anzi è peggiorata, mi sono allontanata da tutte le persone che mi volevano bene e sono rimasta sola.

Con lui facevo tutto, mi accompagnava al lavoro, mi consigliava, mi amava e mi faceva stare bene, lo chiamavo spesso era il mio riferimento e la mia vita, adesso che non c’è più mi sento smarrita, solo e infelice.

Cosa posso fare? Ho paura di chiedere aiuto perché ho il terrore degli psicofarmaci contro la depressione e io medicine non ne voglio prendere. Mi aiuti sono distrutta e sola.

Grazie

F. Roma

 

Carissima F,

come prima cosa stia tranquilla per l’anonimato, ovviamente questa rubrica nasce proprio per essere di aiuto e sostegno e certamente si tutela al massimo l’anonimato.

 

Circa il disagio di cui ci parla, emerge una temporalità che inizia ad essere significativa.

Sono passati 5 anni dalla chiusura di questa storia e sembra che lei lo abbia vissuto come un abbandono molto profondo dal quale fai fatica a riprendersi.

Sembrerebbe inutile consigliarle di reagire, perché immagino ci abbia provato molte volte senza riuscirci e quindi il percorso psicologico sembra essere l’unica spiaggia per una rinascita profonda e soprattutto per giungere alla consapevolezza del suo malessere.

 

Molte persone, ad esempio, soffrendo di Dipendenza Affettiva ricercano spesso compagni a cui “aggrapparsi per farsi trascinare” nel cammino della vita, ma quando poi la storia finisce, venendo meno l’àncora a cui ci si è aggrappati, si cade bruscamente a terra restando spaesati e sconfortati.

 

Il sostegno psicologico è un percorso di consapevolezza, di analisi del problema e di analisi di strategie per superarlo anche attraverso una buona e approfondita diagnosi.

Ai medicinali si ricorre solo in alcuni casi e quando si decide di chiedere un consulto psichiatrico o neurologico lo si fa solo quando si hanno degli scompensi in atto molto forti a livello neurologico o in presenza di patologie psichiatriche importanti.

Infine, ricordi bene che lo psicologo non potrà mai prescriverle farmaci non avendo i titoli per farlo. Stia serena, cheda aiuto e inzi pure a prendersi cura di sè, questa è l'unica strada giusta.

in bocca al lupo.

Cordiali saluti

 

Se avete domande da porre potete scrivere a esperti@pontilenews.it o visitare il sito www.centroarmonica.it.

di Daniela Siciliano
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

La tragedia sul comò. Perché la cronaca nera in tv appassiona così tanto?
Lo abbiamo chiesto alla psicologa Daniela Siciliano

CRONACA | 14-08-2016

Responsive image

Gabriel Garcia Marquez, il gigante immortale esperto di umanità
89 anni fa nasceva il premio Nobel per la letteratura che inventò il mondo con una macchina da scrivere

CULTURA | 06-03-2016

Responsive image

Il Disturbo Maschile dell'Erezione
Disfunzioni sessuali: origine organica o psicologica?

CHIEDI ALL'ESPERTO: PSICOLOGA | 11-02-2015

Responsive image

Il Battistero di Pistoia protagonista della disperazione di una famiglia
Sulla vicenda il Ministro Orlando interviene in diretta alla trasmissione "Chi l'ha visto?"

CRONACA | 29-01-2015

Responsive image




SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia