Roma-Verona. Esordio amaro per Luciano Spalletti: i giallorossi pareggiano in casa per 1 a 1 contro i gialloblù È una Roma ancora in fase di rodaggio, che parte bene e che frena nel recupero a causa di qualche errore individuale di troppo - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

17-01-2016

Roma-Verona. Esordio amaro per Luciano Spalletti: i giallorossi pareggiano in casa per 1 a 1 contro i gialloblù

È una Roma ancora in fase di rodaggio, che parte bene e che frena nel recupero a causa di qualche errore individuale di troppo


Responsive image

Una Roma da reinventare, una squadra in fase di creazione, una nave che deve abituarsi ad un nuovo traghettatore. Il team organizzato dal tecnico di Certaldo inizia la sfida contro il Verona con il classico 4-2-3-1 con Pjanic abbassato in mediana e Nainggolan trequartista. Dopo un primo tempo in cui i giallorossi sono stati nettamente predominanti, con il belga che sblocca la partita con la sua prima rete stagionale al 40’ minuto e regala il vantaggio a fine primo tempo, nel secondo tempo Delneri mischia le sue carte e la partita cambia musica. Il pari del Verona tuona su rigore con Pazzini. La Roma tuttavia ha con Dzeko la possibilità del vantaggio, ma nulla da fare, i capitolini si bloccano sull’1-1. Anche Kevin Strootman era presente allo Stadio Olimpico per assistere al match di campionato contro il Verona e ha caricato i suoi compagni negli spogliatoi prima della competizione contro i gialloblù.

 

La partita. La Roma scende in camp schierata in un 4-2-3-1 con Szczesny, Torosidis, sostituito al 72′ minuto da Iago Falque, Manolas, Castan al suo posto al 65′ minuto Rudiger, Digne, Pjanic, De Rossi, Salah, Nainggolan, Florenzi, Dzeko. Indisponibili per il ritorno di Spalletti, invece, Strootman, Keita, Ucan a causa di un trauma contusivo-distrattivo dell’articolazione metatarso-falangea del I dito del piede sinistro, Maicon e Gervinho entrambi per un fastidio al ginocchio. Al fischio d’inizio il pubblico è in delirio, pieno d’entusiasmo per la nuova avventura del tecnico di Certaldo, carico dei ricordi di giorni ricchi di emozioni e risultati. Nei primi 45 minuti di gioco la squadra capitolina è decisamente predominane sul rettangolo di gioco rispetto ai gialloblù. Al minuto 40, quando De Rossi con il tacco la passa al belga Nainggolan che davanti a Gollini non sbaglia e mette in buca la rete dell’1 a 0. Inizia la ripresa e Delneri sceglie un doppio cambio. Esce Emanuelson ed entra Fares. Fuori anche Bianchetti per Hallfreddson. La partita muta, così, repentinamente e la Roma inizia a soffrire il nuovo schieramento tattico del Verona. Al minuto 60, i gialloblù pareggiano con Pazzini che segna su rigore, derivato da un intervento scomposto di Castan. Il giocatore commette troppi errori durante il secondo tempo, mister Spalletti sceglie il cambio. Esce Castan, entra Rudiger. Il centrale, tuttavia, sembra non gradire la scelta del tecnico, così si è diretto subito negli spogliatoi, anziché restare in panchina insieme ai compagni. Passano 6 minuti e Sala viene ammonito per un fallo su Digne. Al 72′ minuto Spalletti sceglie il secondo cambio per la Roma: esce Torosidis, entra Falque. Terzo ed ultimo cambio anche per il Verona: fuori Wzzolek, dentro Gomez. Durante il minuto successivo Massa mostra il cartellino giallo a Greco. Seguono due occasioni per firmare il 2 a 1 giallorosso, entrambi a opera di Dzeko. La prima su cross di Florenzi sul secondo palo, mentre nella seconda davanti la porta sbaglia il primo aggancio e il tiro finisce alto. Anche durante i 4 minuti di recupero Dzeko è davvero molto vicino al gol di testa su calcio d’angolo. Ma niente di fatto e il match termina 1 a 1.

 

Il post partita. Ennesima rimonta subita dai giallorossi, amaro esordio per Luciano Spalletti. La Roma era alla ricerca di un’identità che nell’ultimo periodo dell’era Garcia era scomparsa, di un mordente che era praticamente assente. Tuttavia ritrovarli in soli tra allenamenti diretti dal tecnico di Certaldo era un’impresa praticamente impossibile. Le prestazioni dei singoli atleti giallorossi viaggiano tutte sul filo della sufficienza, ad eccezione di Dzeko, Florenzi e Castan. L’attaccante della compagine capitolina sembra spaesato, commette decisamente troppi errori in occasioni fondamentali. Florenzi, trequartista, non entra nei meccanismi del modulo, trova poco spazio. Mentre Castan scivola negli errori più importanti della gara: sbanda su Wszolek che non segna solo grazie ai riflessi di Szczesny, sulle sue spalle anche la responsabilità del rigore. Luciano Spalletti ha commentato così la prestazione dei capitolini al termine del match: “Non abbiamo fatto una grandissima gara, la squadra ha provato, ci sono state delle opportunità che non abbiamo sfruttato, ed è un risultato difficile da accettare. Ci sono cose da salvare, perché ho visto impegno e dispiacere negli spogliatoi, bisogna lavorare. Dzeko? Quando si gioca in dei club importanti se si attraversano delle difficoltà queste si evidenziano, su Dzeko abbiamo fatto una spesa importante e abbiamo la possibilità di riuscire ad aiutarlo. Però quando ci sono certi problemi si evidenzia il momento negativo. Abbiamo subito tre o quattro ripartenze che non volevo succedessero, Mire (Pjanic) è stato bravo a mantenere la posizione ma non abbiamo giocato molto di anticipo e loro hanno giocato di appoggio. Dobbiamo lavorare abbastanza per quanto riguarda i cambiamenti, una squadra come la Roma deve saper usare un atteggiamento diverso che possa aiutarci”.

di Chiara Di Nicola
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

A Roma la Caritas lancia l'allarme povertà
L'aumento della disoccupazione e l'emergenza abitativa contribuiscono al malumore in continua crescita degli abitanti romani

CRONACA | 11-11-2017

Responsive image

Gli scontri diretti decidono veramente i campionati?
'Sarà un campionato che si deciderà in base agli scontri diretti'. Quante volte abbiamo sentito questa frase, soprattutto in riferimento alla Serie A in corso?

SPORT | 03-11-2017

Responsive image

Serie A, Roma e Lazio impegnate in due big match
Le due squadre capitoline contro Napoli e Juventus

SPORT | 14-10-2017

Responsive image

Responsive image

Dalla (Serie) A... alla Z: il campionato raccontato in 21 parole
Il punto sull'avvio di stagione

SPORT | 02-10-2017

Responsive image

4 dicembre altro che referendum: a Roma c'è il derby
Il countdown è iniziato e le premesse per assistere a un derby spettacolare ci sono tutte

SPORT | 29-11-2016

Responsive image

Eur, inaugurata la 'Nuvola' d'acciaio tra Roma e il cielo
L'evento è stato trasmesso in diretta televisiva, fischi e urla dalla platea per Virginia Raggi

CULTURA | 29-10-2016



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia