Gas, bollette più leggere: ecco quanto risparmieremo rispetto alle previsioni

Ci sono buone notizie sul fronte delle bollette che, dopo mesi ‘drammatici’ inizieranno a calare. E non di poco: ecco quanto risparmieranno annualmente gli italiani

Ci siamo finalmente lasciati alle spalle il periodo più duro e ‘drammatico’ sul fronte delle bollette del gas e dell’elettricità? Anche se occorre ancora muoversi con i piedi di piombo è molto probabile che sia così e che la strada possa, finalmente, essere davvero tutta in discesa. Per saperlo dovremo attendere ancora qualche mese; e, anche se prima di rivedere i prezzi di inizio 2022 ci vorrà probabilmente ancora molto tempo, è possibile tirare un sospiro di sollievo grazie alla buona notizia delle ultime ore.

Crollo del 33% in bolletta
Calo a febbraio costi del gas (pontilenews)

Dal mese di febbraio infatti, almeno per ciò che riguarda le bollette del gas, il prezzo subirà un vistoso calo: è la conseguenza del crollo del prezzo di vendita di questa materia prima che si tradurrà, per i clienti del mercato tutelato, in bollette più ‘umane’ rispetto a quelle del periodo autunnale ed inizio invernale.

Bollette, finalmente la notizia più attesa: maxi risparmio da febbraio

Il calo è iniziato dal primo del mese e, come calcolato da Nomisma energia, dovrebbe essere di circa il 33%, equivalente a un euro circa a mc. A dicembre invece il prezzo era salito del 23% quindi i costi finali resteranno comunque ampiamente fuori media, ma il risparmio calcolato rispetto a fine 2022 sarà di circa 712 euro annuali per la famiglia tipo. Lo ha confermato Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, dichiarando che tale risparmio è stato calcolato “su un consumo tipo di 1400 metri cubi l’anno”. Ulteriore conferma del calo è arrivata anche dal ministro Giorgetti che ha dichiarato: “Sarà una diminuzione significativa nella speranza che la riduzione dei prezzi si consolidi nei prossimi mesi”.

A cosa è dovuto questo netto crollo dei costi? Al fatto che, rispetto ai 117 euro di dicembre, il prezzo spot del gas per gennaio 2023 sarà di circa 60 euro MWh. Nella giornata del 2 febbraio è in previsione la comunicazione ufficiale, da parte di Arera, del prezzo definitivo del gas per i clienti del mercato tutelato. Una ottima notizia per milioni di italiani che, in un periodo ancora piuttosto freddo, potranno gestire meglio le proprie finanze mensili. Dopo mesi difficili nei quali almeno il 55% della popolazione italiana ha deciso di ridurre e controllare il consumo di termosifoni o stufe per evitare di sforare il proprio budget. Per riuscire ad avere ulteriori risparmi in bolletta, inoltre, il 35% degli italiani ha utilizzato meno anche i fornelli.

Buone notizie ma la crisi non è finita

“Il prezzo del gas – ha commentato il premier Giorgia Meloni – dopo l’iniziativa europea sul tetto in cui l’Italia ha avuto un ruolo fondamentale, sta continuando a scendere. Penso che nelle prossime settimane vedremo finalmente i risultati di questo lavoro lunghissimo”.

Oltre 700 euro annui risparmiati
Costi in calo ma ancora elevati (Pontilenws)

È però ancora presto per parlare di crisi superata: basti pensare che le tariffe del gas, seppur in netto calo, restano (per il mese di gennaio) superiori del 30% rispetto al medesimo periodo del 2022. Peggio ancora è la situazione per l’elettricità, le cui bollette sono il doppio rispetto allo scorso anno.

Impostazioni privacy