John Travolta: le foto della sua casa lasciano a bocca aperta | Ha qualcosa che nemmeno gli sceicchi

Con una carriera del genere, l’oggi 68enne attore americano di certo può permettersi ogni tipo di lusso. Ma questa è davvero una esagerazione

Ok, sappiamo bene che, oltre a essere un grande attore un ballerino provetto, John Travolta sia anche un appassionato di volo, in possesso del brevetto da pilota. Ma da qui ad abitare in una aeroporto ce ne vuole… Ma tant’è, un personaggio di questa caratura mondiale può permettersi e questo e altro!

John Travolta
John Travolta ha vinto anche questa volta | Pontilenews.it

E, infatti, John Travolta ha ottenuto fama internazionale con i film “La febbre del sabato sera” (1977), per il quale ha ricevuto una candidatura per l’Oscar al miglior attore, e “Grease” (1978). In entrambi i film ha dato un saggio delle sue capacità ballerine.

Nel 1995 si è aggiudicato il Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale per la sua interpretazione in “Get Shorty”. Ha ricevuto infine altre due candidature ai Golden Globe (oltre a quelli già citati) per i film “I colori della vittoria” (1998) e “Hairspray – Grasso è bello” (2007).

Ma non si contano i film di enorme successo di John Travolta, che ha avuto il privilegio di lavorare con alcuni dei registi più affermati del panorama hollywoodiano. Qualche titolo: “Blow out” di Brian De Palma (1981), “Nome in codice: Broken Arrow” di John Woo (1996), “La sottile linea rossa” di Terence Malick (1998), “Basic” di John McTiernan (2003), “Gotti – Il primo padrino” di Kevin Connolly (2018).

In campo televisivo, è noto per la sua interpretazione di Robert Shapiro nella serie antologica American “Crime Story” (2016), per la quale ha ottenuto il plauso della critica e una candidatura al Premio Emmy come migliore attore non protagonista. Ma una delle sue interpretazioni più iconiche è senza dubbio quella del 1994, quando ha interpretato Vincent Vega nel film capolavoro di Quentin Tarantino, “Pulp Fiction”. E riceve una seconda candidatura all’Oscar come miglior attore.

In quella pellicola che fece conoscere a tutto il mondo il talento del regista di “Kill Bill” e “C’era una volta a Hollywood”, un cast d’eccezione. Solo per menzionare qualcuno oltre a John Travolta: Samuel L. Jackson, Bruce Willis, Harvey Keitel, Tim Roth e Ving Rhames. E poi, ovviamente, la musa di Quentin Tarantino, Uma Thurman. Proprio con Uma Thurman, John Travolta è protagonista di una scena ormai leggendaria. Indimenticabili i due che ballano sulle note di “You never can tell” di Chuck Berry.

La casa-aeroporto di John Travolta

Con una carriera del genere, l’oggi 68enne attore americano di certo può permettersi ogni tipo di lusso. Ci aspettavamo, quindi, che potesse vivere in una casa lussuosa e anche di più. Non ci aspettavamo, però, che vivesse di fatto in un aeroporto.

Eppure, basta sbirciare dall’alto la dimora (tutt’altro che umile) dell’attore per notare come sia un’area così vasta da poter ospitare addirittura due velivoli. Del resto, sappiamo della passione per il volo di Travolta. Ma la sua immensa villa assomiglia in tutto e per tutto a uno scalo, dall’esterno, avendo anche una pista.

La casa-aeroporto di John Travolta (Instagram) 17.12.2022 pontilenews
La casa-aeroporto di John Travolta (Instagram)

Ma non sono da meno gli interni, lussuosi ed eleganti, con una certa predominanza per il legno. E poi, lussi di ogni tipo, tra cui non può mancare neanche una piscina ampia e confortevole. E, anche all’interno, non mancano i riferimenti agli aerei e alla voglia di volare. Ma con una casa così, chi avrebbe voglia di spostarsi?