Abuso sessuale su minori: quando mentono o vengono manipolati La psicologa ci aiuta a capire cosa succede quando il bambino "viene confuso" - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SALUTE

 

18-09-2015

Abuso sessuale su minori: quando mentono o vengono manipolati

La psicologa ci aiuta a capire cosa succede quando il bambino "viene confuso"


Responsive image

Chiediamo alla dr.ssa Daniela Siciliano - psicologa clinica, psicologa giuridica e psicopatologa forense e collaboratrice della nostra testata - alcuni chiarimenti sulle questioni che questo caso di cronaca ci ha posto.

 

Dottoressa, partiamo subito con una domanda chiara: nell’ambito delle denunce di abuso sessuale sui minori, è possibile comprendere se un minore mente o dice la verità su ciò che racconta di aver subito?

 

Da un punto di vista psicologico è impossibile stabilire con certezza se un soggetto dica la verità o meno. La psicologia non possiede strumenti come la “macchina della verità” ma consente di stilare un profilo accurato e preciso sul quadro personologico del soggetto in esame, sul suo funzionamento, sul suo pensiero, sull’esame di realtà che possiede, sull’autonomia di pensiero, se ha fantasie allucinatorie o deliranti ma non certo potremo mai sapere se ciò che racconta l’ha vissuto per davvero o l’ha inventato consapevolmente o sotto induzione, o l‘ha solo fantasticato per diverse ragioni inconscie o conscie.

 

Quindi, durante la raccolta della testimonianza del minore e poi durante il processo, quando il giudice richiede una perizia psicologica sul minore presumibilmente abusato, ottiene solo un quadro del soggetto e non fornisce riposte circa l’abuso subito, ma quindi, perdoni la sincerità, a cosa servono le perizie?

 

Lei sta toccando un tasto molto delicato ed è importante precisare diversi aspetti. Il processo è fatto di procedure da seguire da un punto di vista giuridico ma capita spesso, e lo dico con molta amarezza mi creda, che queste procedure non vengono seguite (spesso infatti gli errori procedurali sono motivazioni valide per fare ricorsi).

La perizia psicologica sul minore presumibilmente abusato può essere richiesta dal giudice in diverse fasi, all’inizio del processo o durante il processo stesso, ciò varia in base ai quesiti posti da giudice (idoneità a rendere testimonianza, fornire un quadro personologico del soggetto etc).

L’indagine psicologica sul minore porta SEMPRE a una VERITA’ CLINICA, ma MAI a una VERITA’ PROCESSUALE. A quest’ultima invece deve una riposta il giudice, che al di sopra di ogni ragionevole dubbio dovrà pronunciare una sentenza.

In quest’ottica, quindi la perizia serve ed è utile per giungere ad un quadro personologico del soggetto, certamente se la personalità del minore (ad esempio) è caratterizzata da fantasie ricorrenti e cronologicamente non coerenti con le fasi di sviluppo, fragilità nell’esame di realtà, propensione al pensiero ideale fantastico, elementi chiari che fanno emergere un quadro psicopatologico o da un punto di vista cognitivo o emotivo la stessa testimonianza potrebbe essere considerata dal giudice incerta e dubbiosa.

 

Dalle statistiche emerge un aumento delle denunce penali per abuso sessuale sui minori in concomitanza con procedure civili per separazione e affido, secondo lei vi è un legale tra le due cose?

 

Purtroppo ha ragione. Sono aumentate le richieste di separazione e divorzio e ciò molto spesso crea climi conflittuali soprattutto quando ci sono i minori. L’affido condiviso che dovrebbe vedere collaborazione tra i coniugi per provvedere alla crescita e alla cura dei minori, spesso diventa, a mio avviso, un’arma di vincolo esplosiva. Sa perché? Perché mi chiedo sempre ma una coppia che è arrivata a separarsi, dopo liti spesso furibonde, indifferenza, frustrazione, insoddisfazione e rabbia perché dopo la separazione dovrebbe “magicamente” imparare a comunicare e a rapportarsi con l’altro se già da tempo questo rapporto non funzionava? Perché la coppia seppur ex, dovrebbe addirittura imparare a gestire un figlio in armonia e con piena condivisione delle responsabilità e decisioni se da tempo non riesce a farlo più?

Aumentano le conflittualità aumentano anche le denunce penali a carico di uno dei due genitori per maltrattamento e abuso sui figli. Ecco perché spesso una causa civile per stabilire collocamento e modalità di visita viaggia in parallelo con denunce penali per ipotesi di abuso su minore.

