Allarme dermatite da acqua di mare: cosa sta succedendo e come difendersi | Guida pratica

Ecco come difendersi dalla dermatite da acqua di mare. Sintomi, rimedi, cure, tutto quello che c’è da sapere.

L’arrivo dell’estate segna inevitabilmente, per la stragrande maggioranza delle persone, il momento ideale per trascorrere alcuni momenti di relax in spiaggia. Tra le tante attività che si possono fare, una delle preferite resta senza dubbio quella di rilassarsi in acqua o al sole.

dermatite acqua di mare
Ecco come difendersi dalla dermatite da acqua di mare. Sintomi, rimedi, cure, tutto quello che c’è da sapere – Pontilenews.it

Alcune persone, tuttavia, dopo essere entrato in contatto con l’acqua del mare sviluppano una vera e propria dermatite conosciuta appositamente con il nome di “dermatite da acqua di mare”.

Nel dettaglio si tratta del nome popolare per evidenziare alcune manifestazioni cutanee che si vengono a creare conseguentemente al contatto tra la pelle e l’acqua del mare. È totalmente all’opposto della dermatite atopica che, come noto, generalmente va a diminuirsi nel momento in cui entra in contatto con l’acqua salata.

Dermatite da acqua di mare: sintomi, caratteristiche e cure

I sintomi relativi alla dermatite di acqua da mare possono essere molteplici. Tra i più comuni spiccano: il rossore, il prurito, l’insorgere di bolle e la desquamazione.

Spesso viene confusa con una semplice ipersensibilità della cute, la quale si caratterizza da una pelle delicata che tende ad arrossarsi semplicemente per via dell’ elevata concentrazione di sale presente nell’acqua marina. In questo caso, però, nel giro di poche ore il fenomeno tende a regredire in modo spontaneo.

dermatite acqua di mare
Dermatite da acqua di mare: sintomi, caratteristiche e cure – Pontilenews.it

Per comprendere qualcosa in più sullo stato relativo alla dermatite di acqua di mare consigliamo sempre di rivolgersi ad un medico, specificatamente ad un dermatologo. Quest’ultimo sarà in grado di attuare una diagnosi precisa e consigliare il trattamento più idoneo a curare l’infiammazione della pelle.

Ad ogni modo esistono anche dei piccoli rimedi naturali che possono aiutare a diminuire il rossore e il prurito causato dalla dermatite di acqua di mare. Uno dei più efficaci è sicuramente quello di applicare degli impacchi di camomilla fredda sulla zona interessata. La camomilla aiuta a diminuire la voglia di grattarsi e riuscirà anche ad attenuare il prurito.

In maniera analoga anche una crema a base di calendula o un prodotto in cui è presente l’aloe vera possono donare immediatamente un senso di freschezza alla zona affetta. Per quanto concerne il prurito, la farina d’avena è un ottimo alleato per attenuarlo.