Stop alle auto elettriche fra pochi anni, l’annuncio clamoroso

Stop alle auto elettriche. Dopo il boom esponenziale nella vendita ci sarà un rallentamento a una delle innovazioni del mercato.

L’annuncio clamoroso sullo stop alle auto elettriche. Cosa sta succedendo? Vi spieghiamo nel dettaglio per quale motivo si vuole ostacolare la vendita di auto elettriche e dove. C’è uno Stato che si è opposto al divieto di auto diesel e benzina dal 2035, ed è un caso che – purtroppo – potrebbe fare scuola.

auto elettriche
Stop auto elettriche (Foto pontilenews.it)

Dopo il boom esponenziale nel settore della auto elettriche si parla di un forzato stop, una notizia che andrebbe a cozzare con il ventilato divieto alla vendita delle auto a diesel e benzina a partire dal 2035 in Europa. Insomma, quale sarà la verità? La decisione pare al momento navigare in un mare di dubbi per cui si attendono gli sviluppi del settore automobilistico per capire cosa ne sarà delle nostre auto, e quello che ci converrebbe acquistare a lungo termine.

Stop alle auto elettriche?

C’è un paese infatti che pare sia ostile allo stop al mercato delle auto a diesel e benzina per un motivo ben preciso. Questo Stato odia le auto elettriche e addirittura ne vorrebbe vietare la vendita a partire dal 2035. Pare un’ironia, ma è proprio quello che sta accadendo oltreoceano, nel Wyoming, in America. Un’ostilità che potrebbe essere ricollegata al costo energetico decisamente aumentato negli ultimi anni e alla volontà di non avere altri problemi. Sicuramente negli Stati Uniti ci sono paesi che si allineano all’idea europea. New York e la California ad esempio vogliono totalmente eliminare le auto con motore termico. La soluzione infatti non sta solo nel risparmio, ma anche nella salvaguardia dell’ambiente. Tutto bene tranne che per il Wyoming, dove invece le scelte vanno in tutt’altra direzione.

Auto elettriche non più in vendita

Il Wyoming si sta muovendo su una strada completamente opposta rispetto a tutti gli altri Paesi. Il motivo? Tutelare gli interessi economici locali. Ma vediamoci chiaro. Se in quest’epoca tutti vogliono fortemente l’introduzione della circolazione di auto elettriche al cento per cento, come è possibile che uno Stato stia varando una legge che conferma l’opposto? In Europa, e anche in Italia, ci sono molti dubbi sul mercato automobilistico, ma una decisione così netta è assolutamente in controtendenza. In realtà non si tratta (ancora) di un obbligo di legge, ma di una proposta del senatore Jim Anderson, appoggiato da rappresentanti della Wyoming House of Representatives and Senate.

auro elettriche
Tra qualche anno lo stop (Foto pontilenews.it)

Nonostante il Wyoming sia uno degli stati meno popolati d’America, rappresenta l’ottavo paese produttore di petrolio. Il motivo dello stop alle auto elettriche, come si legge nella proposta è dunque economico: l’industria “Oil&Gas” dà lavoro a migliaia di persone. Il passaggio alle macchine elettriche metterebbe fine al settore petrolifero e di fatto lascerebbe a casa i dipendenti. E’ pur vero che questa condizioni riguarda tutti i paesi che producono petrolio o che lo estraggono e raffinano per cui si tratta di un problema più globale che locale. Questa legge dunque, oltre che improbabile, non pare sia assolutamente la soluzione di un problema di ben più ampia portata!