Talvolta però queste denunce possono essere “false denunce”, altre volte si tratta solo di individui gravemente disturbati che non hanno una sana visione della realtà, altre volte sono racconti del minore che vengono travisati, mal interpretati dagli adulti.

Ma per ognuno di questi casi, giustamente, viene aperto un procedimento e spesso un processo che può concludersi con una condanna e quindi con il ritiro della patria potestà e quindi con successivo affido esclusivo all’altro genitore o con una assoluzione.

Alla fine, consideri che, in mezzo a tutto questo possono sfuggire anche i quei bambini che invece sono dei “veri” abusati.

 

Infine, Dottoressa Siciliano, lei lavora sia in ambito clinico che in ambito peritale: ci dice sinceramente cosa ne pensa di quel caso di cui si è tanto parlato qualche giorno fa, riguardo l’uomo accusato e condannato per abuso sessuale ai danni dei suoi figli, i quali però dopo 15 anni hanno ritirato la denuncia confessando che erano stati indotti dalla madre a rilasciare tali dichiarazioni?

 

Ovviamente, non conoscendo le carte processuali posso esprimermi solo su quello che ho letto ed ascoltato da media, e ritengo che forse “frugando” bene degli errori procedurali siano stati fatti.

Penso, senza dubbio, che i danni esistenziali e psicologici che quest’uomo ha subito siano non quantificabili, un uomo che probabilmente ha urlato la sua innocenza per anni e non è stato creduto da nessuno…come ci sentiremmo noi? E penso anche alla mamma che pare, leggendo dai giornali, abbia indotto i minori a testimoniare il falso, oggi come si sente? Che messaggio lei crede di aver dato ai figli, pur di ottenere, come probabilmente ha ottenuto, l’affidamento esclusivo?

 



(Intervista rilasciata in esclusiva a Clara Pellegrino dalla dott.ssa Siciliano in data 16/09/2015)

 

di Clara Pellegrino
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Roma. L’attrice di House of Cards vittima di una tentata violenza sessuale
L’aggressione ai danni dell’attrice di Netflix è avvenuta su un taxi abusivo

CRONACA | 05-04-2018

Responsive image

Italia violenta. Stupri e violenze verbali: le donne non sono al sicuro neanche in famiglia
L’ultimo caso di violenza sessuale a Roma

CRONACA | 12-09-2017


Responsive image

Ostia, abusava della figlia di 11 anni: arrestato 42enne
Gli investigatori hanno rinvenuto materiale pedopornografico nell’abitazione dell’uomo

MUNICIPIO CRONACA | 11-11-2016

Responsive image

Responsive image

Napoli, 15enne stuprata dal branco e dal fidanzato: 12 minorenni arrestati
Il fidanzato l'avrebbe ricattata con un filmino girato sul cellulare

CRONACA | 25-07-2016

Responsive image

Piemonte, violenta paziente in una casa di riposo: arrestato 35enne
L’episodio scoperto in una struttura di Roero, in Piemonte

CRONACA | 23-07-2016

Responsive image

Erdogan tra epurazioni di massa e leggi: annullato il reato di pedofilia
Per le associazioni umanitarie tale decisione è una sorta di amnistia per quanti convolano a nozze con 'le spose bambine'

ESTERI | 21-07-2016



POLITICA

Responsive image

Di Maio torna con una nuova proposta: le possibili imminenti elezioni fanno paura al pentastellato

Lo spostamento di Savona agli Interni ha riaperto uno scenario che sembrava tramontato

CRONACA

Responsive image

Racconto di una bella avventura che termina tra ricordi e riflessioni

Due anni di Pontilenews, di mare, di Ostia, di giornalismo

CULTURA

Responsive image

Word Press Photo: una mostra capace di raccontare un anno con gli occhi

A Roma, una mostra per fare il giro del mondo tra curiosità , natura, fatti



SCIENZE E TECNOLOGIA

Responsive image

Come rispondere al fenomeno dilagante delle “fake-news”?

Numerose fondazioni, enti ed università hanno provato a proporre soluzioni


Responsive image

SPORT

Responsive image

Scontri Liverpool. Il ritorno Roma-Liverpool fa paura: se si ripetessero gli episodi di 34 anni fa?

Gravissime le condizioni del tifoso inglese rimasto ferito negli scontri di mercoledì

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia


Responsive image