Che succede se non si restituiscono i soldi prestati? Guai grossi se non conosci bene le leggi

Molte persone si sono fatte prestare soldi in questo periodo. Ma in caso di mancata restituzione, cosa dice la legge?

Il difficile periodo economico affrontato dal nostro Paese ha portato moltissime persone a richiedere dei prestiti. Ci auguriamo che prima di farlo vi siate informati sulle leggi che regolano questa possibilità, perché altrimenti si rischia veramente tanto. Ecco cosa dice la normativa.

Soldi prestati non restituiti: cosa succede?
Mancata restituzione di un prestito: cosa dice la legge? Foto: Ansa – (pontilenews.it)

I mesi che stiamo vivendo, infatti, sono caratterizzati da rincari un po’ ovunque. Dall’energia, con i costi di luce e gas che hanno gonfiato a dismisura le nostre bollette. Per non parlare dei listini di diesel e benzina: il caro-carburante ha reso difficile la vita soprattutto di chi utilizza il proprio mezzo per motivi di lavoro. E anche la stessa spesa al supermercato è diventata un incubo per via dei rincari sul costo delle materie prime.

Con una situazione del genere e una inflazione galoppante che ha eroso il potere d’acquisto degli italiani, non deve sorprendere che in tanti abbiano chiesto dei soldi in prestito. Fate attenzione, però, i soldi vanno restituiti. Ecco cosa dice la legge.

Che succede se non si restituiscono i soldi prestati?

Ovviamente non ci riferiamo ai prestiti elargiti dalle banche, che sono sempre più difficili da ricevere. Gli istituti di credito vogliono delle garanzie che in pochi possono dare. Stando così le cose ci si rivolge spesso ad amici e parenti per un prestito. Il punto è che poi, spesso, non si riesce a restituire i soldi che abbiamo avuto in prestito.

Se siamo dalla parte di chi ha prestato i soldi, sarà difficile riaverli, nonostante i solleciti. Soprattutto se la persona cui li abbiamo prestati risulta nullatenente. Cosa si può fare, quindi, per riavere ciò che è nostro? Si può denunciare?

La legge è chiara e ci dice che si può elargire un prestito tra privati anche senza sottoscrivere alcun documento. La premessa è che stiamo parlando in termini civilistici. La mancata restituzione di un prestito non integra alcuna fattispecie di reato penale. L’unico reato perseguibile è quello di appropriazione indebita, ma solo qualora la persona a cui sono stati dati dei soldi per eseguire uno specifico incariconell’interesse del creditore li abbia tenuti per sé o spesi in altro modo.

Cosa dice la legge sui prestiti non restituiti
Prestiti di denaro non restituiti: cosa dice la legge? Foto: Ansa – (pontilenews.it)

Tornando agli aspetti civilistici, ovviamente occorre provare che il prestito ci sia stato. Quindi serve o una ricevuta o scrittura privata, oppure, se il passaggio di denaro è stato telematico, la prova dei bonifici. Così si potrà anche approntare un decreto ingiuntivo che, se non opposto entro quaranta giorni, diventa definitivamente esecutivo.

La causa civile, invece, è piuttosto lunga perché richiede numerose prove, che possono essere di tipo documentale: non solo di natura finanziaria, ma anche, per esempio, sms e messaggi WhatsaApp, nonché prove testimoniali. Vinta la causa si potrà procedere al pignoramento, sia di beni materiali, come casa e auto, ma anche del conto corrente. Sempre che la persona in questione non sia nullatenente…

Impostazioni privacy