La tredicesima giornata di campionato tutta d'un fiato Avanti Napoli e Inter. Si fermano Roma, Fiorentina e Lazio. La Juve risale - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

SPORT

 

23-11-2015

La tredicesima giornata di campionato tutta d'un fiato

Avanti Napoli e Inter. Si fermano Roma, Fiorentina e Lazio. La Juve risale


Responsive image

Acquazzoni, cadute, rimonte, errori arbitrali, goleade, polemiche. Giornata rocambolesca, questa tredicesima del campionato nostrano che torna dopo la sosta per la Nazionale (e anche un po’ per le coscienze, visti i terribili fatti accaduti) e che regala emozioni forti, sprazzi di buon gioco, dubbi e qualche certezza.

Nella giornata di sabato si attendeva una Roma corsara, munita di pinne, fucile ed occhiali, pronta a conquistare il Dall’Ara e, anche se solo momentaneamente, la vetta della classifica. Al contrario l’undici di Garcia è sceso in campo con le poche idee ma confuse di flaianesca memoria, complici le scelte sbagliate del tecnico transalpino (Keita titolare dopo varie settimane di stop su un campo che ricordava le piscine del Coni, Torosidis in modalità birillo del Brunswick) e trovandosi di fronte un Bologna ardito e mai domo. Alla conta finale, nonostante gli errori dell’arbitro Rocchi (una novità), giusto il pareggio per 2-2 con gol di Destro e annessa esultanza, ammonizione, «massimo rispetto per l’avversario», «ma godo come un riccio» (quest’ultima cosa l’ho aggiunta io, sia chiaro).

La Juve di Allegri torna invece alla vittoria grazie alla rete di Paulo Dybala, passato dallo status di bidone da non chiamare neanche ad un calcetto tra amici a quello di nuovo erede di Tevez nell’arco di un pomeriggio. Vittoria di fondamentale importanza – non soltanto ai fini della classifica- che ridà ossigeno all’allenatore toscano e alla squadra campione d’Italia, ora sesta sopra ad un Milan ancora in crisi.

Così così la Lazio, messa in crisi da un buon Palermo a cui va stretto l’1-1 finale. I problemi per Pioli sembrano essere prima di tutto di gestione dello spogliatoio, vedi le dichiarazioni di CandrevaCome si esce dalla crisi? Chiedetelo al Mister, è lui che ci prepara durante la settimana»), ParoloManca lo spirito di squadra») e la litigata tra Cataldi e Murelli, vice di Pioli. A riassumere le forti emozioni vissute a Roma ci ha pensato un utente di Facebook, che ha così commentato l’adrenalinica partita: «Terroristi preparavano attentato all’Olimpico, ma si sono addormentati».

Le conferme arrivano invece da Inter e Napoli. La squadra di Mancini batte un buon Frosinone con un sonante 4-0, gioco corale e ottime prestazioni individuali. Il picco della partita è stato tuttavia raggiunto quando l’allenatore dell’Inter è caduto rovinosamente tentando uno stop. Calciatori Brutti ringrazia.  

Il Napoli espugna invece il campo di Verona senza particolari difficoltà. Gioco brillante, difesa solida, attacco rapido ed incisivo. Siamo quindi ufficialmente passati da Sarri per una piazza come Napoli non va bene a Sarri maestro assoluto. Io l’avevo detto ad agosto però. Intanto il pubblico pagante ringrazia per il bello spettacolo.

Per il resto, Sousa agguanta il pareggio contro i cugini toscani grazie a una doppietta di Kalinic (saranno gol facili, ma intanto li fa), il Genoa batte un buon Sassuolo – nonostante l’espulsione del sempre pacato Berardi- al fotofinish (per i deboli di cuore è sconsigliata la visione dell’esultanza di Perin), il Torino vince a Bergamo con gol di Bovo, il Chievo batte un Carpi ultimo in classifica e Montella stecca la prima sulla panchina della Sampdoria contro l’Udinese.

Ora sta alla testa dei giocatori non farsi distrarre troppo dalle sfavillanti luci dell’Europa e riacquistare immediatamente la concentrazione in vista della prossima giornata, che vedrà scontrarsi, tra le altre, Napoli ed Inter e che potrebbe quindi segnare la prima vera svolta del campionato.

Ps. Se vedete un tizio in divisa verde fosforescente che vaga per la città con un fischietto in bocca, non vi allarmate, è Rocchi che dà rigori a caso.

di Giorgio Federico Mosco
 







Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Casa Internazionale delle Donne: cosa prevede la mozione approvata in Campidoglio dal M5s
Prevista l'apertura ad altre “realtà associative” dello stabile in via della Lungara

CRONACA | 19-05-2018

Responsive image

Cosa succede in Medio Oriente? Caos e guerre: il mondo resta a guardare.
Ci siamo chiesti a cosa è dovuto questo silenzio.

ESTERI | 17-04-2018

Responsive image

Franca Leosini e il ritorno delle sue irriverenti e ‘garbate interviste choc’
Provocatoria e impertinente, Leosini riapre la stagione di Storie Maledette con la sua solita ‘prosa ornata’

CULTURA | 13-03-2018

Responsive image

Il web che non ti aspetti. I migliori siti inutili che Internet offre
Il web è pieno di siti che non servono a nulla se non a perdere tempo. Ecco alcune pagine divertenti

SCIENZE E TECNOLOGIA | 23-02-2018

Responsive image

Responsive image

Ozpetek. Tra sesso, morte e magnifiche presenze omaggio al regista turco italianizzato
Il 3 febbraio, il regista di 'Napoli Velata' compie il suo cinquantanovesimo compleanno

CULTURA | 03-02-2018

Responsive image

X Municipio: 4 milioni nel 2018. Così il M5s rilancia il territorio
Dallo Skate Park al piazzale Cristoforo Colombo: ecco il piano investimenti

MUNICIPIO POLITICA | 23-12-2017

Responsive image

Gli scontri diretti decidono veramente i campionati?
'Sarà un campionato che si deciderà in base agli scontri diretti'. Quante volte abbiamo sentito questa frase, soprattutto in riferimento alla Serie A in corso?

SPORT | 03-11-2017



CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia