Anche lo sposo deve avere un abito perfetto, i consigli giusti per non sbagliare

Chi lo ha detto il dress code perfetto esiste soltanto per le spose? Anche gli sposi devono rispettare delle rigide regole e, soprattutto, non commettere questi errori. 

Da qualche settimana si moltiplicano, con l’arrivo della bella stagione – per adesso almeno sulla carta – i grandi eventi. Già, siamo già in quella parte dell’anno: dobbiamo andare ad un matrimonio o, invece, siamo noi a convolare a nozze.

Abito sposo
Abito dello sposo, non commettere mai questi errori – Pontilenews.it

Come detto, esistono dei protocolli rigidissimi della moda – più o meno, però, in questi anni smontati – per quanto riguarda la sposa. Sono sempre di più, infatti, le spose che rompono le regole: sul colore bianco, sul velo o sui tagli sulle spalle o scollature. Ma oggi vogliano parlare, invece, degli sposi.

L’abito perfetto per lo sposo

Del resto, se vogliamo, siamo sempre molto curiosi dell’abito scelto della sposa, eppure, alcune volte, anche gli sposi commettono degli errori imperdonabili. Ma qual è l’abito consigliatissimo, o meglio quello non farò mai cadere in errore, per lo sposo? Iniziamo con un abito con collo guru, con camicia diplomatica, un plastron; e poi al polso gemelli (meglio se fatti su misura per l’evento, con tanto di personalizzazione, magari con la data), scarpe in vernice. Una regola? Tutto su tono su tono (ovvero, esclusa la camicia e le scarpe, di un solo colore.

Ma ci sono anche altre proposte, come un abito con gilet e plastron, ma in contrasto adagiati su una camicia diplomatica bianca. Per cambiare, si potrebbe optare per una giacca con punta a lancia, e poi gemelli e scarpe stringate, di un tono molto meno distante dal resto dell’abito. In alternativa, ma sono di certo meno gettonate, cravatta e papillon, anche se quest’ultimo è sceso nettamente nelle classifiche delle scelte degli sposi.

Abito sposo
L’abito perfetto per lo sposo per non fare brutte figure – Pontilenews.it

Non siete ancora convinti? Meglio allora un classico smoking, ma rivisitato. Parliamo di uno smoking nero, dunque adatto solo per una cerimonia – o una parte della cerimonia – che si festeggia di sera. Per la parte superiore, gilet e cravatta in contrasto ma in toni poco distanti, come grigio ed argento, su camicia diplomatica. E poi gemelli al polso e scarpe nere, in continuità con il tono dello smoking. Per una maggiore eleganza, tutti queste proposte potrebbero includere una bottoniera nel taschino, che dà all’abito quel tocco di buon gusto che non può mancare ad uno sposo e che verrà apprezzato dai presenti.

Gestione cookie