Franca Leosini e il ritorno delle sue irriverenti e ‘garbate interviste choc’ Provocatoria e impertinente, Leosini riapre la stagione di Storie Maledette con la sua solita ‘prosa ornata’ - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CULTURA

 

13-03-2018

Franca Leosini e il ritorno delle sue irriverenti e ‘garbate interviste choc’

Provocatoria e impertinente, Leosini riapre la stagione di Storie Maledette con la sua solita ‘prosa ornata’


Responsive image

Domenica scorsa è tornata in prima serata su Rai3 la sedicesima edizione di Storie Maledette diretto da Franca Leosini. Il ritorno in tv della giornalista, amata per la sua sagacia e il suo tono impertinente, ha avuto un grandissimo successo. Durante la prima puntata, nella quale sono state intervistate Sabrina Misseri e Cosima Serrano, non è mancato il suo solito fare melodrammatico, ma convincente, per il quale la giornalista è molto amata dai suoi leosiners. Franca Leosini ha intervistato i più oscuri assassini della storia guardandoli dritti negli occhi senza esitare a dire la sua, molto spesso con espressioni fantasiose e provocatorie.

 

Giornalista e donna di televisione, Franca Leosini debutta con Storie Maledette nel 1994 e subito si fa notare con le sue «garbate interviste choc», come le definiscono i suoi fan, ai presunti o declamati autori dei crimini più efferati della storia italiana. Ciò che la caratterizza però è un linguaggio che, lontano da quello giornalistico, si presenta più come un’amalgama di termini quotidiani e espressioni ricercate accompagnate da uno stile sagace e irriverente. Tra le frasi choc più famose pronunciate da Leosini durante le sue interviste ricordiamo: «Ma chi era Wanna Marchi? Una perfida calcolatrice, o un'emerita deficiente?» oppure «Legare una persona come una salsiccia cosa ha a che fare con il sesso?». Franca Leosini definisce il suo modo di parlare «prosa ornata», espressione che ha ripreso da Lolita, il romanzo di Nabokov. Infatti Leosini è convinta che le parole, oltre a saperle scrivere, è importante anche saperle recitare.

 

A essere particolare dunque, oltre al suo linguaggio, è anche la sua personalità. Commentando la sua decisione di abbandonare la direzione di Cosmopolitan, in un’intervista disse: «Il cervello non lo prostituisco, se devo prostituirmi faccio qualcosa di più divertente» (Vanity Fair). Il suo genio artistico, il suo fare provocante e il procedere delle sue interviste che arrivano al clou solo dopo molte domande, la rendono non solo una tra le giornaliste più amate e seguite, ma anche una vera e propria star del web. Su Facebook è nata una pagina dal titolo degno dell’irriverenza di Leosini: Uccidere il proprio partner solo per essere intervistati da Franca Leosini.

 

di Francesca Splendori

 





Responsive image
Responsive image




SALUTE

Responsive image

Cicciobello Morbillino è diventato un caso

In merito si è espresso anche il medico Roberto Burioni

SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image