Corruzione, tangenti per gare d'appalto all'interno dell'Aeronautica militare: otto gli arrestati L'operazione ha visto la partecipazione del Comando Tutela per l'Ambiente e di Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo che arrestò Totò Riina - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

CRONACA

 

11-12-2015

Corruzione, tangenti per gare d'appalto all'interno dell'Aeronautica militare: otto gli arrestati

L'operazione ha visto la partecipazione del Comando Tutela per l'Ambiente e di Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo che arrestò Totò Riina


Responsive image

Roma, Ciampino. Corruzione è un vocabolo che ricorre spesso nella storia della politica italiana, dove sembrerebbe prevalere la logica del "se vuoi qualcosa compratelo, non guadagnartelo". Questa volta l'inghippo ha riguardato l'Aeronautica militare italiana, all'interno della quale un'associazione per delinquere operava per l'aggiudicazione di appalti all'interno di diverse basi. Otto le persone arrestate dai carabinieri del Comando Tutela per l'Ambiente, tra questi figurano:militari, dipendenti civili della Difesa e noti imprenditori. Le mazzette il loro lasciapassare.

 

L'operazione, coordinata dalla procura di Velletri con l'ausilio degli uomini del Noe del colonnello Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo che arrestò Totò Riina, in collaborazione con il comando Carabinieri per l'Aeronautica militare e i comandi provinciali dell'Arma di Roma e Latina, ha portato alla perquisizione in diverse città, all'alba della giornata odierna. Il blitz avrebbe consentito di "disarticolare un sodalizio criminale composto da imprenditori e dipendenti civili e militari del 2/o Reparto Lavori Genio dell'Aeronautica militare di Ciampino".

 

Gli investigatori, che hanno condotto l'operazione all'interno dell'Aeronautica militare italiana, parlano di un consolidato sistema corruttivo; gli indagati,militari, dipendenti civili della Difesa e noti imprenditori, avrebbero "sistematicamente alterato le gare d'appalto, per un valore di quasi nove milioni di euro, bandite dall'ente ed inerenti la manutenzione ordinaria e straordinaria di edifici adibiti a vari usi ubicati presso diverse installazioni dell'Aeronautica militare". I particolari dell'indagine saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che il procuratore capo di Velletri terrà presso il Comando Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente alle 12.30.

 

D'altronde cari italiani di che cosa vogliamo stupirci: un paese come il nostro, che nelle classifiche mondiali si configura tra gli Stati più corrotti al mondo, è un fanalino di coda dei paesi del G7 e ultimo in Europa, insieme a Grecia e Bulgaria. Basta considerare la classifica Corruption perception index stilata da Transparency, l'organizzazione internazionale non governativa che si occupa della corruzione non solo politica, nella quale su 178 paesi l'Italia si posiziona 69esima. Insomma, casi di corruzione coinvolgono quotidianamente anche il singolo cittadino: a fianco di grandi scandali a livello nazionale, come quello di Mafia Capitale, inchieste su tangenti e mazzette sono all'ordine del giorno nello stivale, dove sembrerebbe prevalere la logica del "se vuoi qualcosa compratelo, non guadagnartelo".

di Giulia Bordini
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI


Responsive image

Cura del viso: tutti sui sieri

SALUTE | 23-03-2021

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato
Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del Covid-19

CULTURA | 02-10-2020


Responsive image





CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia