Fuga di gas in California, proclamato lo stato d'emergenza a Porter Ranch Per gli esperti si tratta del più grande disastro ambientale in America dopo l'incidente alla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon. Migliaia le famiglie evacuate - www.Pontilenews.it


Responsive image


Dialoga con PontileNews: 06.56566573 - redazione@pontilenews.it

ESTERI

 

07-01-2016

Fuga di gas in California, proclamato lo stato d'emergenza a Porter Ranch

Per gli esperti si tratta del più grande disastro ambientale in America dopo l'incidente alla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon. Migliaia le famiglie evacuate


Responsive image

Proclamato lo stato d’emergenza a Porter Ranch, California. Il governatore dello stato americano, Jerry Brown, è infatti ricorso ieri al provvedimento a causa di una grave fuga di gas verificatasi nel sobborgo di Los Angeles e proveniente da un pozzo per lo stoccaggio di metano nel sottosuolo. La perdita di gas è talmente grave da essere considerata un vero e proprio disastro ambientale per la California. Già migliaia di famiglie sono state evacuate da Porter Ranch, mentre altre 2700 sono in procinto di allontanarsi dalla zona, sulla quale è stato, inoltre, chiuso il traffico aereo su decisione dell’Agenzia federale dell’aviazione civile americana.

 

La perdita è stata individuata lo scorso 23 ottobre quando si è scoperto il guasto all’impianto di stoccaggio del gas gestito dalla California Gas Company (SoCalGas) che, in questi mesi, non è riuscita a bloccare la fuoriuscita di gas nonostante i numerosi tentativi effettuati, ben sette. La perdita sembra essere stata causata da un danno al rivestimento del pozzo a circa 150 metri di profondità ma non è semplice raggiungere la porzione danneggiata e, al momento, la SoCalGas è intervenuta attraverso l’introduzione di alcuni materiali fluidi che, tuttavia, non sono serviti a risolvere il problema. La prossima mossa, dunque, sarà quella di perforare e creare un pozzo di soccorso che si colleghi a quello danneggiato e permetta di far arrivare del cemento per sigillare definitivamente la perdita.

 

Nel frattempo, però, si stima che nell’aria venga immessa una quantità di 30 mila kg di metano all’ora. Un portavoce della SoCalGas ha dichiarato che la società non è al momento in grado di stabilire il reale impatto della fuga di gas nell’atmosfera. Solo tra tre o quattro mesi, quando secondo la SoCalGas sarà sistemata la rottura, si potrà procedere con una stima reale. Intanto, l’Agenzia americana responsabile della qualità dell’aria ha dichiarato che questa massiccia fuga di gas rischia di aumentare la produzione di gas a effetto serra di circa il 25% su tutta la costa californiana. La perdita, infatti, viene considerata dagli esperti il peggior disastro ambientale dai tempi dell’incidente alla piattaforma petrolifera Deepwater Horizon. Era il 2010 e il disastro si verificò nel Golfo del Messico. L’incendio che seguì l’esplosione innescò un’enorme fuoriuscita di idrocarburi che provocò ingenti danni ambientali in tutto il Golfo del Messico a causa del versamento di petrolio in mare, oltre a 11 vittime tra i lavoratori della piattaforma.

 

Per quanto riguarda la salute dei residenti della zona, il metano non pone particolari problemi per la salute collettiva ma, tra gli abitanti, si sono verificati numerosi casi di emicrania, mal di gola, nausea, giramento di testa e sanguinamento dal naso. Proprio a causa di questi problemi, ai quali si aggiunge il pessimo odore prodotto dalle sostanze chimiche aggiunte al gas per individuare con più facilità i punti di perdita, gli abitanti hanno sollecitato il governatore Jerry Brown a intervenire con decisione. Da qui la decisione di dichiarare lo stato d’emergenza. Intanto, sono già arrivate più di 1000 denunce alla California Gas Company. 

di Chiara Ciripicchio
 





Responsive image

ARTICOLI CORRELATI

Responsive image

Sversamento di petrolio a Genova: si indaga per disastro colposo
È allarme inquinamento per la fuoriuscita di greggio provocata dalla rottura di una tubazione

CRONACA | 18-04-2016

Responsive image

Cementeria di Barletta: diciotto indagati per disastro ambientale
Dal 2012 l'attività di incenerimento dei rifiuti è stata svolta in modo illecito, causando così 'Diffusione aereo-dispersa di sostanze inquinanti oltre i limiti di legge'

CRONACA | 08-01-2016

Responsive image


CULTURA

Responsive image

L’intrattenimento guarda al futuro: come cambia secondo Sergio Brancato

Il modo di vivere delle persone è stato radicalmente cambiato dall’impatto del...




Responsive image

MUNICIPIO DEL MARE

Per l'estate 2018 previste 90 proiezioni gratuite al centro del porto turistico di Ostia